Entusiasmo e positività al Brand Revolution LAB che compie cinque anni

602

Lo scorso 21 ottobre Stratego Group, con il patrocinio di DMA Italia, ha presentato i progetti 2021, e quelli della precedente edizione che, a causa dell’emergenza sanitaria, sono stati presentati nel corso di una serie incontri OnAir andati in onda tra novembre e dicembre 2020.

 

12 tessere che i visitatori di BRL hanno raccolto nei vari salotti per comporre un puzzle: un bel gioco che ha stimolato il networking, finalmente nella modalità migliore, in presenza!

Brand Revolution LAB ha visto grandi spazi di manovra creativa con l’obiettivo di progettare o riprogettare per valorizzare i prodotti o le iniziative di 20 marchi. È un territorio neutro e aperto dove si integrano le competenze di tutti gli attori, brand, agenzie creative, stampatori e fornitori di tecnologie e materiali per la stampa. Un lavoro che li ha coinvolti per diversi mesi in un confronto continuo, in un’esperienza di progettazione in co-creazione vissuta gomito a gomito che ha generato risultati finali davvero notevoli.

 

Quest’anno BRL è durato due giorni, durante i quali, oltre a vedere e apprezzare i progetti del laboratorio, al centro della scena sono stati allestiti i Touch&Talk, salotti dove partner e stampatori hanno portato esempi di stampa, soluzioni di comunicazione, materiali innovativi.

I partner di Brand Revolution LAB che hanno collaborato ai diversi progetti sono i fornitori di tecnologie e materiali: Gruppo Cordenons, Konica Minolta, Luxoro e HP. Gruppo Cordenons ha messo a disposizione le sue carte creative innovative; HP e Konica Minolta le tecnologie di stampa digitale su diverse applicazioni, dal packaging al grande formato, dalle etichette al textile. Luxoro e MGI hanno permesso di sperimentare i confini della nobilitazione, sia con stampa a caldo che in digitale, mentre genARate ha aperto il campo alla realtà aumentata, per un’esperienza di comunicazione integrata tra online e offline.

Protagonisti anche gli stampatori: Grafical, Ba.ia, Ciemme, Tic-Tac Stampa, Eurolabel, Gruppo Masserdotti, Dominodisplay, Tech:art, O-I, Nava Press, Rifa Etichette, ICO, Lazzati Industria Grafica, Graf Color, L’Artegrafica, Gold & Silver, System Graphic, Goglio, ACM, La Commerciale Borgogno, PressUP, Tecno Tag e Kamaleon.

Temi e tendenze dei progetti per una sperimentazione accompagnata anche dall’online
È una comunicazione stampata quella in mostra a Brand Revolution LAB, espressamente visiva, fatta di sensorialità totale, ma non statica. I progetti esposti si accompagnano alla componente digitale sia nella stampa che nella personalizzazione con dati variabili e alla realtà aumentata per portare un’esperienza cliente emozionante. Analogico e digitale convivono nel mondo della comunicazione sovrapponendosi e interagendo per creare documenti e confezioni personalizzati sia nel testo che nell’impianto grafico senza mai rinunciare alla sostenibilità e alle nobilitazioni classiche.

Il concetto di lavoro di filiera che caratterizza Brand Revolution LAB ha portato grandi soddisfazioni nel corso delle edizioni precedenti (2018-2020): alcuni progetti sono andati realmente in produzione, altri sono stati momenti di incontro forieri di collaborazioni future e altri ancora hanno vinto premi prestigiosi a livello italiano e internazionale, dagli ADCI Awards ai Pentawards, fino agli NC Awards e ai Global Eventex Awards.