Carta Stampa: imballaggio flessibile a cono

916

L’imballaggio flessibile a cono è una delle possibilità tra gli imballaggi flessibili e si caratterizza per un imballo sottile formato da strati come la carta, la cellulosa e l’alluminio; esso può contenere alimentari, farmaci, prodotti di igiene personale e molto altro. Nello specifico i coni per alimenti prodotti da Carta Stampa sono prevalentemente utilizzati per gelati, assicurando un’ottima prestazione in termini di conservazione e contenimento.

I coni vengono stampati in forma stesa, si realizza quindi un triangolo con un lato curvo in cui si sviluppa la grafica. È molto importante verificare la corretta adesione degli inchiostri per scongiurare il rischio di un distacco di questi ultimi con la possibilità di inquinamento del prodotto alimentare, anche perché le condizioni di conservazione dei gelati mettono a dura prova inchiostri non adeguati all’applicazione. Si aggiunge poi una vernice compatibile con gli alimenti per evitare graffi e distacchi e per garantire la compatibilità alimentare sia del supporto stampato sia della carta interna.
I due strati sono laminati con adesivi all’acqua che devono garantire la tenuta dell’accoppiato anche in condizioni difficili come freddo e umidità, tipiche dei congelatori, ma anche caldo al momento dell’entrata delle cialde nell’involucro. Sul lato esterno dell’alluminio viene poi spalmato un primer, sempre a base acquosa, con la duplice funzione di proteggere l’alluminio dall’ossidazione e di favorire l’adesione degli inchiostri usati per la stampa. Il film viene poi fustellato e piegato tramite appositi macchinari per formare il cono che viene mantenuto chiuso da una piccola quantità di colla a caldo che viene applicata in una zona in cui i lembi si sovrappongono evitando quindi qualsiasi contatto con il prodotto, per questa ragione nella zona della punta si lascia una apposita riserva per permettere l’incollaggio.
I coni finiti vengono impilati e confezionati in scatoloni da cui saranno prelevati per essere caricati nell’impianto di confezionamento o utilizzati nelle gelaterie, nel caso del confezionamento a livello industriale si usa anche un coperchio, in genere in cartoncino, che verrà posto sulla parte superiore del prodotto. La chiusura dell’imballo tramite dischetto superiore non richiede la saldatura a caldo, ma solo la semplice piegatura del bordo superiore, rendendolo particolarmente adatto alle applicazioni con prodotti che devono essere lavorati a temperatura controllate o addirittura in condizioni di refrigerazione.

Il packaging è in costante evoluzione e la ricerca di nuovi materiali e prodotti è sempre in una fase di ricerca continua. L’imballaggio, infatti, si evolve insieme al mercato e concezioni flessibili di prodotti sono alla base della riuscita aziendale. Le esigenze del cliente da un lato e l’economia circolare dall’altra, sono le coordinate per puntare sempre più in alto verso una sostenibilità globale. Una novità su cui Carta Stampa sta lavorando, per migliorare sempre di più in ottica ambiente e riciclabilità, è una tipologia di cono senza alluminio, con carta opportunamente trattata per garantire una adeguata barriera agli agenti esterni, in modo da ottenere una struttura totalmente riciclabile. La carta per il packaging a cono è sicuramente il materiale più adatto. Sostenibilità, possibilità di personalizzazione, oltre a leggerezza e poco ingombro. L’utilizzo di materiali ecosostenibili, derivati da fonti rinnovabili, agevola il riciclo del prodotto; la produzione richiede un basso contenuto di energia immettendo nell’ambiente un minimo quantitativo di gas serra, dato non poco importante in questo momento per il rispetto dell’ambiente.