Lo scatolificio Megabox si affida alle soluzioni software di RTS Sistemi Informativi per gestire il suo percorso di crescita

338

Tre realtà produttive, due scatolifici e uno stabilimento per la produzione di cartone ondulato, una crescita importante sia a livello dimensionale, con nuovi e moderni impianti di produzione per imballaggi in gradi dimensioni per l’industria del mobile, hanno convinto Megabox a rivedere il proprio software gestionale, scegliendo le soluzioni di RTS sistemi informativi

Lo stabilimento Megabox di Vallefoglia (PU)

Per una realtà integrata come Megabox, azienda capogruppo, di Vallefoglia in provincia di Pesaro-Urbino, cui fanno riferimento anche Ondulati del Savio di Cesena e Inpack, anch’essa della provincia marchigiana, decidere di dotarsi di un’architettura software in grado di gestire le diverse realtà e di connetterle in un’unica piattaforma era quasi un passo obbligato. La scelta di affidarsi a RTS Sistemi Informativi, oltre a una riconosciuta leadership nel settore della gestione informatica nel settore del cartone ondulato da parte del management di Megabox, è stata anche una naturale conseguenza dettata dal fatto che sia presso la Ondulati del Savio che in Inpack da anni si utilizzano, con soddisfazione, le soluzioni della software house forlivese.

Lo staff di Megabox

Megabox è una realtà presente sul mercato da oltre 50 anni, da sempre gestita dalla famiglia Angeli e a oggi con Ivano a ricoprire la carica di amministratore delegato. Nel corso degli anni, grazie a una politica di integrazione sia verticale che orizzontale, l’azienda ha acquisito le altre due realtà già citate, per un totale di circa 120 collaboratori e oltre 50 milioni di € di fatturato a livello globale. È  diventata così sempre più un punto di riferimento per le aziende del territorio sia locale sia nazionale principalmente per l’ arredamento, uno dei settori principali per le scatole di grande formato e i prodotti in cartone ondulato realizzati dal Gruppo che, in ognuna delle sue aziende, ha portato avanti importanti investimenti tecnologici, l’ultimo dei quali vedrà, entro la fine dell’anno, l’avviamento del nuovo ondulatore di Ondulati del Savio.

Il nuovo gestionale RTS a supporto della crescita aziendale
Dopo il trasferimento, avvenuto nel 2019, nella nuova sede di 12.000 mq coperti, dove lavorano 30 collaboratori e il rinnovamento degli impianti di produzione con altri più moderni ed efficienti, era arrivato il momento per Megabox di mettere mano anche alla ristrutturazione del proprio sistema gestionale.

Gianni Alessandrini, nuovo Direttore Generale di Megabox

“La crescita che ci ha visti protagonisti negli ultimi anni è stata esponenziale”, racconta Gianni Alessandrini, figura storica di Megabox e da poche settimane nuovo Direttore Generale dell’azienda – “Sistemata la sede e rinnovate le macchine in produzione, avevamo bisogno di dotarci di uno strumento in grado di supportare e gestire questa crescita. Abbiamo scelto RTS Sistemi Informativi, un partner già conosciuto all’interno del nostro gruppo. Grazie al loro prezioso supporto oggi, a pochi mesi dall’installazione del pacchetto, abbiamo già avuto positivi riscontri nel controllo e calcolo della marginalità grazie a una precisa quantificazione dei tempi e costi di produzione, che permettono di pianificare correttamente il lavoro sia in produzione che in consegna. Oggi possiamo affermare che l’avvenuta integrazione delle aziende del Gruppo ha permesso di velocizzare i nostri processi e di diminuire eventuali errori, consentendoci anche di essere più precisi in fase di preventivazione”, dice Alessandrini.

Soluzioni modulari e procedure personalizzate per la massima flessibilità
Il pacchetto di moduli installati in Megabox rappresenta una soluzione standard già abbastanza completa, dal gestionale fino alla schedulazione di elaborazione dati e gestione dei magazzini.

“Per Megabox abbiamo previsto poi una serie di implementazioni che aiutano molto lo scambio dei dati con le altre aziende del gruppo così da valorizzare al massimo la comunicazione. Per esempio con Ondulati del Savio, grazie al nostro modulo WebOrd Megabox può conoscere in tempo reale la disponibilità della materia prima, regolando di conseguenza la propria pianificazione, con dati in tempo reale e sempre aggiornati. Inoltre abbiamo previsto la possibilità di inserire le schede tecniche all’interno del nostro sistema direttamente dai file Excel, questo aspetto, considerato di vitale importanza per il cliente, ha permesso di velocizzare ulteriormente il processo”, interviene Annabella Partisani, referente commerciale per RTS di tutto il progetto, che da un punto di vista tecnico ha visto la presenza di Marco Trastu come Product Manager RTS nel ruolo di Capoprogetto, Federica Bertozzi Consulente ERP, che ha affiancato Marco Trastu in tutta la realizzazione e Marco Romanini Project Manager RTS per la parte MES.

