Stampa rotocalco e sostenibilità

132

Università di scienze applicate di Lipsia (HTWK), Istituto per la stampa, la lavorazione e l’imballaggio di Lipsia

di Kilian Menzel, Natalie Früholz, Lucia Görbert, Lutz Engisch

La stampa rotocalco offre un grande potenziale per l’economia circolare, i suoi principali vantaggi ecologici sono la riutilizzabilità del cilindro di stampa e i cicli di materiale chiusi che migliorano la sostenibilità del processo di stampa. Generalmente l’impatto ecologico dei vari processi di stampa dipende da molti fattori diversi e richiede una considerazione caso per caso per ogni applicazione e lavoro di stampa. Le attuali innovazioni del processo rotocalco mirano a migliorarne ulteriormente la sostenibilità.

L’analisi degli ordini più grandi ha mostrato che esistono ancora tirature fino a 800.000 metri. Il materiale monofilm con uno spessore inferiore a 25 µm è il supporto più utilizzato.
Quali sono state le 5 tirature più lunghe ordinate nel 2019? (Lunghezza della tiratura in m)

Queste sono le conclusioni di un sondaggio sulla sostenibilità della stampa rotocalco condotto dall’Università di scienze applicate di Lipsia. Lo studio, che si basa su un questionario e interviste all’interno dell’industria della stampa rotocalco, è stato condotto nella prima metà del 2022 e recentemente presentato dal Prof. Lutz Engisch (Università di Lipsia) alla Conferenza Annuale & Packaging/Decorative dell’ERA a Baveno, Italia. Nello studio, proposto e avviato da ERA, si fa riferimento anche alle innovazioni in corso per migliorare ulteriormente la sostenibilità della stampa rotocalco come il recupero di solventi e alternative al triossido di cromo nel trattamento galvanico dei cilindri.

Comprendeva domande su tutte le fasi del flusso di lavoro di stampa rotocalco, quindi processi a monte e a valle, ad esempio incisione e trasporto di cilindri, nonché riciclo e disinchiostrazione. Sulla base del ruolo definito nel settore della stampa rotocalco, il sondaggio conteneva domande specificamente rivolte ale parti interessate. Gli intervistati del sondaggio risultano molto preoccupati per la sostenibilità, con il 43% che conosce molto bene e il 48% conosce a livello moderato la sostenibilità ecologica all’interno dell’industria della stampa rotocalco.

La riutilizzabilità del cilindro è percepita come il più grande vantaggio della stampa rotocalco. Ulteriori forti miglioramenti riguardanti la sostenibilità del processo sono stati osservati nell’uso e nella riduzione delle emissioni di sostanze chimiche pericolose. Tra gli intervistati, il processo di elettrolisi del triossido di cromo (CrVI) è percepito come la sfida più grande per la stampa rotocalco.

Per migliorare ulteriormente la sostenibilità in futuro sono stati individuati il recupero del solvente, l’utilizzo di uno strato di inchiostro inferiore per riuscire a consumarne di meno, la sostituzione del triossido di cromo e la riduzione degli scarti all’avviamento (ad esempio, attraverso l’automazione).

Le interviste hanno rivelato soprattutto il desiderio di una migliore comunicazione e coordinamento lungo l’intera catena di fornitura. Ciò include tutti gli attori: dai produttori di inchiostri ai costruttori di macchine, dalle agenzie di progettazione alle aziende che si occupano di riciclo. Questo scambio potrebbe facilitare il coordinamento e la definizione delle priorità degli sviluppi per migliorare in modo sostenibile i fattori ambientali.