Flexo Day chiama il Sud risponde e l’evento di Bari va oltre le più rosee aspettative

1046

pubblico Flexo Day sudIl Flexo Day Sud mancava nel calendario delle attività di Atif da alcune edizioni per cause di forza maggiore, ed è forse anche per questo che la risposta degli operatori di stampa e packaging del centro sud è stata notevole, decretando il successo dell’edizione 2023 con oltre 200 presenze in sala.

I presupposti c’erano stati tutti, già a partire dalla cena di networking organizzata al Country Club di Bari lunedì 27 marzo alla quale hanno partecipato un centinaio di persone. E qui merita sicuramente un doveroso ringraziamento Gianni Romano, titolare di Roflex azienda barese associata ad Atif, che tanto si è prodigato nella ricerca di questa location oltre a supportare con la sua presenza in loco lo staff di Atif per tutta l’organizzazione del convegno. A chiudere la serata, come ormai da tradizione, l’immancabile discobar, sempre molto apprezzato.

La normativa europea sui rifiuti che mette sotto pressione un’intero comparto

Gambardela Flexo Day sud
Marco Gambardella

La mattinata del 28 marzo è stata aperta dal Presidente di Atif Marco Gambardella, che per l’occasione ha anche moderato i lavori. Nel suo intervento il Presidente, dopo un aggiornamento sulla situazione economica generale, con una sostanziale tenuta del comparto grafico-cartotecnico, ha lanciato forte e chiaro il grido di allarme per il nuovo regolamento europeo sugli imballaggi, che se dovesse proseguire nel suo iter, metterebbe a dura prova un intero comparto, col rischio di mettere a repentaglio le attività delle aziende con riflessi negativi sull’occupazione.

Una doppia azione viene portata avanti per monitorare la situazione, a livello italiano con le attività di Assografici e della Federazione Carta e Grafica, e nelle sedi europee grazie a Intergraf e FTA Europe, di cui Atif fa parte. Il nuovo regolamento pone l’accento sul riuso del packaging, facendo perdere di vista altri elementi fondamentali, come il recupero e il riciclo, dove l’Italia è un’eccellenza o il non tenere conto delle diversità delle tipologie dei materiali da imballaggio, buttando tutto in un unico calderone, esattamente come è accaduto con l’inquinamento dei rifiuti da imballaggio dove a essere messi sotto processo sono stati appunto i materiali coi quali i pack sono prodotti e non l’azione incivile di gettare un qualsiasi rifiuto nell’ambiente, nei fiumi, nei mari…

“Dobbiamo restare uniti, continuare a lavorare a livello associativo ma soprattutto di filiera, perché solo così possiamo far sentire la nostra voce, che poi è quella di un comparto sano, che produce ricchezza e occupazione, e che non merita di essere maltrattato da normative poco attinenti alla realtà dei fatti”, ha commentato il Presidente Gambardella.

Luigi Morelli
Luigi Morelli

La vitalità del settore grafico e cartotecnico è stata ripresa anche nei saluti di Luigi Morelli Presidente Sezione Carta, Editoria, Grafica e Packaging di Confindustria Bari BAT che rappresenta le aziende del territorio del settore carta, grafica, editoria e packaging, che è stata costituita, dopo una lunga e faticosa trafila, nel dicembre 2022.

Formazione flexo: i progetti per le scuole

Aprire un convegno di questa portata con due interventi dedicati alla formazione è stato sicuramente un bel segnale, ma per Atif l’aspetto formativo è uno dei punti qualificanti del progetto associativo come ricordato da Ira Nicoletti per la Commissione Education, che ha aggiornato sui progetti più recenti portati avanti insieme agli Istituti scolastici e quelli futuri.

