Neri Labels migliora l’offerta digitale con la prima stampante digitale a getto d’inchiostro

310

Con l’installazione di una Screen Truepress L350 SAI E, lo specialista italiano di etichette Neri Labels ha potenziato le sue possibilità di stampa digitale, aggiungendo un’offerta più competitiva e flessibile per le piccole tirature nei settori farmaceutico, cosmetico, alimentare e dei detergenti.

L’amministratore delegato del gruppo Neri, Enrico Neri con la nuova Screen Truepress L350 SAI E

“La Screen Truepress L350 SAI E diventerà una pietra miliare per il gruppo Neri”, afferma il direttore operativo Massimo Cungi. “Questa è la nostra prima stampante con tecnologia digitale a getto d’inchiostro e aumenterà la nostra efficacia e flessibilità nel crescente mercato digitale.”
La velocità della macchina è uno dei tanti motivi per cui il Gruppo Neri ha scelto la Screen Truepress L350 SAI E. “La macchina ha un range di stampa fino a 330 mm, con velocità fino a 60 metri al minuto. Il tempo di cambio e ripristino della macchina è pari a zero, poiché non c’è bisogno di pulire la SAI tra due lavori”, dice Cungi.

Insieme alla flessibilità della larghezza della banda stampabile, questo permette al gruppo Neri di ottimizzare sia i piccoli che i grandi lotti. “Possiamo offrire prezzi competitivi ai nostri clienti”, dice Cungi. “Questo può includere un piccolo giro di prova in un nuovo mercato che un cliente sta esplorando, o la stampa di 10 diverse etichette specifiche per paese per lo stesso prodotto”, dice.

Cungi sottolinea i molti vantaggi della macchina. “La SAI E usa inchiostri di altissima qualità con una copertura e una resistenza naturale ai graffi paragonabile alla serigrafia. La macchina può stampare su tutti i substrati, dal patinato al film, senza bisogno di primerare la superficie. Possiamo regolare la quantità di inchiostro per creare effetti grafici che non possono essere raggiunti con altre tecnologie di stampa. Infine, i colori della SAI hanno una brillantezza notevole, raggiungendo una gamma più ampia di colori pantone e creando un impatto visivo superiore”.

L’impatto ambientale relativamente basso della Screen Truepress L350 SAI E è stato un altro fattore importante per sostenere la scelta del Gruppo Neri. La macchina permette una significativa riduzione degli sprechi di colore e di solventi ottimizzando l’uso di questi prodotti, oltre a minimizzare lo spreco di materie prime.

Neri Labels, fondata da Giampaolo Neri nel 1977 e oggi guidata dal figlio e amministratore delegato del gruppo Enrico, è da oltre 40 anni un punto di riferimento per l’industria farmaceutica del nord Italia. Quando Neri Labels ha acquisito Biemme nel 2019, è nato il Gruppo Neri. Ora è composto da 70 dipendenti, nove macchine da stampa, nove tavoli operatori e numerose macchine di finitura. Ci sono stabilimenti a Barberino di Mugello (Neri Labels), Siena (Etichettificio Senese) e Pozzolengo-Brescia (Biemme). Il fatturato previsto per il 2021 è di 14 milioni di euro.