La tecnologia di Rotolito si aggiorna a HP Indigo 100K

340

Grazie alla tecnologia HP Indigo, l’azienda, tra le principali aziende grafiche a livello europeo, ha potuto incrementare flessibilità e produttività riducendo il lead time.
Nei suoi 7 siti produttivi sono installate le più innovative tecnologie di stampa e di confezione per tutto il ciclo produttivo – dalla pre-stampa alla legatoria – di un’ampia gamma di prodotti: libri, fumetti, cataloghi, riviste, volantini, manuali tecnici, listini prezzi, guide, diari.

Rotolito inizia a investire nella stampa digitale nel 2010, con l’installazione della prima HP Web Press T300 a colori a getto d’inchiostro in Europa. L’azienda, che gestisce anche le macchine da stampa a bobina a getto d’inchiostro a colori HP T480 e T360, prosegue il suo percorso di digitalizzazione con l’acquisizione delle macchine da stampa digitale HP Indigo 15000 e HP Indigo 10000 nel 2014 per soddisfare la crescente domanda di stampe di alta qualità e personalizzabili su diversi substrati.

Dopo 12 anni, la collaborazione tra HP e Rotolito prosegue con successo e si rinnova con l’adozione presso l’Headquarter di Pioltello ad aprile 2022, della nuova HP Indigo 100K, il sistema di stampa commerciale in formato B2, progettato per una maggiore velocità e produttività con lavori di stampa senza interruzioni.
Una soluzione che risponde perfettamente all’esigenza di flessibilità nel realizzare stampe anche in piccole tirature e personalizzate di libri illustrati, cataloghi e altre applicazioni, assicurando una qualità di stampa paragonabile a quella offset, grazie allo speciale inchiostro liquido HP ElectroInk.

“La nuova HP Indigo 100K, che ha sostituito la Indigo 10000, ci consente di incrementare la produttività nella stampa di copertine e libri utilizzando la tecnologia digitale a foglio. Grazie all’elevata produttività della nuova Indigo 100K, potremo scalare il breakeven point rispetto all’offset nella stampa di libri illustrati, cataloghi, fumetti e riviste”, afferma Emanuele Bandecchi, Sales & Marketing Director di Rotolito.

Se il formato B2+ era già una prerogativa di HP Indigo 10000, la nuova 100K riduce notevolmente il gap tra offset e digitale. HP Indigo 100K è infatti la macchina da stampa digitale B2 “più produttiva sul mercato”. In grado di stampare fino a 6000 fogli l’ora consente di spostare maggiori volumi dall’offset al digitale per soddisfare le esigenze odierne, producendo una gamma di applicazioni commerciali con una qualità di stampa straordinaria ed elevata produttività. Una macchina da stampa in grado di produrre 60 milioni di fogli B2 al mese senza mostrare segni di rallentamento.

Stampare e produrre applicazioni con flessibilità e qualità, anziché dover stoccare i materiali, ottimizzando quindi la produzione rispetto alle esigenze consente, con la stampa digitale di HP Indigo, di superare i picchi di produzione, ridurre i costi di magazzino eliminando il rischio di prodotti invenduti e la capacità di gestire produzioni ‘last minute’ oltre ad ‘acconti di lavorazione’. Senza dimenticare la possibilità di produrre a basse tirature e creare prodotti personalizzati evitando di fare scorte o realizzare copie in eccesso come nel caso di Rotolito per la realizzazione di libri illustrati, cataloghi e altre applicazioni.

La soluzione implementata da HP integra inoltre PrintOS, il sistema operativo per la produzione di stampe con applicazioni web e mobile collegate alle stampanti HP, in grado di rendere più semplice la verifica dell’andamento della produzione anche attraverso dispositivi mobili.

A tutto questo si aggiunge l’aspetto legato alla sostenibilità. Stampare quando serve significa rispondere a importanti requisiti di sostenibilità e produrre materiali in base a esigenze puntuali, con un risparmio in termini di sprechi/scarti e di CO2. HP Indigo 100K non genera scarti di lavorazione e garantisce un notevole risparmio energetico con una conseguente riduzione dei costi di produzione.

La produzione di qualità nel rispetto dell’ambiente è un percorso che Rotolito ha intrapreso da molto tempo e che si concretizza attraverso l’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili, carte eco-friendly provenienti da foreste controllate o riciclate e collaborazioni con Enti Pubblici preposti al controllo delle norme antinquinamento.