Savio Martinico, Direttore di ENIP GCT, ente di formazione fondato nel 1955 per i professionisti del mondo grafico e cartotecnico, ha ribadito il sostegno e la collaborazione con Atif, sottolineando l’importanza strategica di collaborare con fornitori di tecnologie e materiali per dotare le scuole di laboratori attrezzati, come avviene nei Paesi europei coi quali l’Italia compete a livello di leadership di mercato, e ricordando come ogni anno sono circa 500 i ragazzi che escono dalle 35 scuole accreditate da ENGP GCT, e circa il 60% di questi trova immediatamente occupazione, mentre la restante parte degli studenti prosegue nel proprio percorso formativo.

Focus colore e prodotti per coating e laminazione sostenibili

La parte più tecnica del convegno, così come avvenuto durante il Flexo Day di novembre 2022 ha visto gli interventi per conto del comitato tecnico di Carlo Carnelli e Stefano d’Andrea.

A Carnelli il compito di raccontare come, attraverso i nuovi standard PRX e PQX, sia possibile semplificare la comunicazione del colore fra brand owner e stampatore digitalizzando l’informazione ed eliminando così ogni possibile fraintendimento e incomprensione quando per dare riferimenti di colore allo stampatore vengono impiegati campioni stampati che possono deteriorarsi nel tempo, così come le famose “tirelle” o utilizzando le mazzette Pantone che tutto sono tranne uno standard di riferimento del colore. A D’Andrea invece il compito di approfondire il funzionamento del nuovo metodo di misurazione del valore tonale del colore in flexo, indicato con tre lettere CVT (Color Value Tone) dove è sparita la lettera “S” che indicava questo metodo solo per i colori Spot, e che adesso finalmente può essere utilizzata anche per la quadricomia.

Ultimo intervento tecnico della mattinata quello presentato da Roberto Pela di Henkel, che in maniera estremamente dettagliata, ha parlato degli ultimi sviluppi di prodotti per coating e laminazione dedicati all’imballaggio flessibile in un’ottica di sostenibilità.

Quando il packaging diventa storytelling

Giandomenico Marcone
Giandomenico Marcone

Particolarmente apprezzato il contributo di Giandomenico Marcone di Granoro, dal titolo “Evoluzione del packaging nella storia di un brand”. Marcone, volto noto ai frequentatori di Atif, infatti ha preso parte alla giuria a diversi concorsi BestinFlexo del passato, ha voluto raccontare l’esperienza del brand per cui lavora, e che ha deciso di rivoluzionare le proprie confezioni di pasta, che oggi, grazie allo storytelling raccontano il profondo legame con il territorio pugliese. “Attraverso questo pacco c’è la volontà di ‘portarsi dietro la Puglia’ con la stampa sul fondo dei pack della texture dei muretti a secco, tipici delle masserie pugliesi”, ha aggiunto Giandomenico Marcone, analizzando nel dettaglio la grafica stesa del nuovo packaging Granoro, dove molto spazio viene dedicato al racconto del prodotto, di come viene fatto, con quali ingredienti e la loro provenienza, il tutto rappresentato con una grafica moderna, capace di trasmettere i valori del brand e la sua personalità in un’ottica sempre più lifestyle, dove anche un pacco di pasta può creare un legame di questo tipo col consumatore che oggi vuole vivere sempre più un’esperienza emozionale e non un semplice acquisto destinato al consumo.

Flexo Day Sud da dietroNuova location per il Flexo Day di novembre

A fine convegno, salutando i presenti, Marco Gambardella ha ufficializzato le date del prossimo Flexo Day – BestInFlexo, che si terrà il 21 e 22 novembre a Milano. Una première assoluta per la città in cui Atif ha la sua sede, ma che mai ha visto ospitare i suoi eventi per il mondo flexo e packaging. Una scelta, quella di Milano, che dovrebbe anche andare incontro alla necessità di poter ospitare un maggior numero di persone. Ricordiamo che l’ultimo Flexo Day 2022 aveva sfiorato le 500 presenze. A breve Atif inizierà la campagna informativa per partecipare al BestInFlexo e verranno aperte le iscrizioni al Premio di qualità della stampa flexo.