Etichette autoadesive e imballaggi in tirature brevi: fattori essenziali per la catena di approvvigionamento

0
810

Le etichette autoadesive e i relativi imballaggi in tirature brevi sono elementi essenziali per un flusso continuo di alimenti e prodotti medici. Fanno parte dell’infrastruttura assolutamente necessaria per padroneggiare la pandemia.

Le etichette e la tecnologia di etichettatura sono elementi essenziali per la catena alimentare e medica. Forniscono informazioni sui prodotti primari sugli scaffali dei supermercati e nelle famiglie dei consumatori dopo l’acquisto, offrono alle aziende farmaceutiche e ai medici l’opportunità di fornire informazioni personalizzate per i singoli pazienti e facilitano la tracciabilità delle merci lungo la catena del valore.

A seguito dello scoppio della pandemia e delle conseguenti misure di sanità pubblica, le aziende produttrici di etichette hanno preso provvedimenti per contenere il rischio per il benessere del personale e la continuità delle attività. Insieme alle associazioni nazionali e alle altre associazioni delle parti interessate, FINAT ha fornito informazioni ai membri della comunità dell’industria delle etichette, anche con un webinar che si è svolto lo scorso 31 marzo, per valutare la situazione in Europa ed esplorare possibili successivi strategie a sostegno del settore.
FINAT approva anche le dichiarazioni di vari enti del settore che richiedono la continuità del trasporto transfrontaliero di materie prime, merci e imballaggi, nonché la costante disponibilità di materie prime e prodotti chimici essenziali.

“Vari paesi hanno dichiarato esplicitamente o implicitamente che etichette e imballaggi sono parte essenziale delle infrastrutture per la catena di approvvigionamento alimentare e medica. Accogliamo con favore anche i nuovi orientamenti per la gestione delle frontiere perseguiti dalla Commissione europea, che hanno creato corsie verdi per il trasporto essenziale delle merci. Attendiamo tuttavia con impazienza ulteriori misure determinate a livello europeo per contenere l’impatto economico di questa crisi. In Europa, governi, industrie e lavoratori, siamo tutti uniti”, commenta l’amministratore delegato di FINAT Jules Lejeune.

Impegnati a supportare le infrastrutture importanti
Lejeune conclude: “Le industrie europee delle etichette e della banda stretta sono fortemente impegnate a fare la propria parte. Attualmente, tuttavia, la catena del valore delle etichette europee sta affrontando notevoli sfide, poiché le aziende si stanno sforzando di tenere il passo con l’eccessiva domanda a breve termine a causa dell’accaparramento, mentre allo stesso tempo le aziende stanno affrontando carenze di manodopera e restrizioni sulla disponibilità di materie prime essenziali e prodotti chimici necessari per il processo di produzione”.