Milleproroghe: Federazione Carta e Grafica, importante la proroga sui beni strumentali 4.0

849

Massimo Medugno“Il settore della carta e del cartone saluta con favore l’approvazione definitiva nel Milleproroghe della norma che posticipa al 30 novembre prossimo il termine massimo della consegna alle imprese dei beni strumentali 4.0 per usufruire del relativo credito d’imposta, ferma restando la condizione che entro la data del 31 dicembre 2022 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione”. Lo afferma in una nota il direttore della Federazione Carta e Grafica, Massimo Medugno.

“Il nostro è tra i settori manifatturieri italiani più rilevanti, con oltre 16mila imprese, 165mila addetti e un fatturato pari a circa l’1,4 per cento del PIL, caratterizzato da una forte propensione allo sviluppo in senso digitale dei processi produttivi. Pensiamo in particolare nel nostro ambito al rilevantissimo comparto delle macchine destinate all’industria della carta. La Federazione sin dalla prima normativa su Industria 4.0 ha promosso e realizzato tante iniziative di alto livello per la formazione delle imprese. La proroga odierna rappresenta dunque una ulteriore opportunità per tutte le aziende associate alla Federazione, che ha sostenuto nel dibattito la necessità per il sistema industriale proprio della norma oggi approvata dal Parlamento” aggiunge Medugno.