Smurfit Kappa Italia amplia la gamma di contenitori Safe&Green® con Atmos, la vaschetta specifica per carni fresche, salumi e formaggi

1200

ATMOS_Smurfit Kappa_1La multinazionale del packaging a base carta, Smurfit Kappa Italia, ha messo a punto un nuovo imballo sostenibile: la vaschetta Atmos per confezionare in atmosfera protettiva prodotti freschi riducendo l’uso di materiali plastici dell’80-90%.

Smurfit Kappa Italia, multinazionale presente sul territorio con 26 siti e 2.200 dipendenti impegnati nella realizzazione di packaging a base carta tramite una filiera integrata, presenta una nuova soluzione di imballo dedicata ai generi alimentari, frutto dello studio del team di designer specializzato in eco-packaging che opera nell’Experience Centre di Smurfit Kappa Italia con sede a Pastrengo (Verona). Obiettivo: ridurre drasticamente l’impiego di plastica assicurando la massima protezione e sicurezza degli alimenti. La nuova soluzione fa parte della gamma Safe&Green® il brand di Smurfit Kappa che raggruppa una serie di vaschette a base carta per prodotti freschi, principalmente frutta e verdura, a cui si aggiungono pasticceria e gastronomia. E da oggi anche carni, formaggi e salumi.

Con Atmos S&G cibi freschi in atmosfera protettiva

La vaschetta Atmos S&G è la risposta “green” per confezionare in atmosfera protettiva prodotti freschi come carni, formaggi e salumi. Riduce infatti l’uso di materiali plastici dell’80-90%. Si compone di due parti: il vassoio, che rappresenta la base, e la flangia che si accoppia al vassoio sovrapponendosi ai suoi lati e aumentandone di conseguenza la resistenza. Entrambe le parti sono in cartoncino, rivestite e saldate insieme da un sottilissimo film in polietilene. Lo stesso materiale – termosaldato – richiude e sigilla la vaschetta una volta inserito il prodotto da confezionare: in questo modo viene garantita l’atmosfera protettiva che assicura all’alimento una maggiore durata.

ATMOS_Smurfit Kappa_3Atmos è una vaschetta con grado di riciclabilità “B” secondo la norma UNI Aticelca; quindi, riciclabile anche dalle cartiere non dotate di impianti speciali e facilmente smaltibile dal consumatore nel circuito della carta. E offre anche un vantaggio tecnico per il cliente: può essere richiusa attraverso termosaldatura sulle più comuni linee che gestiscono le vaschette in plastica e non richiede un processo specifico. Come l’intera gamma Safe&Green®, i vassoi sono personalizzabili e stampabili con le grafiche del cliente rafforzandone la brand identity.

Accanto alla vaschetta “standard”, a breve saranno realizzate due versioni in attesa di brevetto: “doppia flangia” e  “slide to divide”,  quest’ultima costituita da uno speciale fondo con divisore, ideale per doppie porzioni, come nel caso degli hamburger. A realizzare Atmos S&G® sarà lo stabilimento di Orsenigo (Como) tramite una nuova linea automatica dedicata esclusivamente a queste vaschette.

“La nuova soluzione rappresenta un’ulteriore tappa nel nostro percorso verso una sempre maggiore riciclabilità degli imballi, un ulteriore progetto della nostra iniziativa Better Planet Packaging che ha l‘obiettivo di accompagnare i nostri clienti e i consumatori in una transizione ecologica a partire dagli imballi delle merci. Prodotti come Atmos sono la risposta a un mercato sempre più sensibile ai temi legati alla sostenibilità e per i nostri clienti costituiscono uno strumento di vendita di valore che assicura un significativo vantaggio competitivo oltre a un concreto impegno per favorire comportamenti amici dell’ambiente” commenta Gianluca Castellini, CEO di Smurfit Kappa Italia.

ATMOS_Smurfit Kappa_2L’importanza del packaging come fattore di supporto alla transizione ecologica è confermata dall’indagine condotta recentemente da Smurfit Kappa insieme a Financial Times sul tema trasparenza e sostenibilità coinvolgendo 440 senior ed executive business leaders americani ed europei di 11 settori economici. Quasi la metà degli intervistati (il 48%) indica proprio l’innovazione del packaging come uno degli interventi prioritari per raggiungere il target di emissioni “net zero”.