La “Mission to the Open House” di Vega, tre giorni di automazione completa

212

Il 12-13-14 marzo Vega, storica azienda produttrice di macchine piega incolla di Paderno Dugnano (MI) ha aperto le porte del proprio stabilimento per mostrare la nuova linea automatica per il cartone ondulato composta dalla macchina piega incolla Altair GT 200 più le macchine complementari Vega Easypack e Vega Rotopack integrate con la reggiatrice SMB COR di Signode.

stabilimento Vega

Molta l’affluenza per questo evento, circa 80 i clienti arrivati da tutta Europa per partecipare all’open house che rappresenta la prima tra le diverse “missioni” del Vega Program 2024.

Durante questi tre giorni è stato possibile testare e osservare le funzionalità di questa linea automatica, anche con diversi cambi di formato scatole, che permette non solo di ridurre il personale a bordo macchina, ma anche di agevolare il lavoro dell’operatore.

Il team di Vega, composto dal Presidente Jacopo Nava, l’Amministratore Delegato Marco Giovannini e il direttore commerciale Remo Paiola, insieme al team tecnico, hanno accompagnato i clienti in ogni singolo step della linea.

dettaglio piegaincollaSi inizia con la piega incolla Altair GT, in questa occasione modello 200, punta di diamante tra le macchine Vega, dotata di nuovo “look” e diverse innovazioni tecnologiche tra cui i calibri motorizzati nella sezione di introduzione, le pistole incollatrici computerizzate, che permettono precisione e risparmio di tempo durante i cambi di formato, nonché di telecamera “gap control” che permette il controllo automatico di un eventuale effetto fish-tail delle scatole. Quest’ultima, insieme ad altri quattro punti di controllo qualità, permette l’estrazione di scatole non conformi anche attraverso il modulo opzionale “estrattore”, senza interruzione della linea. Oltre a quest’ultimo modulo opzionale, il modello Altair GT testato durante l’open house è dotato anche di altri moduli opzionali tra cui il 4/6 angoli ad alta velocità e i rulli di pressione e l’uscita interamente computerizzata.

Vega Altair GT

La linea esposta prosegue nella sezione di raccolta automatica composta da Vega Easypack che conta e separa le scatole squamate direttamente dal nastro di pressione della piega incolla, creando semi-pacchi di scatole pronti per essere poi pallettizzati da Vega Rotopack, modulo unico nel suo genere che ruota, capovolge e sovrappone ogni singolo blocco di scatole e lo prepara per il processo di pallettizzazione.

Scatole impacchettate

Chiude il fine linea la reggiatrice SMB COR di Signode, tra le reggiatrici più efficaci e variabili per scatole piegate, dotata anch’essa di caratteristiche tecniche all’avanguardia che permettono precisione e completa automazione del processo produttivo.

 

Jacopo Nava“Ringrazio tutti i clienti, fornitori e amici che hanno preso parte al nostro evento, sono molto soddisfatto dell’affluenza di persone intervenute e delle prestazioni della linea che abbiamo presentato. Abbiamo ricevuto moltissime richieste di informazioni anche da grandi aziende del settore del packaging che ci auguriamo si trasformino in nuove collaborazioni”, ha detto il Presidente Jacopo Nava a chiusura dell’evento. Il Presidente conferma la crescita di Vega anche nel mercato del Nord America, grazie anche alla stretta collaborazione con il partner Stitching & Gluing Solutions, che a breve aprirà negli U.S.A. uno show room dedicato interamente ai prodotti Vega.

Marco Giovannini“La propensione del settore ad automatizzare il processo produttivo va di pari passo con la spinta tecnologica impressa da Vega negli ultimi anni al proprio prodotto che diventa passo dopo passo un punto di riferimento nel settore.  Siamo orgogliosi di quanto stiamo facendo attraverso il lavoro appassionato di un team di professionisti dediti a migliorare la piega incolla sotto ogni aspetto in costante ascolto dell’utilizzatore”, ha aggiunto l’Amministratore Delegato Marco Giovannini.

Il “Vega Program 2024” prosegue, il lancio della prossima missione è verso Drupa 2024.

Claim Vega