Michele Bianchi nuovo presidente della Federazione Carta Grafica

645

Michele Bianchi Lo scorso 8 maggio, il Consiglio Generale ha designato Michele Bianchi, CEO di RDM Group, alla Presidenza della Federazione Carta Grafica per il biennio 2023-25. Succede a Carlo Emanuele Bona, Vice Presidente di Vincenzo Bona Spa, dopo due anni durante i quali ha consolidato l’identità e il ruolo di sintesi degli interessi della filiera nei rapporti istituzionali e in Confindustria.

Dopo la laurea in ingegneria chimica presso l’Università di Pisa, Bianchi ha iniziato la sua carriera professionale nel settore dell’imballaggio in Svenska Cellulosa Aktiebolaget-SCA e maturato una preziosa conoscenza delle dinamiche e delle tendenze del settore del packaging che lo ha condotto alla carica di CEO di RDM Group nel 2016.

Fondata nel 2017 da Acimga, Assocarta e Assografici, la Federazione Carta Grafica esprime un fatturato annuo di circa 25 miliardi di Euro, pari all’1,4% del PIL, e svolge un ruolo chiave, a livello italiano ed europeo, nell’ambito della transizione digitale, energetica ed ecologica. “La nostra filiera – afferma Bianchi – è uno straordinario esempio concreto della sostenibilità e della circolarità Made in Italy. Un supporto rinnovabile e riciclato come quello della carta va promosso in tutti gli ambiti di applicazione, dalla stampa editoriale a quella commerciale, fino al packaging, soprattutto in questi mesi in cui si discute di revisione della normativa europea sugli imballaggi”.

michele Bianchi Assemblea Grafica

La designazione alla Presidenza verrà sottoposta alla votazione dei soci durante l’assemblea privata della Federazione del prossimo 19 giugno. Il primo intervento pubblico del futuro Presidente sarà, invece, il prossimo 22 giugno in occasione dell’Assemblea Pubblica di Federazione Carta Grafica che si terrà a Roma presso Civita in Piazza Venezia 11 (ore 14.30), durante la quale vi sarà il dibattito “VIRTU’, VIZI E PREGIUDIZI DELLA NUOVA PROPOSTA DI DIRETTIVA IMBALLAGGI” (Save the Date allegato). Concluderà il Sen. Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made In Italy.