SYSTEC, un’avventura lunga 20 anni

0
342

SYSTEC festeggia i 20 anni di attività nel settore del printing e del converting, era infatti il 2000 quando l’azienda consegnò il suo primo montacliché. Da allora numerosi brevetti per un parco macchine installate nel mondo di oltre 1000 unità e un futuro ancor più solido grazie all’ingresso qualche anno fa nel gruppo svizzero STI SA, con la famiglia Caliari ancora presente nel team aziendale a fare da trait d’union fra passato e futuro, ovviamente nel mondo del printing e converting

Da sinistra: Alice Besseghini marketing manager, Bruno Arrigoni sindaco di Chiasso (Canton Ticino), Gianmario Rossi CEO, Franco Caliari direttore tecnico e Massimo Caliari sales manager

Ci sono alcune “frasi fatte” che nella loro semplicità condensano sensazioni, sentimenti, esperienza, vita. Ad esempio la frase “il tempo vola”: SYSTEC compie vent’anni, e guarda al futuro con ancora più entusiasmo e prospettiva. Correva l’anno 2000 quando venne consegnato il primo montacliché, il n. 1, molto semplice ma a suo modo rivoluzionario. Dopo vent’anni, numerosi brevetti depositati e mille macchine fornite in tutto il mondo, l’azienda che oggi è parte di STI SA e ha sede a Chiasso in Svizzera, guarda al futuro con progetti innovativi e ambiziosi.

La filosofia aziendale
SYSTEC è un’azienda innovativa e snella, con un team positivo e affiatato, la cui filosofia si basa sul concetto win-win.
Lo recita chiaramente l’affresco dipinto nella sala riunioni:
“Ogni relazione è come una partnership creata per un vantaggio reciproco.  Quando inizi qualunque relazione pensa a come puoi investire nell’altra persona in modo che diventi una situazione win-win.
Ecco come si svolgono il più delle volte le relazioni:

Io vinco, tu perdi -> io vinco solo una volta

Tu vinci, io perdo -> tu vinci solo una volta

Entrambi vinciamo -> vinciamo molte volte

Entrambi perdiamo -> addio partnership

Le relazioni migliori sono quelle win-win.

Perché un maggior numero di persone non inizia le relazioni con questo atteggiamento? La maggioranza della gente vuole accertarsi di vincere in primo luogo. Invece i pensatori altruisti iniziano una relazione e si accertano che l’altra persona vinca in primo luogo.
Questo fa tutta la differenza!”
Con questo punto di vista, l’azienda ha sviluppato le sue relazioni, la rete vendita, i propri prodotti, cercando sempre una relazione win-win.

Il converting
I prodotti del converting sono solo un ramo delle attività nelle quali è impegnata l’azienda svizzera, attiva nei campi della automazione industriale, della robotica e delle tecnologie per le energie rinnovabili.
Nel settore del converting e del packaging flessibile, il concetto win-win si è tradotto nello sviluppo di nuove tecnologie, con l’obiettivo di offrire ai clienti innovazione, performance e tecnologia al giusto prezzo.
“Alla fiera PRINT4ALL 2018 sono state presentate le macchine montacliché automatiche, che ci hanno posizionato ai vertici della competenza tecnologica nel montaggio dei cliché, infatti siamo tra i pochi player mondiali in grado di fornire un “ecosistema” di macchine di montaggio automatiche, in grado di effettuare tutto il ciclo di montaggio del cliché autonomamente, anche in modo robotizzato. Nell’ambito dei montacliché, le novità non si limitano alle macchine automatiche, ma la nostra intera gamma di montatori è stata rinnovata, con nuove macchine ridisegnate e sviluppate con le migliori tecnologie digitali e del machine learning”, commenta Massimo Caliari, sales manager dell’azienda.
Infatti, oggi anche le macchine montacliché standard, ovvero quelle dove l’operatore effettua l’allineamento dei cliché manualmente, sono dotate di nuovi tool software di intelligenza artificiale, per controllare il montaggio effettuato dall’operatore e assisterlo durante il posizionamento del cliché. Il team di sviluppo R&D di SYSTEC ha sviluppato una nuova interfaccia dove il software che gestisce le telecamere digitali del montacliché, in base a processi di “reti neurali”, apprende automaticamente il tipo di “crocino” o “micropunto” utilizzato sulla lastra di stampa, verificando l’effettivo allineamento longitudinale del cliché e lo scostamento rispetto al target, e dando opportune indicazioni all’operatore.

Diversificazione
“SYSTEC oggi non è solo macchine montacliché: negli ultimi anni abbiamo anche deciso di allargare la gamma dell’offerta, in modo da poter diventare un interlocutore affidabile e a 360° per tutte le esigenze di pre- e post-stampa.
Riteniamo strategico poter offrire ai nostri clienti soluzioni in ogni ambito dell’attività. Pertanto con orgoglio abbiamo diversificato i nostri prodotti, e questo ci permette di poter cogliere nuove opportunità e nuove nicchie di mercato”, prosegue Caliari.
Infatti oggi, accanto alle macchine montacliché da sempre prodotto di punta dell’offerta, l’azienda è in grado di fornire macchine per la pulizia laser degli anilox, macchine per il lavaggio dei cliché, magazzini per lo stoccaggio delle maniche di stampa.

20 anni di soluzioni “disruptive”, e non è finita qui…
SYSTEC in questi primi vent’anni ha saputo introdurre sul mercato soluzioni tecniche innovative e creare una rete vendita capillare, che oggi conta oltre 30 agenti. Tutti ciò ha portato allo sviluppo di un prodotto molto apprezzato dal mercato, lo testimoniano mille macchine consegnate in ogni angolo del pianeta.
Archiviati i primi vent’anni, SYSTEC si appresta a entrare in una nuova fase di crescita e di sviluppo tecnologico con grande entusiasmo, lavorando alla creazione di nuove generazioni di macchine sempre più automatizzate, sempre più integrate tra processi e sempre più facili da utilizzare.
“L’innovazione ha sempre caratterizzato la nostra azienda, fin dal suo inizio. Oggi va di moda definirsi “disruptive”: non penso di esagerare nell’affermare che con molte innovazioni sulle nostre macchine siamo stati veramente disruptive, unici. Penso ad esempio alla tecnologia dell’immagine virtuale, il Virtual Image, diventata poi uno standard di mercato”, dice Caliari – “Gli anni 2000 sono stati caratterizzati dallo sviluppo di Internet, gli anni 2010 dall’automazione e di tutto il concetto dell’industria 4.0, gli anni 2020 segneranno l’affermarsi delle tecnologie ibride e di IoT. Noi ci siamo, stiamo già lavorando a nuove applicazioni, nuove integrazioni e automazioni. La fiera Drupa 2021 segnerà uno spartiacque tra chi saprà indirizzare il mercato verso una nuova visione, verso un nuovo approccio alle soluzioni, e chi si limiterà a inseguire l’evoluzione tecnica. Noi sicuramente stiamo lavorando a nuove idee in grado di innovare decisamente il processo”.

In questo processo di innovazione continua, SYSTEC si presenta al mercato in questo anno così particolare (20 anni nel 2020) con un nuovo logo, lineare, leggero, e una nuova immagine, con il desiderio di trasmettere a colpo d’occhio la semplicità e la linearità delle soluzioni tecniche proposte. Di certo l’entusiasmo non manca a tutto il team di SYSTEC, che desidera continuare a scrivere una storia di successo per almeno altri 20 anni.