Innova Group nel 2021 taglia il traguardo dei 100 milioni di € di fatturato

623

La famiglia Pedrotti, rappresentata dai tre Amministratori Diego, Luca e Stefano, insieme alla madre Giulia, vedova del fondatore Giovanni Pedrotti ha presentato i dati di bilancio del 2021, anno in cui per la prima volta nella sua storia, Innova Group ha superato i 100 milioni di € di fatturato, raggiungendo per la precisione quota 105.862,588.
A incidere su questo risultato un importante aumento dei volumi ma anche un incremento dei prezzi dipeso da un maggior costo delle materie prime, ora più disponibili rispetto all’anno precedente, ma a prezzi più elevati, fattore questo che ha inevitabilmente inciso sugli utili che si registrano in diminuzione di circa il 7% rispetto al 2020. Parliamo comunque di un buon risultato con oltre 8,5 milioni di € di utile netto.

“I dati dei primi 9 mesi dell’anno in corso registrano un notevole aumento del fatturato rispetto al 2021, tanto che ad agosto abbiamo raggiunto la quota dell’anno scorso”, ma come ha sottolineato Gianluca Pedrotti nell’esposizione dei dati finanziari, “ci aspettiamo una fine dell’anno più turbolenta che potrebbe far rivedere questi dati al ribasso”.

Investimenti in infrastrutture, tecnologie e impianti fotovoltaici
Prosegue la politica di investimenti del Gruppo che nel corso del 2021 ha visto l’acquisto di un nuovo terreno a Borgo San Giacomo (BS) di 60.000 mq., l’ampliamento di 3.000 mq dello stabilimento di Fontanella (BG) una nuova linea Casemkaer 1228 della Bobst, un impianto a 4 colori per una capacità produttiva massima di 15.000 fogli ora che consente di importare un nuovo lavoro con la macchina in funzione così da azzerare i tempi di set-up.
Infine sono stati apportati miglioramenti alla logistica interna e movimentazione in tutti i plant del Gruppo.

Nel 2022 sono stati investiti 10 milioni di €, una parte destinati alla costruzione del nuovo capannone di 10.000 mq. a Borgo San Giacomo, l’acquisto di 130.000 mq. di nuovi terreni tra Verona, Brescia a Bergamo tutti adiacenti alle sedi già presenti in previsione di futuri ampliamenti.

Sul fronte energetico, in previsione di una produzione che possa ottenere nei vari stabilimenti la qualifica di “Carbon Neutral” nel 2022 è stato installato a Fontanella un impianto fotovoltaico che sarà in grado di garantire il 30-40% del fabbisogno energetico oltre all’ammodernamento, in questo plant, di macchinari e logistica interna con nuove attrezzature tecnologiche.

Per il 2023 sono già stati stanziati 4,5 milioni di € di investimenti, una parte della quale sarà destinata all’installazione di un altro impianto fotovoltaico nello stabilimento di Borgo San Giacomo che arriverà a coprire il 90% del fabbisogno energetico. Infine è previsto un ammodernamento e rinnovamento di strutture e fabbricati esistenti con l’aggiunta di nuovi uffici a Brescia e un’ultima tranche destinata a logistica interna e software.

L’importanza del fattore umano

Da sinistra Gianluca Pedrotti, la Sig.ra Giulia, Stefano e Diego Pedrotti

Sul fronte occupazione, si registra un incremento dei collaboratori che dal 2020 al 2021 sono passati da 229 a 269, per arrivare a oggi fino alle300 unità. Caratteristica del gruppo, oltre a investire in tecnologia, è sempre stata quella di dedicare molte risorse anche alla forza lavoro e alla sua formazione. L’aumento dei dipendenti è stato necessario anche perché sono aumentati i turni di produzione che oggi coprono le 24 ore giornaliere.

 

A testimonianza del grande importanza che hanno i dipendenti all’interno del Gruppo, a fine settembre è stata celebrata una grande festa presso Villa Borromeo di Cassano D’Adda (BG), alla quale hanno partecipato tutti i dipendenti delle varie sedi di Innova Group, che insieme alla famiglia Pedrotti, hanno celebrato i 50 anni di attività, ricordando anche il ruolo e la figura di Giovanni Pedrotti, che nel 1972 diede vita a quella che oggi è una delle più importanti realtà familiari nel settore del cartone ondulato presenti in Italia.