Pro-Gest nomina Angelo Rodolfi nuovo CRO del gruppo

163

Pro-Gest ha nominato Angelo Rodolfi Chief Restructuring Officer. Rodolfi, ingegnere e manager esperto in ristrutturazioni aziendali, con expertise nel settore, collaborerà insieme al Consiglio di Amministrazione di recente nomina con l’obiettivo di affiancare l’AD del Gruppo Francesco Zago nel processo di ristrutturazione in corso.

Angelo Rodolfi Pro-Gest

L’azienda negli scorsi giorni aveva comunicato il mancato pagamento degli interessi in scadenza nel mese di giugno. La decisione si inserisce in un contesto di manovra finanziaria in elaborazione, funzionale alle negoziazioni con i creditori e si innesta in un momento che vede la ripresa della capacità produttiva con valori in crescita soprattutto nelle cartiere, sia lato tissue che nella carta da ondulatori.

“Da inizio anno tutte le business units stanno lavorando con un trend positivo rispetto allo stesso periodo del 2023 e tutti gli stabilimenti del Gruppo Pro-Gest stanno producendo regolarmente con un portafoglio ordini in lenta ripresa” – ha dichiarato Francesco Zago, Amministratore Delegato.

Nel mese di giugno 2024 si registra un fatturato totale oltre il 10% superiore rispetto al business plan (“BP”), con un fatturato progressivo in crescita del 4% rispetto alle previsioni nel primo semestre.

50°ProGest-1c

Come annunciato anche durante la recente assemblea di Assocarta, l’Italia si conferma il secondo produttore europeo di carta e cartone dietro la Germania. Nei primi 4 mesi del 2024 si registra una ripresa del 7,9% nella produzione di carta in Italia, nonostante le cartiere stiano girando circa all’80% della capacità produttiva a causa della domanda ancora debole. In leggero recupero del 2% le carte per packaging e del 6,4% le carte per usi igienico-sanitari. Le cartiere del Gruppo Pro-Gest sovra performano rispetto al mercato italiano e al BP, sebbene i prezzi di vendita non abbiano al momento raggiunto livelli tali da garantire un’adeguata redditività.

La crescita evidenzia come il settore stia iniziando a beneficiare dell’aumento cautamente positivo della domanda e dei volumi di produzione in lenta ripresa a livello europeo. Tra le altre business units di Pro-Gest, il settore del packaging, fortemente influenzato dai consumi, tende ad adeguare i prezzi con maggiore lentezza e fa registrare valori in linea al BP da inizio anno. Nel comparto del take away, l’aumento dei volumi rispetto al 2023 è stato significativo solo a partire dal mese di maggio con la previsione di una ripresa più concreta nella seconda metà dell’anno.

In questo scenario di mercato, che mostra qualche primo segnale di ripresa del settore, Pro-Gest si pone come obiettivo il continuo impegno per soddisfare la crescente domanda di mercato, mantenendo alti standard di qualità e sostenibilità.