Marco Trastu Product Manager RTS

A tal proposito Marco Trastu ci tiene ad aggiungere – “Sin dal primo incontro con il team di Megabox è stato chiaro quanto il nostro progetto fosse ambizioso e stimolante. Tutti i componenti della squadra hanno contribuito al corretto svolgimento delle attività già in fase di pre-analisi in cui sono emersi interessanti aspetti di gestione aziendale.
Il responsabile di progetto, Lorenzo Angeli, ha accettato la sfida di un cambiamento importante ed è riuscito a cogliere quest’occasione per ottimizzare il modus operandi dei reparti in cui è suddivisa l’azienda. Il miglioramento di Megabox si è tradotto in un grande contributo nell’avanzamento del software RTS che trae spunto da realtà come questa per portare innovazione nel mondo del packaging e del cartone ondulato.
I successi sono meriti condivisi e la continua cooperazione ci porterà ad ottenere risultati sempre più importanti”.

Lorenzo Angeli responsabile di tutto il progetto informativo in Megabox

“Servendo l’industria del mobile, capita di frequente di ricevere ordini unici e non ripetitivi, composti da 20/30 articoli, tutti con lotti contenuti per un massimo di  100-150 pezzi, pertanto, caricare tutte le schede tecniche di ogni singolo articolo in un’ora, piuttosto che in un giorno, fa assolutamente la differenza sul prezzo finale del prodotto. Lo stiamo usando dallo scorso aprile e oggi possiamo già ritenerci soddisfatti per i risultati ottenuti ma sappiamo che l’evoluzione d’ora in avanti sarà continua e, grazie al supporto di RTS, ci saranno ulteriori possibilità di sviluppo”, dice Lorenzo Angeli, la figura che in Megabox è responsabile di tutto il progetto informativo.

Marco Romanini ci tiene poi a precisare “Ho apprezzato la grande collaborazione e disponibilità che il cliente mi ha fornito fin dal primo giorno di progetto. Con l’ambiente di produzione si è instaurato un ottimo rapporto e questa sinergia tra le parti ha semplificato notevolmente la realizzazione del progetto. La scelta della nostra soluzione software SmartProduction, accompagnata dalla professionalità con cui RTS segue i propri clienti, ha sicuramente portato grandi benefici al processo di pianificazione delle macchine oltre alla possibilità di avere una rilevazione dei dati di produzione dettagliata.

Marco Romanini Project Manager RTS

Punto di forza di questo progetto, per quanto riguarda il MES, è la cura e il dettaglio con cui abbiamo sviluppato le interfacce industria 4.0 che danno un vero valore aggiunto all’operatività quotidiana riducendo considerevolmente i tempi di avviamento. Sicuramente questo è stato il primo passo, stiamo già analizzando insieme a Megabox nuove integrazioni e funzioni sul MES che consentiranno di portare sul sistema operazioni che ora vengono processate manualmente per migliorare e velocizzare ulteriormente i processi di produzione”.

La fondamentale collaborazione fra fornitore e cliente
In progetti come questo è importante il supporto del fornitore, che diventa un partner di fatto con una presenza fissa per tutta la durata dell’installazione in azienda, ma è altrettanto fondamentale che l’azienda dedichi a questa tipologia di progetti tempo e risorse, poiché è chiaro ormai che la marginalità oggi la si recupera con una, quanto più possibile, corretta pianificazione dei costi e gestione del flusso di lavoro.
In Megabox questo ruolo è stato ricoperto con passione ed entusiasmo da Lorenzo Angeli, che affiancato ai tecnici di RTS, ha permesso un’implementazione del sistema quanto più veloce e lineare possibile e, come da lui precisato, “senza far perdere all’azienda nemmeno un’ora di produzione!”
“Informatizzare Megabox per noi ha significato supportare un cliente importante e affiancarlo nel suo percorso di crescita. I nostri prodotti restituiscono un enorme valore al cliente, quanto più quest’ultimo crede nell’investimento che ha effettuato e si mette a disposizione per capirne le potenzialità per sfruttarlo al meglio”, ha commentato Robertino Piazza, Direttore Generale di RTS Sistemi Informativi, cui fa eco anche il neo direttore generale di Megabox, che esprime tutta la sua soddisfazione per l’ottimo esito del progetto con RTS. “Aver investito nel rinnovamento del gestionale in un momento storico come quello attuale lo consideriamo ancor più strategico, perché mai come oggi è necessario muoversi in questo scenario di incertezza con quante più informazioni e dati corretti possibili. Quando eravamo più piccoli, riuscivamo a fare delle previsioni che più o meno venivano confermate ma oggi non è più così e per tenere tutto sotto controllo crediamo che questo tipo di soluzioni, che permettono di ottimizzare e fare economia, sia fondamentale per un gruppo di aziende come le nostre che vogliono continuare a mantenersi competitive e crescere sul mercato”, conclude Gianni Alessandrini.