Imballaggi per alimenti biodegradabili

0
594

I prodotti per uso alimentare biodegradabili contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale e generano fedeltà nei clienti. Vediamo come.

Perché scegliere imballaggi per gli alimenti biodegradabili

Il futuro del food packaging è negli imballaggi per gli alimenti biodegradabili e riciclabili. Si tratta della scelta giusta per chi è attento ai temi di sostenibilità e tutela dell’ambiente. È importante infatti in tal senso ridurre l’uso della plastica, che è estremamente diffusa in questo settore. Per quale motivo? Perché da un lato i prodotti usa e getta aumentano il volume di plastica da dover riciclare e smaltire e dall’altro impiegano più di 100 anni per degradarsi e disintegrarsi in micro-particelle chiamate microplastiche. Queste possono danneggiare sia la nostra salute che quella delle acque del mare. Per far fronte a tale esigenza si cercano sempre più soluzioni come gli imballaggi per gli alimenti biodegradabili che sono prodotti da fonti rinnovabili e facilmente compostabili.
L’uso del packaging biodegradabile può essere una mossa vincente anche per le aziende, in quanto sempre più consumatori sono sensibili alle tematiche ambientali preferendo l’acquisto di imballaggi ecosostenibili rispetto a quelli in plastica monouso. In tal modo si va a rafforzare la propria immagine, creando un rapporto di fedeltà con il cliente.

Cosa significa “imballaggi ecosostenibili”?

Cosa si intende esattamente per imballaggi ecosostenibili? È un tipo di packaging che a lungo termine non crea un forte impatto ambientale o in qualche modo aiuta a ridurlo. Ciò avviene principalmente attraverso l’impiego di materiali riciclati al 100%, andando di conseguenza anche ad accorciare le catene logistiche e di produzione. Sembra cosa da poco, ma in realtà tutto ciò diffonde meno anidride carbonica nell’atmosfera. Inoltre è fondamentale il riutilizzo. Gli imballaggi ecosostenibili non sono più concepiti come usa e getta, ma sono fatti per durare nel tempo.

La normativa per gli imballaggi degli alimenti

Anche il packaging ecosostenibile deve attenersi ad una normativa per gli imballaggi degli alimenti ben definita che disciplina l’intero settore. Essa asserisce che ogni alimento deve essere conservato in apposite confezioni allo scopo di garantire l’igiene e favorire il trasporto ed il commercio dello stesso. Per questo è necessario utilizzare i giusti contenitori per evitare alterazioni ed inquinamento attraverso sostanze tossiche ed estranee. La normativa per gli imballaggi degli alimenti di riferimento è il Regolamento CE n. 1935/2004 e stabilisce i requisiti generali a cui devono rispondere i materiali usati per realizzare i contenitori del cibo. Essi non devono costituire un pericolo per la salute umana, comportare una modifica della composizione dei prodotti alimentari ed un deterioramento delle caratteristiche organolettiche.