L’Associazione Italiana Scatolifici festeggia i dieci anni

510

Era il 2011 quando una quarantina di scatolifici si trovarono davanti a un notaio a Milano per dare vita a un nuovo progetto di rappresentanza. Nacque così il Consorzio Italiano Scatolifici, trasformato poi nell’Associazione che riunisce oggi un centinaio di aziende in tutta Italia che pesano circa la metà dell’intero fatturato del comparto degli scatolifici.
“Le 44 aziende sedute intorno a quel tavolo dieci anni fa hanno iniziato a costruire nuove modalità per interpretare insieme il mercato e per creare una ‘casa’ in grado di assicurare alle nostre aziende la rappresentanza che fino a quel momento nessuna Associazione ci aveva garantito seriamente”, ricorda Riccardo Cavicchioli, Presidente e uno dei soci fondatori di ACIS. 

In questi dieci anni, l’Associazione Italiana Scatolifici è cresciuta e si è consolidata, creando una struttura centrale, una rete di relazioni con i più importanti operatori del settore della carta e cartone, erogando formazione e servizi per fare crescere le aziende associate e aiutarle a muoversi attraverso le nuove potenzialità legate alla sostenibilità, che ha posizionato il cartone ondulato tra i materiali più importanti del futuro nel settore degli imballaggi e non solo.
Negli ultimi anni, inoltre, ACIS si è battuta per la contendibilità del mercato, collaborando con l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che – dopo un’indagine ‘da record’ – ha accertato la concertazione illecita della quasi totalità dei produttori di cartone ondulato operanti in Italia con provvedimento sanzionatorio, la cui legittimità è stata recentemente confermata anche dal TAR del Lazio.

“Dopo questa importante battaglia, portata avanti dalla nostra Associazione con determinazione e coraggio, abbiamo imparato a collaborare con più efficacia con le autorità di vigilanza del mercato. Auspichiamo dunque in un cambiamento durevole della situazione di mercato, in particolare in periodi complessi come questi, in cui i costi e le disponibilità delle materie prime stanno già mettendo a dura prova le nostre aziende”, conclude Riccardo Cavicchioli.

Per celebrare il decennale, l’Associazione Italiana Scatolifici ha deciso di marcare anche visivamente la strada percorsa fino a qui con un restyling del marchio, che coniuga il passato – ‘CIS’ stilizzato nel logo blu – e il futuro, con la scelta di un font moderno e pulito. Una campagna di comunicazione integrata, ’10 anni insieme’ si svilupperà fino alla fine del 2021 e andrà a rafforzare il posizionamento dell’Associazione Italiana Scatolifici presso tutti gli stakeholder, con il sostegno dei concept creativi L’Unione fa il futuro e Continuiamo a costruire insieme.