Imballaggi alimentari più sostenibili grazie alla vernice barriera all’ossigeno di hubergroup

577
Con la nuova vernice barriera all’ossigeno, gli imballaggi alimentari flessibili (ad esempio per le noci) possono essere prodotti da monomateriale. (Fonte: ©sogmiller – stock.adobe.com

Le soluzioni di imballaggio riciclabili sono sempre più richieste. Tuttavia, a causa del complesso profilo dei requisiti, gli imballaggi alimentari flessibili sono spesso costituiti da combinazioni di film diversi e sono quindi difficili da riciclare.
È qui che entra in gioco la nuova HYDRO-LAC GA Oxygen Barrier Coating di hubergroup Print Solutions, specialista in inchiostri da stampa. Protegge il cibo confezionato dall’ossigeno e permette quindi un imballaggio monomateriale, che è più facile da riciclare e può quindi rientrare nel ciclo dei materiali.

“L’imballaggio alimentare flessibile convenzionale consiste spesso in diversi strati di pellicola laminata di diversa natura chimica. Ognuno svolge una funzione specifica – una di queste è la protezione contro l’ossigeno”, spiega il dottor Ralf Büscher, Senior Expert Projects Flexible Packaging di hubergroup. “Tuttavia, gli imballaggi composti da diverse plastiche non possono essere riciclati affatto o solo con grande sforzo”.

Le misurazioni mostrano che l’OTR per un film con la vernice barriera all’ossigeno di hubergroup è inferiore a 10 centimetri cubici di ossigeno per metro quadrato e giorno. (Fonte: hubergroup)

È qui che entra in gioco la nuova vernice barriera all’ossigeno di hubergroup. Dà ai produttori di alimenti l’opportunità di usare i cosiddetti monomateriali puri per i loro imballaggi. Per fare ciò, si usano laminati di film fatti degli stessi polimeri (di solito polipropilene o polietilene), tra i quali viene applicata la vernice barriera all’ossigeno. Un OTR (tasso di trasmissione dell’ossigeno) inferiore a 10 centimetri cubici di ossigeno per metro quadrato e giorno può essere raggiunto in condizioni industriali, quando si usa il polipropilene, per esempio. Gli alimenti sensibili all’ossigeno, come il muesli o le noci, sono così protetti in modo eccellente dall’ossigeno atmosferico in un imballaggio moderno e riciclabile. Dr Lutz Frischmann, Global Product Director Flexible Packaging di hubergroup: “Con la nostra nuova vernice barriera, possiamo contribuire ad un’economia circolare insieme ai nostri clienti attraverso soluzioni innovative”

Nel 2021, hubergroup ha già lanciato una vernice barriera all’acqua che protegge gli imballaggi di carta dall’umidità. Con il lancio della vernice a barriera all’ossigeno, lo specialista internazionale degli inchiostri da stampa sta spingendo ulteriormente lo sviluppo di vernici a barriera sostenibili.