Cartotecnica Rigon festeggia i 60 anni di attività con una nuova piegaincolla Diana Smart 115 C

1380

La Cartotecnica Rigon festeggia quest’anno i 60 anni di attività nel settore del packaging in cartone, che rappresenta per tutta la famiglia una grande passione prima che un’attività lavorativa e un business. Lo si capisce varcando la soglia della nuova e bellissima sede, caratterizzata da un design moderno e di tendenza che accoglie il visitatore in un’atmosfera dove tradizione e modernità vanno a braccetto per soddisfare le esigenze del mercato, grazie anche ai costanti investimenti in tecnologia

Cartotecnica Rigon è un’azienda a conduzione familiare con sede a Carrè in provincia di Vicenza e proprio nel 2023 festeggia i 60 anni di attività nel settore del packaging litografato. Un’avventura che affonda le sue radici agli inizi degli anni ’60 quando Pietro Rigon, padre di Fiorenzo, attuale CEO, impiegato in uno scatolificio della zona, appassionatosi a questo lavoro, propone alla sua famiglia di rilevare l’attività. Siamo nel 1963 e nasce a Carrè (Vi) lo Scatolificio Rigon. Nel 1998 la svolta decisiva dalla quale prende vita la Cartotecnica Rigon come la conosciamo oggi.

“Un’importante multinazionale del packaging in cartone ondulato ci fece un’offerta per rilevare l’attività, essendo ormai diventati il primo scatolificio trasformatore del triveneto e grazie a quella cessione, decidemmo di dedicarci, con una nuova realtà, al settore del packaging litografato stampato di alta qualità investendo in una macchina da stampa e vari macchinari per la trasformazione del cartoncino teso e ondulato, ovvero accoppiatrici, fustellatrici e piegaincolla”, esordisce Fiorenzo Rigon, confermando una delle caratteristiche che un imprenditore deve avere per definirsi tale, ovvero la capacità di visione e guardare al futuro, sondando nuovi mercati.

Rigon ingressoSiamo negli anni dove la crisi della stampa commerciale inizia a farsi sentire, moltissime tipografie chiudono i battenti, e quelle che oggi sono ancora sul mercato, lo devono proprio alla scelta di sviluppare maggiormente il mercato del packaging cartotecnico. Una naturale vocazione verso la ricerca del bello che oggi in Cartotecnica Rigon si può respirare, varcando la soglia dell’ingresso, dove si viene accolti da una bellissima postazione di reception che sottolinea l’attenzione all’ambiente, ma anche da un’esposizione dei lavori più significativi realizzati dall’azienda. Un ordine e una pulizia che si ritrovano poi anche negli ambienti di produzione, con un layout di impianti produttivi che seguono il naturale flusso della produzione di un packaging stampato.

Oggi l’azienda occupa 60 persone, e la terza generazione della famiglia sta muovendo i primi passi in Cartotecnica Rigon mantenendo e portando avanti i valori e la filosofia che da sempre contraddistingue l’operato della famiglia. L’azienda opera prevalentemente nel mercato del triveneto, coprendo i più svariati settori merceologici.

Un parco macchine moderno ed efficiente

rigon reparto In Cartotecnica Rigon è presente l’intero ciclo di produzione, che dalla creazione grafica e prestampa affianca il cliente fino alla consegna del prodotto finito. La macchina da stampa di ultima generazione formato 120×164 a sette colori con doppia torre di verniciatura e doppi forni di asciugatura fornisce i fogli stampati che poi a seconda delle successive lavorazioni passano ai vari reparti di accoppiatura automatica, fustellatura, finestratura e infine piegaincollatura dove lavorano a ciclo continuo 4 linee, tutte dotate di sistema di confezionamento automatico e palettizzazione a fine linea. Il prodotto finito viene stoccato in un magazzino compattabile che ha una capienza di 2000 pianali.

In azienda è presente anche un reparto di stampa digitale di grande formato per la produzione di espositori. “Abbiamo scelto una macchina da stampa digitale luce 3300 in grado di raggiungere 450 metri quadri l’ora e abbiamo deciso di configurare questa macchina con carico e scarico automatico per una produzione non stop senza presidio dell’operatore. Per noi la scelta del digitale non è finalizzata solo alla produzione più efficiente di commesse già esistenti, bensì per la possibilità di offrire espositori e prodotti cartotecnici di grande formato e complessità superiore. La macchina è installata in una nuova area dell’azienda dove lavorano operatori di prestampa, progettisti e sistemi di prototipazione”, aggiunge Fiorenzo Rigon.

La nuova Diana Smart 115 C, una scelta di cuore!

rigon piegaincollaL’ultimo investimento che ha riguardato il reparto di piegaincollatura risale a metà del 2022, quando nel già fornito reparto è entrata in produzione anche la nuova Diana Smart 115 C commercializzata in Italia da Heidelberg. E per Cartotecnica Rigon questo nuovo investimento, resosi necessario per un aumento delle richieste e tempi di consegna sempre più ristretti, ha riguardato in primis una scelta di cuore, dato che avendo già in casa una Jagenberg Diana 105-2 del 1996 con prestazioni tuttora di alto livello, la proprietà dell’azienda ha ritenuto opportuno continuare il rapporto con l’evoluzione di quel macchinario, mentre la seconda, ma non meno importante ragione è stata di assecondare la richiesta degli operatori di poter avere  una nuova linea che fosse versatile come la precedente tecnologia con la quale hanno grande familiarità da anni.

“La nuova Diana Smart 115 C di Cartotecnica Rigon è una linea automatica, completa in grado di produrre a una velocità di 450 metri al minuto, in luce ingresso 115cm, e può eseguire lavorazioni astucci lineari, fondo automatico, scatole a 4-6 angoli, ed è dotata di dispositivi per la lavorazione del microonda. Inoltre sono previsti tutta una serie di dispositivi a garanzia della qualità del prodotto come il controllo posizionamento finestre, codice colore, colla, che permette alla Cartotecnica Rigon di produrre qualsiasi tipologia di scatola, rispondendo pienamente alle loro esigenze di produttività”, interviene Lorenzo Ariberti, Business Driver post-press di Heidelberg Italia.

Quest’ultima installazione si inserisce in un programma di investimenti che a partire dal 2019 ha visto rinnovare gran parte del parco macchine, digitale e offset, e una nuova linea di finestratura.

Ma siccome gli investimenti non possono mai finire per un’azienda che voglia stare al passo col mercato, è del gennaio 2023 la conferma da parte di Cartotecnica Rigon di un nuovo acquisto che andrà a completare il fine linea della nuova piegaincolla predisponendo, in automatico, il prodotto finito sul pallet per poi essere inviato alla linea di confezionamento.