Le tendenze nel settore del packaging secondo HP

578

Direttamente dal demo center di Barcellona HP ha organizzato un webinar dedicato alla stampa del packaging, intervistando alcuni dei suoi clienti europei che proprio con le tecnologie di stampa latex del costruttore statunitense hanno ampliato il proprio business fornendo soluzioni di packaging, espositori ed etichette personalizzati e in piccole tirature

Con l’introduzione della nuova gamma di stampanti Latex della linea R2000, HP ha fornito ai propri clienti un nuovo strumento per la gestione di prototipi e mock-up, ma perché no anche di piccole produzioni, a costi contenuti ma con un risultato finale di stampa davvero sorprendente.
Una tecnologia quella Latex estremamente versatile e in grado di stampare su svariati materiali, fra i quali anche il cartone ondulato, e grazie all’impiego di inchiostri base acqua, risponde anche alle esigenze di eco-sostenibilità richieste dal mercato.

Nel numero di Converter&Cartotecnica di gennaio/febbraio 2021, abbiamo pubblicato un articolo proprio su questa tecnologia di HP e le sue possibili applicazioni nel mondo cartotecnico, riportando anche il punto di vista nell’intervista a Piero Bertoldo, Ceo di LIC Packaging, unica azienda al mondo a offrire l’intera gamma di tecnologie HP per il cartone, che recentemente ha scelto anche la tecnologia HP Latex R2000 plus per la gestione di prototipi e mock-up.

Tic Tac: dal grande formato al packaging, in digitale e in web-to-print
In questo viaggio virtuale europeo fra i vari stampatori intervenuti nel webinar, alcuni dei quali di grandi dimensioni, è emerso come una tecnologia di questo tipo, che apparentemente si pensa possa essere ideale per le piccole e medie aziende, è invece indispensabile anche per chi fa grandi numeri.

Mattia Pinton, responsabile vendite settore etichette & packaging di Tic Tac

Tra le aziende clienti di HP intervenute nel tour virtuale, per l’Italia è stato invitato a raccontare la propria esperienza Mattia Pinton, responsabile vendite settore etichette & packaging di Tic Tac, azienda nativa digitale sin dal 1992, che successivamente ha scelto l’e-commerce e il web-to-print per offrire soluzioni di stampa e converting per soddisfare le esigenze del mercato. L’anno in cui Tic Tac si apre al mercato del packaging digitale è il 2006, anno in cui l’azienda apre la propria vetrina on line, di fatto la prima per il mercato italiano. “Il nostro core-business è prevalentemente on line, anche se abbiamo alcuni clienti che richiedono un rapporto diretto per gestire quelle commesse che definirei più particolari”, racconta Pinton. Tic Tac è cresciuta nel mercato della stampa digitale di grande formato per l’industria del signage, visual communication, in seguito nel tessile, portando poi il proprio know-how anche nell’industria del packaging.

“Faccio mie le parole del packaging manager della Nestlé che nel 2014 dichiarava che il packaging personalizzato in digitale avrebbe rappresentato il futuro. Quella previsione oggi non posso che confermarla. Il mercato ci richiede personalizzazione, quindi meno quantità ma più qualità, dando allo stesso tempo la possibilità ai clienti di gestire ristampe, anche con modifiche grafiche o di fustella, che prima potevano risultare estremamente costose, mentre ora grazie a stampa e taglio in digitale, riusciamo a offrire al cliente la possibilità di ordinare lotti più piccoli, aumentando la frequenza di nuovi ordinativi, per arrivare dal cliente finale con una veste del suo prodotto che sia effettivamente personalizzata, pensiamo ad esempio alle famose campagne di Coca-Cola”, aggiunge Pinton.

Ovviamente anche in Tic-Tac, che di macchine HP è ben rifornita, è entrata anche la tecnologia Latex con la serie R2000. “Con questa tecnologia siamo stati in grado di gestire dei prodotti con una qualità estremamente elevata e con un valore aggiunto rappresentato dagli inchiostri base acqua che ci permettono di rispondere anche alle esigenze green che il mercato inevitabilmente ci richiede. Stampare carta e cartone con inchiostri base acqua direi che è il massimo per quanto riguarda la sostenibilità e la riciclabilità dei prodotti. Inoltre ho avuto modo di far vedere i nostri stampati in digitale con la tecnologia Latex a degli stampatori offset, quindi avvezzi a un certo tipo di qualità, e faticavano a distinguere lo stampato in digitale. La qualità in Tic Tac è un must, e devo dire che in HP abbiamo anche apprezzato il buon livello di produttività di queste macchine; recentemente abbiamo installato delle automazioni che ci aiutano a gestire i fogli di stampa sulle macchine in entrata e uscita”, conclude Pinton.

Una tecnologia per differenti applicazioni
Diversi gli esempi di imballaggi presentati dal demo center HP di Barcellona. Un primo campione ha evidenziato come su un cartone kraft (qui credo ti riferisci al kraftliner in inglese, che si usa come copertina per racchiudere l’onda nella produzione di cartone ondulato) è stato usato l’inchiostro bianco, con una pulizia nel dettaglio e una brillantezza nel colore assolutamente di alto livello.
Nel secondo campione mostrato non passavano inosservati i colori brillanti, soprattutto il rosso e il nero, con una perfezione nelle parti di testo riprodotti con estrema precisione e senza alcuna sbavatura. Infine esempi di packaging in cartoncino teso per l’industria cosmetica, dove la qualità è un’esigenza primaria, con effetti di nobilitazione di grande livello grazie agli inchiostri latex.                                  ¢