La tecnologia condivisa AGF e GECA si aggiorna a HP Indigo 15K

0
436

AGF e Geca Industrie Grafiche, due aziende che attraverso un’inusuale collaborazione con al centro il progetto HP Indigo hanno condiviso know-how, risorse e persone per raggiungere un obiettivo comune.  Le due aziende sono di fatto “concorrenti”, ma in realtà Luca Fiorin e Luigi Bechini, rispettivamente titolare di AGF e marketing manager di Geca, hanno deciso di “con-correre” insieme verso lo stesso fine grazie anche al rapporto personale di fiducia e di rispetto, alla facilitazione data dal fatto che le due aziende sono a poche centinaia di metri di distanza e a una precedente collaborazione.
È in questa prospettiva che si sviluppa il progetto nato nel 2019 intorno a HP Indigo 12000 che si basa su un unico sistema software che gestisce i flussi di lavoro in entrata delle due aziende, oltre ad un modello organizzativo e produttivo disegnato sulle comuni necessità.

Con oltre ottanta anni di storia nel settore della stampa commerciale e della comunicazione, attraverso la produzione di cataloghi, brochure, libri, riviste e packaging AGF vanta l’esperienza e il know-how di un’azienda solida e proiettata al futuro, in procinto di lanciare un e-commerce per i servizi di stampa pensato per il mercato B2B.
Il mercato di riferimento di Geca è invece la stampa editoriale libraria, in particolare libri tascabili in bianco e nero e a colori. Con il lancio della piattaforma Rotobook nel 2019 ha innovato il mercato della stampa del libro rendendo accessibile agli editori indipendenti un sistema di produzione in rotativa basato su tecnologie ad altissima efficienza, che assicurano agli editori prezzi unitari molto bassi per tirature dalle 50 alle 3.000 copie.
Puntare sulla tecnologia digitale era un obiettivo comune per acquisire un vantaggio competitivo in grado di favorire la crescita e differenziarsi dai competitor. Dopo una profonda analisi, la scelta della tecnologia HP Indigo è stata naturale. Il formato B2 è stato senz’altro uno dei due aspetti decisivi per la scelta. Il secondo è stata la qualità di stampa che, per aziende come AGF e Geca che vengono da una storia di stampa offset, era fondamentale. La tecnologia ElectroInk di Indigo assicura un risultato di stampa del tutto paragonabile alla stampa offset, su un’ampia varietà di supporti.

“Grazie a HP Indigo 12000 siamo in grado di gestire in modo ottimale la stampa dell’enorme quantità di copertine per i libri prodotte ogni giorno,  con un notevole beneficio sulla flessibilità del flusso produttivo e la garanzia di un’eccellente riproducibilità cromatica in caso di ristampa” ha affermato Luigi Bechini, Marketing Manager di Geca. “Inoltre, è la tecnologia giusta per realizzare libri a colori di alta qualità, anche per tirature brevi”.
“Per un’azienda commerciale come AGF la flessibilità, il time to market, l’affidabilità e la qualità sono essenziali. Con Indigo abbiamo ampliato il portafoglio dei prodotti realizzabili con queste caratteristiche offrendo nuove opportunità ai nostri clienti. Oggi possiamo stampare cataloghi, brochure, listini dalla singola fino alle migliaia di copie, rispondendo così alle esigenze più diverse dei clienti, siano essi agenzie o brand o editori e colleghi stampatori”, ha commentato Luca Fiorin titolare di AGF.

Il valore aggiunto ottenuto grazie a HP Indigo 12000, unito al desiderio di costante miglioramento e di anticipare i cambiamenti, hanno spinto AGF e Geca Industrie Grafiche ad investire per realizzare l’upgrade a HP Indigo 15K. La possibilità di stampare fino a 600 micron di spessore apre alla possibilità di produrre piccole tirature anche per il packaging utilizzando supporti molto spessi difficilmente stampabili in digitale. L’introduzione nel corso dell’anno di nuovi colori (dal Premium White al Trasparent Ink fino ai colori fluorescenti) amplierà ulteriormente la già notevole gamma di colori disponibili. I più accurati controlli introdotti con il nuovo spettrofotometro garantiscono una qualità costante dal primo all’ultimo foglio. Inoltre, lo scanner che confronta il foglio stampato con il file di stampa e lo sostituisce in caso di problemi riduce a zero il rischio di errori.
Poter trasferire sui prodotti che vengono realizzati per i clienti questa tecnologia non solo consolida relazioni in essere, ma apre a nuove prospettive di mercato interessanti da esplorare.

“Per Geca il futuro è nel libro. Anche in un anno complicato come il 2020, abbiamo visto crescere il fatturato legato all’editoria libraria. Poter contare su un flusso produttivo di alta qualità ed estremamente flessibile come quello di HP Indigo è un fattore strategico. Per il 2021 prevediamo un ulteriore forte incremento: il sistema Rotobook ha riscosso un enorme successo tra gli editori italiani, tanto da rendere necessario un raddoppio delle linee di stampa inkjet a bobina, che si concretizzerà a partire da marzo. L’upgrade a Indigo 15K rappresenta quindi per noi un passaggio importante in termini di maggiore affidabilità, migliori strumenti di controllo e maggiore produttività”, ha dichiarato Luigi Bechini, Marketing Manager di Geca.
“Per AGF il futuro sono i clienti, da sempre al centro e motore dell’innovazione e della nostra crescita. I cambiamenti portati dalla pandemia, molti dei quali rimarranno anche quando tutto sarà finito, sono diventati un’occasione per riflettere e pensare al futuro. Abbiamo visto come sempre più l’online rappresenti un canale per gli acquisti ma anche per le relazioni. Per questo a breve lanceremo una piattaforma e-commerce che si rivolge esclusivamente al mercato B2B. Siamo convinti che l’online possa essere un altro canale che si aggiunge a quelli consolidati, integrandosi con essi, così da offrire nuove opportunità e modalità di relazioni con i nostri clienti”, ha concluso Luca Fiorin titolare di AGF.