Flexo Day 2023: Milano abbraccia l’industria flessografica e del packaging per un altro straordinario successo targato Atif

683

Il Flexo Day 2023 è sbarcato a Milano, dopo le ultime edizioni bolognesi, confermandosi l’evento dell’anno per l’industria flessografia. Il Convegno annuale di ATIF, giunto alla sedicesima edizione ha riunito poco più di 500 persone che hanno fatto da cornice a due momenti di approfondimento, ma anche alla serata di gala per la nona edizione dei BestInFlexo, il concorso che premia l’eccellenza e la qualità nel processo di prestampa e stampa flessografica.

gruppo flexo day

La prima parte del Convegno con argomenti di scenario è stata moderato da Armando Garosci Direttore di Largo Consumo. Marco Gambardella Presidente di Atif, al suo ultimo Flexo Day da Presidente in apertura lavori ha espresso solidale vicinanza ai colleghi imprenditori della Toscana recentemente colpiti dall’alluvione.

Scenari 2024, controllo qualità delle macchine da stampa e tavola rotonda sul regolamento UE sugli imballaggi

Fabio Papa, Direttore Scientifico di I-AER Institute of Applied Economic Research, molto apprezzato nel suo intervento lo scorso anno sempre al Flexo Day, è stato chiamato per dare un quadro sui futuri scenari e le opportunità per le PMI per il 2024, un anno che almeno per i primi mesi sarà in linea con un 2023 di brusca frenata dopo il biennio 2021-2022 estremamente frizzante. Solo verso il fine 2024, con un’inflazione in calo e una conseguente, sperata, riduzione dei tassi di interesse, l’economia potrebbe riprendere ossigeno.

Unico argomento tecnico del pomeriggio quello presentato da Kristof Lobeau che per conto di FTA Europe ha presentato la Forma Test Europea, un progetto sviluppato per controllare la qualità delle macchine da stampa flexo.

Tavola rotonda per fare il punto della situazione sul Regolamento UE dedicati a imballaggi e rifiuti da imballaggio alla presenza di Gianluca Castellini Vice Presidente GIFCO, Alberto Palaveri Presidente GIFLEX e Maurizio d’Adda Direttore Generale ASSOGRAFICI. Unanime l’appello affinché non si guardi solo al riuso bensì venga valorizzata l’esperienza del sistema Italia, virtuoso a livello globale per quanto riguarda il riciclo. Fondamentale infine per valutare l’impatto delle soluzioni di packaging, indipendentemente dal materiale, lo studio della LCA.

A chiudere la prima parte del Flexo Day l’interessante intervista a Pierluigi Gava CEO di Cartotecnica Postumia, storica azienda della provincia padovana, sul mercato da oltre 50 anni, specializzata nella produzione di imballaggi flessibili in carta per l’industria alimentare e shopping bags sempre in carta per retail, che ha intrapreso il percorso per trasformarsi in società benefit, con un’attenzione al valore di tutti gli stakeholder del processo, quindi anche i lavoratori dell’azienda e il territorio in cui si opera.

sala giorno flexo day

Strumenti per controllare la qualità, gamut esteso, inchiostri all’acqua e presentazioni degli sponsor nella seconda giornata di interventi

Seconda giornata di lavori per il Flexo Day 2023, caratterizzata come un focus decisamente più tecnico rispetto alla prima parte, moderata anche quest’anno da Chiara Bezzi di Rassegna dell’Imballaggio e aperta dall’intervento del Presidente di Atif – Associazione Tecnica Italiana per la Flessografia Marco Gambardella che ha presentato i dati economici del settore Grafico Cartotecnico Trasformatore del 1 semestre 2023, con la produzione in calo del 10,4% e un fatturato in calo dello 0,6%. Per quanto riguarda i vari comparti si segnala il calo del cartone ondulato (-10,9%), sacchi (-16,8%), imballaggi flessibili (-5,5%), astucci pieghevoli (-4%). In calo anche la produzione cartotecnica.

Per quanto riguarda la produzione industriale in calo del -2,7% peggiore sia del PIL che dei consumi, si segnalano l’alimentare-bevande in calo del -1,5% mentre decisamente meglio il farmaceutico (+10%) e cosmesi-profumeria (+8%).

Le esportazioni del settore crescono in termini di valore del +2,5% ma in calo del 13,5% in termini quantitativi.

Per conto del comitato tecnico di ATIF, Mauro Lussignoli è entrato subito nel vivo dei lavori con un intervento dedicato ai controlli strumentali per ottenere e mantenere la qualità costante, con risultati ripetibili nei vari passaggi della produzione partendo dal reparto grafico, passando alla prestampa per concludere in sala stampa.

A seguire Kai Lankinen e Stefano d’Andrea per conto di FTA Europe hanno provato a dare dei consigli pratici per utilizzare l’ECG ovvero Extende Color Gamut che prevede l’impiego di macchine da stampa con paletta colori fissi CMYK+Orange, Green Violet che garantiscono una gamma tonale più estesa. Un consiglio utile e valido comunque per tutti i lavori? Pensare e progettare fin dall’impostazione grafica iniziale un lavoro in ECG, solo così si potranno ottenere risultati eccezionali come quelli mostrati sul palco durante la presentazione; un lavoro originariamente previsto con ben 47 pantoni è stato possibile stamparlo, con una qualità eccellente proprio in ECG.

