XYSY annuncia un imminente aumento dei prezzi per i prodotti nyloflex®

212

XSYS ha annunciato un prossimo incremento dei prezzi per la gamma di prodotti nyloflex®, come conseguenza dell’aumento dei costi di produzione che ha colpito l’intero settore nel corso del 2022.

A partire dal 1º febbraio 2023, l’azienda applicherà un incremento dei prezzi compreso tra il 6% e il 9% sulle lastre di stampa flessografiche nyloflex®. 

Il settore si trova al centro di una tempesta perfetta, con un’inflazione record e continui vincoli imposti alla supply chain. “In questo periodo eccezionale, la nostra massima priorità è stata quella di mantenere gli impegni: offrire prodotti della massima qualità ai nostri clienti, in modo integrale e nei tempi stabiliti. Siamo orgogliosi di essere uno dei fornitori più affidabili del settore”, ha dichiarato Friedrich von Rechteren, Global Commercial VP presso XSYS. “Inoltre, i nostri team operativi e di approvvigionamento hanno cercato qualsiasi soluzione per compensare gli aumenti dei costi di produzione senza compromettere i nostri livelli di qualità e di servizio. Grazie al successo di queste iniziative, l’incremento dei prezzi annunciato corrisponde solo a una piccola parte degli aumenti dei costi di produzione che stiamo affrontando.” 

I prezzi di materie prime quali gomma, fotopolimeri e pellicole utilizzate per la produzione delle lastre sono aumentati di oltre il 20% dall’inizio del 2021. Inoltre, i costi di trasporti ed energia hanno subito un aumento percentuale a doppia cifra. Gli esperti del settore sono d’accordo sul fatto che questi prezzi elevati delle materie prime rappresentano la nuova normalità. 

“In risposta all’aumento strutturale dei prezzi, continuiamo a investire nella ricerca di lastre flessografiche e attrezzature di nuova generazione per i nostri clienti”, ha dichiarato von Rechteren. “Tali sviluppi aiuteranno i nostri clienti a migliorare le loro attività e a raggiungere il successo all’interno dei mercati in cui operano.”

“I nostri clienti sono al centro di tutto quello che facciamo in XSYS”, ha concluso.