Diffondere la cultura flexo, col sorriso sulle labbra. Il successo di Z Due al BestInFlexo e Flexo Day 2021!

448

Protagonista di un anno straordinario, con un finale a dir poco scoppiettante, Z Due, il service di prestampa flexo di Castelfranco Emilia in provincia di Modena, dopo la presentazione nel corso del 2020 della partnership con Reproflex3, da cui sono scaturiti i progetti ‘ProjectBlue’, ‘BlueEdge’ e ‘Vortex’ premiati a livello internazionale, ha continuato nel 2021 il percorso di crescita proponendo presso i clienti del cartone ondulato, imballaggio flessibile ed etichette i vantaggi di queste innovazioni, che oggi rappresentano il 20% della produzione di impianti stampa per il service della famiglia Mingozzi.

Riconoscimenti internazionali
Anche nel 2021 l’azienda ha continuato a fare incetta di premi, ottenendo a livello internazionale numerosi riconoscimenti in poco meno di due mesi: dai Global Flexo innovation awards di Miraclon al concorso brasiliano AB FLEXO fino ai premi inglesi EFIA e FlexoTech, per poi raggiungere l’apice del trionfo qualche settimana dopo al BestInFlexo 2021 di ATIF, con un totale di ben 10 riconoscimenti, fra cui 4 primi posti e il Best in show 2021. Quando parliamo di BestInFlexo parliamo del concorso italiano più importante in ambito flessografico che premia ogni anno i migliori lavori di produzione, riconoscendo le abilità tecnologiche sia degli stampatori ma anche e soprattutto dei service di prestampa.

Il trionfo al Best In flexo 2021
ZDue ha portato a casa nel concorso del 2020 il 1 posto nella categoria Film Banda Media Stampa Esterna a supporto dello stampatore Imball-Center e sempre un 1 posto con lo Scatolificio TS nella categoria Cartone Ondulato Patinato Post Print, 3 posto sempre a supporto di Imball-Center nella categoria Film Banda Media Stampa Interna e un altro 3 posto con Antonio Sada e Figli nella categoria Uso Creativo e/o innovativo del processo flessografico.
Per quanto riguarda invece il concorso del 2021 trionfo con Trevikart-ProGest Group nella categoria Cartone Ondulato Patinato Post Print e Best in Show con il medesimo lavoro, che premia il migliore fra tutte le aziende in gara, indipendentemente dalla categoria, e un altro 1 posto con BPK Packaging nella categoria Film Banda Larga Stampa Interna.
Secondo posto con lo Scatolificio TS nella categoria Uso Creativo e/o innovativo del processo flessografico, dove ha raggiunto anche un 3 posto insieme a Trevikart-Pro Gest Group. Infine un altro 3 posto con Toppazzini per la sezione Cartone Ondulato Patinato Post Print.

Una presentazione spettacolare
Grande soddisfazione nel team di ZDue dunque, protagonista sia della serata di premiazioni ma soprattutto nella giornata del Flexo Day, dove con un vero e proprio colpo teatrale, Marco Mingozzi si è fatto affiancare nella presentazione delle innovazioni tecnologiche in ambito di prestampa niente meno che dal famoso comico Paolo Cevoli, noto al grande pubblico per l’interpretazione dell’Assessore Palmiro Cangini. Fra algoritmi, retini, codici fantasma e nozioni di qualità di stampa flexo, l’idea di presentare argomenti tecnici abbastanza complessi con un pizzico di leggerezza ha aiutato il pubblico a rimanere vigile e attento, godendosi quello che è sembrato essere in fin dei conti un vero e proprio pezzo di spettacolo. Tra l’altro pochi giorni prima dell’evento, eravamo in chiusura con le riviste Converter di novembre/dicembre, sulle quali erano previste le pubblicazioni di due articoli in merito alle ultime novità di Z Due, e parlando telefonicamente con Marco, percepivo che stavano preparando qualcosa di eccezionale da presentare al pubblico, come poi si è effettivamente verificato.

Marco, com’è nata l’idea di coinvolgere Paolo Cevoli nella vostra presentazione? All’inizio non eravamo certi di essere in grado di comunicare l’efficacia delle nuove tecnologie al meglio, pertanto volevamo avvalerci di un comunicatore esperto, un attore. In seguito ho avuto l’idea di coinvolgere il comico Paolo Cevoli, dal momento che io stesso ho un passato nel mondo dello spettacolo e conosco l’ambiente. Paolo avrebbe dovuto supportare i nostri relatori mettendosi nei panni di un finto esperto di flexo, ma che in realtà non ne sa nulla, al fine di misurare l’efficacia dei nostri messaggi verso una platea eterogenea”.

Quali sono i lavori particolarmente indicati a sfruttare le potenzialità di queste tecnologie?
“Z DUE ha soluzioni mirate per ogni tipo di lavoro, supporto, macchina da stampa, anilox, ecc. Le nostre sono tecnologie atte a fornire un miglioramento a tutto tondo, sia per chi possiede macchine flexo altamente performanti che per chi possiede tecnologie più datate o meno performanti. Tutti possono fare un upgrade tangibile grazie a Vortex e BlueEdge. Quando arrivi a stampare su cartone patinato a una certa lineatura senza rifiuti di colore con anilox di portata 14 grammi capisci bene che siamo di fronte a qualcosa di mai visto prima. Il Best in show 2021 è stato stampato con sistema BlueEdge in concorrenza con il digitale. Il risultato è venuto decisamente migliore rispetto alla stampa digitale, con costi decisamente più contenuti. Quando si parla di conversione mi riferisco a questi esempi, ma ne avrei molti altri. Anche sul fronte imballaggio flessibile diversi nostri clienti hanno adottato i nostri sistemi poiché hanno loro stessi riconosciuto un miglioramento tangibile nella qualità degli stampati, ma soprattutto hanno tirato le somme a fine mese e hanno notato un sensibile risparmio economico”.

Cosa dobbiamo attenderci dal nuovo anno?
“Il mercato, si sa, sta vivendo un momento paradossale: da un lato un grande fermento produttivo, dall’altro la frenata sulle materie prime, situazione che temo si protrarrà almeno fino a giugno 2022. Il mercato andrà sempre più verso supporti riciclati e riciclabili, pertanto la flexo avrà molti lavori da “rubare” all’offset, rotocalco e altre tecnologie di stampa. La conversione sarà il tema principale di tutto l’anno venturo, come anticipato durante il Flexoday. Z DUE favorisce già da tempo questo processo e siamo certi che spingeremo ancora di più l’acceleratore in questa direzione. Detto questo, vi confermo che ci sarà un’evoluzione ulteriore dei nostri sistemi che fornirà prestazioni ancora superiori e nuovi vantaggi per gli stampatori…”

La parola al cliente: Intervista con Andrea Tullini, Ceo Scatolificio Medicinese