Alessandro Somaini dell’IIS Da Vinci Ripamonti – Como è il giovane che ha ricevuto il Premio BestStudentInFlexo 2023, promosso da ATIF, con il patrocinio di ENIP-GCT e con il supporto di I&C-Gama.

Somaini

Spazio inoltre anche agli interventi dei 3 platinum sponsor di questa edizione:

Z DUE con l’intervento di Nicola Sandrolini e Giorgio Cattani sull’innovazione l’azienda di prestampa modenese sta portando avanti da ormai 3 anni, che prevede l’utilizzo di Algoritmi speciali per la produzione di lastre sia per la stampa flexo di imballaggi flessibili che su cartone ondulato, in grado di aiutare gli stampatori a migliorare le performance delle proprie macchine, ottenendo risultati qualitativi paragonabili a stampa offset e rotocalco.

Mattia Carpinetti di UTECO ha presentato la vision del gruppo veronese in ottica ESG (Environment, Social, Governance), non prima però di aver ricordato il recente accordo con Bimec, costruttore italiano di taglierine riboninatrici con il quale è stata avviata una nuova alleanza strategica per il settore converting, completando così il panel di aziende composto oltre a Uteco anche da Vision, GAP e ora BIMEC per proporre soluzioni end-to-end nel settore dell’imballaggio flessibile dalla produzione del film fino al converting finale.

Uteco ha sviluppato un ESG Tool per simulare i consumi e quindi tramutare in un valore economico tangibile sotto forma di risparmio per i converter, dando concretezza quindi a concetti teorici che rischierebbero senza strumenti e applicazioni di questo tipo di rimanere solo delle belle parole.

Francesco Lettieri di ROSSINI ha ricordato il processo di internazionalizzazione dell’azienda, partito ormai 20 anni fa, e ancora in pieno svolgimento per rafforzare la leadership e il brand a livello internazionale. Ma per farlo ha invitato il prof Alberto Cellini del Politecnico di Milano al quale ha ceduto il palco per raccontare le skills necessarie per intraprendere il percorso di internazionalizzazione e di rafforzamento del brand.

A chiudere la giornata una presentazione a tre mani dedicata agli inchiostri all’acqua, con un focus specifico su inchiostri all’acqua, macchine da stampa e anilox configurati per questa tipologia di stampa, che ha visto la presenza sul palco di Fabio Cavazzi, Tito Lopriore e Giuseppe Tripaldi per il Comitato Tecnico ATIF con la partecipazione di Stefano Peruzzo di AMB, azienda che in maniera del tutto pioneristica, ha intrapreso un percorso di sostenibilità da una decina d’anno, scegliendo di adottare la stampa all’acqua su film flessibile quando ancora non se ne parlava apertamente sul mercato.

BestInFlexo 2023: 230 lavori presentati e BestInShow a Ekaflex con prestampa Diaven

A intervallare le due mezze giornate di convegno ecco l’attesissima serata di gala, che ha visto la partecipazione di 520 persone partecipare alle premiazioni del BestInFlexo 2023 promosso da ATIF.

Complimenti a tutte le aziende di stampa e prestampa in gara nelle 15 categorie previste, alle quali da quest’anno è stata aggiunta anche la sezione “Cartone Ondulato processato su CaseMaker”.

Sono stati oltre 230 i lavori giunti presso la sede Atif, analizzati, giudicati e premiati dalla giuria composta da Pietro Luigi Ferrieri, Paride Brianzola, Simona Poli, Filippo Dal Re e Milena Torti.

Nella tabella qui sotto ecco l’elenco completo dei vincitori, tra i quali spicca il BestInShow 2023, ovvero il riconoscimento conferito all’azienda di stampa e prestampa fra tutte le categorie in gara che è stato vinto da EKAFLEX con il supporto dell’azienda di prestampa Diaven di Ira Nicoletti e Filippo Nicoletti, ai quali vanno i nostri più sinceri complimenti.

vittoria diaven

La serata ha visto anche la premiazione del premio alla carriera nell’industria flessografica che quest’anno è andato a Massimo Radice, fondatore e titolare di Corapack, past President Atif e attuale Vice Presidente. Il riconoscimento, conferito dai giornalisti del settore ha avuto la seguente motivazione: “Per lo spirito avventuroso e la determinazione che lo hanno reso protagonista dell’industria flessografica, per l’animo innovatore che ha creato soluzioni tecniche all’avanguardia, per la passione e l’impegno verso la Mission associativa nel supporto incondizionato alla diffusione della conoscenza tecnica flessografica”.

radice premio carriera

Infine un doveroso e sentito ringraziamento a Monica Scorzino e a tutto il suo staff per la sempre ottima e precisa organizzazione, di un evento che anno dopo anno cresce di interesse e di presenze. Appuntamento ora per gli FTA Europe Diamond Awards che si terranno il 30 maggio 2024 a Dusseldorf, durante la Drupa.

Elenco completo dei vincitori: