Flexo Day e BestInFlexo 2022: grande successo per il Convegno Tecnico e il Premio sulla qualità di stampa targati ATIF

513
Marco Gambardella

Si è chiusa con un grande successo la due giorni bolognese promossa e organizzata da Atif, che ha riunito nel capoluogo emiliano circa 450 operatori dell’industria flessografica, una famiglia, come l’ha definita il Presidente Marco Gambardella nei suoi saluti in apertura lavori, che continua a crescere nonostante le condizioni congiunturali non certo favorevoli, ma che anche attraverso momenti di aggiornamento come quelli proposti dall’associazione, analizza il presente e si prepara con cognizione di causa alle sfide future.

Una nuova formula, quella pensata per quest’anno che ha visto una prima parte pomeridiana di relazioni di carattere economico, con focus sull’andamento delle materie prime utilizzate nel processo di stampa flessografico e una bellissima case history finale.

 

Fabio Papa

Molto apprezzato l’intervento del prof. Fabio Papa Direttore Scientifico di I-AER Institute of Applied Economic Research, che ha messo gli imprenditori dinanzi agli scenari di incertezza con i quali bisogna confrontarsi, definendoli dei veri e propri eroi, capaci di fare impresa in un paese che sembra più mettere il bastone fra le ruote piuttosto che aiutare e incentivare lo sviluppo. Non sono però mancati i punti di critica, costruttiva, rivolti proprio agli imprenditori, chiamati a ringiovanire le imprese e a capire come poter diventare attrattivi nei confronti dei giovani. Parola d’ordine per gestire i prossimi anni, di difficoltà oggettiva: #strategia – #organizzazione – #controllo. Un invito anche a non perdere la bussola del controllo in un periodo difficile che si protrarrà anche nel 2023, un anno che deve essere considerato di consolidamento per prepararsi poi a una situazione congiunturale migliore a partire dal 2024.

Guido Burco, nella foto a sinistra R&D e sviluppo prodotti Burgo Group e Mario Molinaro nella foto qui a destra Group Business Team director flexible packaging di Taghleef Industries hanno presentato lo scenario per quanto riguarda l’evoluzione rispettivamente nei prodotti cartacei e nei film plastici, con i principali trend che coinvolgono il settore del packaging alle prese con la digitalizzazione, e-commerce, personalizzazione degli imballaggi, ma anche sostenibilità, alleggerimento dei materiali, soluzioni monomateriale con effetti barriera.

Gianangelo Cattaneo intervistato da Armando Garosci

A chiudere la prima giornata di lavori, Gianangelo Cattaneo, past president di Atif e Presidente di Plastik Group, che ha raccontato ad Armando Garosci, moderatore dei lavori e Direttore di Largo Consumo, la storia di successo della propria azienda che opera nel settore dell’imballaggio flessibile dal 1961 e le nuove sfide in ambito sostenibilità e sviluppo tecnologico.

Chiara Bezzi

La seconda giornata, caratterizzata da un’impronta più tecnica, è stata moderata da Chiara Bezzi di Rassegna dell’Imballaggio e che ha visto il Presidente di Atif – Associazione Tecnica Italiana per la Flessografia Marco Gambardella aprire i lavori con una relazione sull’andamento del PIL italiano, che chiuderà il 2022 con un +3,4%, dopo aver toccato anche il +5,5% nel primo semestre. Purtroppo il 2023 alle porte si preannuncia un anno di incertezze causato dagli elevati costi energetici e di produzione delle imprese, con un’inflazione alta e un generale rallentamento dei consumi e della crescita economica. Per quanto riguarda l’andamento del settore grafico-cartotecnico-trasformatore, analizzando i dati dell’Osservatorio Stampa e Imballaggi del Centro Studi Assografici, il settore chiuderà con un aumento del fatturato del 26,2% (sul quale gravano i costi energetici) e anche della produzione +1,9%. Cresce la produzione di imballaggi in carta, cartone e flessibile dell’1,6% a fronte di un maggiore aumento della cartotecnica del 5%.

Stefano d’Andrea

La parte tecnica ha visto Stefano d’Andrea per il Comitato Tecnico di Atif approfondire il funzionamento del nuovo metodo di misurazione del valore tonale del colore (CVT) in flessografia.

Stefano Capelli

Stefano Capelli per FTA Europe ha invece aggiornato la platea  circa l’orientamento europeo sulle emissioni emissioni in atmosfera per quanto riguarda la stampa flexo, invitando anche le aziende che al momento non sono costrette da obblighi di legge a provvedere autonomamente, anticipando eventuali futuri regolamenti.

Carlo Carnelli

Sempre per conto del comitato tecnico di Atif, Carlo Carnelli ha raccontato dei nuovi standard di comunicazione PRX-PQX, per una migliore interazione fra committente e stampatore.

Mattia Carpinetti

Per quanto riguarda gli sponsor, Mattia Carpinetti di Uteco ha presentato gli ultimi sviluppi del costruttore veronese in ambito sostenibilità, sia per quanto riguarda la riduzione degli sprechi e il miglioramento delle performance delle macchine da stampa e converting, sia in ambito sociale con una serie di accorgimenti inseriti nelle proprie macchine volte al miglioramento delle condizioni di lavoro e della sicurezza degli operatori di macchina.

 

Francesco Lettieri
Sergio Messina

Francesco Lettieri di Rossini Spa ha invece portato sul palco del Flexo Day in qualità di testimonial Sergio Messina titolare di JOEPLAST S.P.A., produttore di imballaggi flessibili siciliano che vanta un processo completo, dall’estrusione, alla stampa, laminazione e taglio, e che ha scelto di equipaggiare tutte le sue macchine da stampa con l’Evolution System di Rossini, ovvero il sistema automatico di pulizia del tamburo centrale delle linee flexo.

Isac Turcios e Rossella Salvatore

Infine  Inci-Flex S.r.l. che per voce di Rossella Salvatore  e Isaac Tursius hanno presentato una nuova dimensione che vedrà l’azienda di Enzo Consalvo, apparso giovanissimo in una foto della presentazione accanto al papà Carmine, a partire dal 2023 darà vita a un nuovo reparto dedicato alla ricerca e sviluppo in collaborazione con l’Università di Salerno, mix di competenze e tecnologie, che comprenderanno l’impiego di intelligenza artificiale e nuovi algoritmi capaci di realizzare sistemi di incisione estremamente innovativi e lineature a 175 lpi attraverso particolari forme geometriche del punto con microcelle appositamente studiate, e consentire alle macchine di raggiungere velocità di 400/500 metri minuto per lunghe tirature.

Ira Nicoletti, al centro con il Comitato Educational di Atif
Diego Pellegrini riceve il premio da Dario Cavalcoli

Ira Nicoletti, referente della Commissione Education ha presentato un focus sulla formazione, raccontando i progetti di Atif per l’introduzione della materia flessografica all’interno delle Scuole Grafiche e i progetti futuri sui quali c’è un crescente interesse da più poli formativi. In questo slot è stato premiato anche lo studente Diego Pellegrini che si è distinto per una tesina dal titolo “Uno sguardo sulla stampa flexo. Il premio sponsorizzato da I&C-Gama International rappresentata sul palco da Dario Cavalcoli è stato conferito da Savio Martinico e Marco Spada di ENIP GCT, partner dell’iniziativa formativa.

Michele Bondani

Last but no least l’intervento di Michele Bondani fondatore di Packaging in Italy, che ha chiuso il Flexo Day, e che ha stimolato grande curiosità e interesse in platea con il suo intervento “Packaging è marketing”, con il quale ha spiegato i principi cardine del Brand Positioning e Packaging Positioning finalizzato alle vendite. Pillole di cultura del marketing, che possono aiutare le aziende in primis a ragionare su sé stesse e sul proprio posizionamento, pena il rischio di proporsi al mercato senza una particolare peculiarità e quindi con la probabile certezza di essere considerata un’azienda generalista, dove a quel punto a farla da padrone è solo il prezzo. In secondo luogo, gli spunti di riflessione lanciati da Bondani, potranno fungere da stimolo per gli stampatori nel loro dialogo quotidiano con i brand owner.

BestInFlexo: protagonista l’eccellenza in prestampa e stampa

Grande serata quella di martedì 15 novembre, che ha visto la celebrazione della qualità di stampa flexo, con le premiazioni del #BestInFlexo2022 promosso da Atif – Associazione Tecnica Italiana per la Flessografia, alla presenza di oltre 400 persone.

Da sinistra Marco Gambardella consegna il Premio alla Carriera a Felice Rossini

Nell’occasione è stato anche conferito il premio alla carriera a Felice Rossini, titolare di Rossini Spa, per il suo impegno a favore della crescita e dello sviluppo dell’industria flessografica, di partecipazione attiva all’interno dell’associazione e per lo sviluppo del made in Italy nel mondo.

 

 

 

Complimenti a tutte le aziende che hanno partecipato al concorso, con oltre 240 lavori selezionati e una qualità di stampa sempre più eccelsa.
Il BestInShow 2022, ovvero il riconoscimento conferito all’azienda di stampa e prestampa fra tutte le categorie in gara è andato a Flessofab con l’ausilio di Studio Enne.

Di seguito l’elenco delle aziende premiate in ogni categoria, e i relativi service di prestampa: