ICR: controllo e gestione strumentale del colore

0
203

I.C.R. S.p.A. nei suoi oltre 40 anni di attività si è sempre contraddistinta per l’importanza riservata alla funzione di ricerca e sviluppo, promuovendo una stretta collaborazione con tutte le aziende coinvolte nella stampa rotocalco: dai produttori di macchinari, ai produttori di inchiostri, adesivi, vernici.
La Repro di ICR realizza impianti per tutte le tipologie di stampa, non solo rotocalco, ma anche offset, flexo e digitale, in modo da soddisfare l’esigenza del Brand Owner di ottenere un’omogeneità di risultato cromatico per i diversi stampati della stessa linea anche se realizzati con differenti tecnologie.
Lo scanner 3D installato nel reparto, grazie ad una lettura bidimensionale abbinata alla relativa scansione 3D, permette di ottenere un file per la stampa con l’esaltazione dei contrasti e delle profondità tridimensionali.

Le diverse tipologie di incisione che ICR offre garantiscono risultati ottimali ed avviamenti rapidi, che si tratti di inchiostri metallici o di testi molto fini, di sofisticati grafismi o di colori per i quali è richiesta una coprenza elevata. Da un lato l’incisione elettromeccanica, dall’altro l’incisione Laser indiretta offrono un ampio range di incisioni e possibilità per ottenere il risultato desiderato ed avere costanza di resa lungo tutta la produzione e per le successive ristampe.

Nell’ottica di miglioramento continuo del servizio, dall’inizio del 2020 è operativa la nuova cucina colori nel reparto proofing di ICR. La stazione è interfacciata con il software Ink Formulation per la formulazione degli inchiostri e in modo bidirezionale tramite il software Color Track con la repro dove vengono definiti in modo univoco e digitale i colori e le loro cadute. Questo permette una realizzazione fedele dei colori “digitali” sulle prove stampa. Da sempre uno dei principali servizi dell’azienda è stato quello di fornire bozze di stampa allineate con la prova colore digitale approvata dal cliente. Oggi quest’ultima installazione chiude il cerchio, permettendo ad ICR di utilizzare le stesse ricette colore che il converter utilizza nel proprio reparto stampa: prove colore digitali, prova cilindri, che ricordiamo essere una simulazione della stampa del cliente, e campione stampato, grazie alla digitalizzazione del colore, sono allineate tra di loro, tutto a beneficio di avviamenti stampa certi, veloci, con il minimo scarto.

Questa nuovo servizio è molto apprezzato oltre che dal mercato del flexible packaging anche dal settore decorativo di nobilitazione legni e pelli, oltre ai tovagliati, dove la maggior parte dei lavori è realizzata in Pantone, è quindi ancor più importante che i colori utilizzati nella fase di repro digitale sia allineata al risultato finale di stampa.
Tutto il processo è gestito tramite il Color Management System, dove la cucina colori con il relativo software Ink Formulation è stata integrata perfettamente per completare il flusso di lavoro.