Nuovo casemaker JSPRINTER 9.24 di J.S. Machine per lo Scatolificio Tecnocart

287

Un successo importante per J.S. Machine, in quanto si tratta della prima macchina di questo tipo installata in Italia e in un territorio strategico, che va a porre le basi per l’inizio di un rapporto duraturo e proficuo tra le due aziende

Tecnocart è uno scatolificio che il prossimo anno celebrerà i 25 anni di attività. Costituito nel 1999 a Bologna, si rende protagonista già nel 2003 dell’acquisizione di un’azienda storica fondata a Carpi nel 1866, la Alfa Imballaggi, specializzata in produzione di imballaggi in legno che nel corso degli anni ha integrato e sviluppato nelle proprie lavorazioni l’inserimento di scatole in cartone ondulato.

Questa operazione rappresenta di fatto la svolta per Scatolificio Tecnocart, che diventa un partner in grado di rispondere a ogni esigenza di packaging industriale: oltre alle differenti tipologie di scatole progettate e prodotte su specifiche richieste dei clienti, dispone di un magazzino con oltre 50 misure e tipologie di scatole in pronta consegna per diversi utilizzi.

Scatolificio Tecnocart è un’azienda facente parte di un gruppo che annovera anche Tecnocart Imballaggi, azienda attiva nella produzione e distribuzione di accessori da imballaggio, sistemi di confezionamento, riempimento, protezione, movimentazione e impiantistica di fine linea, e Tecnobox, azienda fondata a Modena nel 1954 e specializzata nella progettazione e produzione di lavorazioni cartotecniche, espositori e luxury packaging.

Osvaldo Del Vecchio, Stefano Malagoli e Fabio Bergonzoni sono i tre soci che hanno dato vita a Tecnocart, investendo nel CaseMaker 9.24 di J.S. Machine e riponendo grande fiducia nel costruttore asiatico con sede a Carate Brianza (MB).
Li abbiamo incontrati nella loro sede di Modena, dopo il collaudo dell’impianto, per verificare le loro impressioni dopo i primi mesi di utilizzo che hanno confermato la soddisfazione nella scelta fatta, sia per quanto riguarda le caratteristiche tecniche del macchinario, la puntualità nella consegna della macchina entro i tempi stabiliti e infine per il rapporto umano instaurato con tutto il team di J.S. Machine.

J.S. Machine, pur essendo un colosso della realtà asiatica, è ancora una realtà relativamente giovane del mercato europeo; essendo questo il primo CaseMaker JS Printer sul territorio italiano, non è stato possibile, anche a causa delle restrizioni sugli spostamenti dovuti alla pandemia da COVID, mostrare la macchina “dal vivo” presso altri stabilimenti europei; J.S. Machine Europe si è adoperata con le migliori tecnologie per poter mostrare la macchina ai clienti tramite collegamenti live in remoto da altre aziende ubicate in America ed Europa, presso le quali vi sono linee operative e performanti identiche a quella installata poi presso lo Scatolificio Teconcart.

A tu per tu con il management di Scatolificio Tecnocart – Osvaldo Del Vecchio, Stefano Malagoli e Fabio Bergonzoni

Che cosa vi ha convinto a scegliere la tecnologia proposta da J.S. Machine?
“Le caratteristiche tecniche, l’aspetto economico e l’ottimo rapporto qualità-prezzo hanno sicuramente giocato una carta a favore per l’esito positivo della nostra decisione.
Ma un altro aspetto assolutamente importante e fondamentale per aziende come le nostre, che hanno bisogno di garanzie sul servizio ricambi e assistenza post vendita, sono state le persone dell’azienda, le relazioni umane: tutto il team si è dimostrato fin da subito disponibile e professionale, a partire dalla trattativa relativa all’acquisto e per proseguire poi durante tutto l’iter di installazione”.

Partendo dal presupposto che qualche timore ci può essere stato, come siete riusciti a superarli?
“J.S. Machine ha capito le nostre esigenze in termini di ricambistica e assistenza, riuscendo a farci superare i timori iniziali che avevamo circa la tempestività di intervento, trattandosi di un’azienda che ha sede principale in Cina; il contatto quotidiano e risposte immediate alle richieste di intervento sono fondamentali per chi sceglie di comprare queste macchine. La possibilità di avere presso il nostro stabilimento un set completo di ricambi soggetti a usura è sicuramente una garanzia circa la tempestività nel rispondere alle esigenze di avere parti di ricambio con disponibilità immediata. La conferma l’abbiamo avuta qualche giorno fa, quando abbiamo avuto un piccolo rallentamento sulla macchina e nel giro di poche ore uno dei tecnici di JS Machine era già sul posto risolvendo velocemente il problema”.

Con questa nuova macchina siete riusciti a compiere un ulteriore salto qualitativo?
“La macchina è riuscita a garantire un’eccellente precisione di stampa anche a velocità elevate. La struttura della macchina è caratterizzata da elevata robustezza e l’elettronica è costituita da marchi che sono leader mondiali nel loro settore, lasciandoci estremamente soddisfatti. Ormai la macchina è ufficialmente operativa da quasi 3 mesi e non abbiamo riscontrato nessun tipo di problema. Siamo assolutamente contenti della nostra scelta”.

“Da parte di tutto il team di J.S. Machine, siamo orgogliosi che lo Scatolificio Tecnocart abbia deciso di investire nelle nostre macchine e non possiamo che ricambiare con altrettanto affetto la fiducia dimostrataci con questo progetto: siamo ovviamente pronti a supportare i nostri clienti lungo tutto il percorso di crescita e miglioramento continuo”, riferisce Mike Sun, Sales Director di J.S. Machine Europe.