Zincografia Empolese e Ario Label Solution: una partnership vincente per la stampa flessografica UV

248
premio per la stampa flessografica
Sandro Bisoli e Noemi Bisoli, titolari di Zincografia Empolese

Zincografia Empolese e Ario Label Solution, grazie alla preziosa partnership con Asahi Photoproducts, hanno ottenuto un prestigioso riconoscimento dall’ATIF (Associazone Tecnica Italiana per la Flessografia), raggiungendo il secondo posto per la miglior stampa flessografica UV alla loro prima candidatura al concorso. 

Il lavoro nei dettagli 

Zincografia Empolese vanta oltre 30 anni di esperienza nella produzione di lastre flessografiche per diversi settori; l’applicazione vincitrice del premio è stata stampata da Ario Label, con sede a Bergamo, specializzata in etichette adesive e autoadesive, identificazione automatica e packaging autoadesivo.

dettaglio lavoro stampa flessografica Il lavoro presentato dall’azienda è stato prodotto per SACLÀ, cliente di Ario, è stato stampato in quadricromia con inchiostri UV e tre tinte piatte aggiuntive, utilizzando una stampa parziale su lamina a freddo con retinatura a 156 lpi utilizzando lastre Asahi.

 

“Lavoriamo con due unità di esposizione di lastre LED ESKO 5080 XPS Crystal in tutti i segmenti in cui operiamo, dal cartoncino ondulato al packaging flessibile e con le applicazioni di etichette di alta qualità. Promuoviamo inoltre il processo di progettazione grazie a soluzioni di flusso di lavoro e design leader del settore. Abbiamo inoltre installato una nuova sviluppatrice di lastre con lavaggio ad acqua AWPTM per restare al passo con la tendenza in crescita volta a favorire una produzione più sostenibile di lastre flessografiche”, dichiara Noemi Bisoli, comproprietaria di Empolese.

“Siamo estremamente orgogliosi di aver ottenuto questo riconoscimento, in particolare perché è la prima volta che partecipiamo”, ha aggiunto Marco Borali, direttore generale della società di stampa Ario Label Solution.

“La collaborazione tra Empolese e Ario è un ottimo esempio di come service e aziende di stampa possano lavorare assieme per migliorare la produttività, la redditività e la sostenibilità della stampa flessografica” ha affermato Andrea Belloli, direttore della filiale italiana di Asahi.  “L’impiego delle lastre flessografiche AWPTM CleanPrint  rappresenta un ottimo passo in tale direzione. Ci congratuliamo con loro per l’assegnazione di questo prestigioso premio e siamo impazienti di collaborare con loro in futuro mentre proseguono nella ricerca di ridurre le rispettive impronte di carbonio.”