Esko e Asahi: presentata a virtual drupa un’innovativa soluzione per la produzione automatizzata di lastre flessografiche

619

“Con CrystalCleanConnect abbiamo unito le più importanti tecnologie hardware e software di entrambe le aziende per offrire una serie di vantaggi fondamentali per la progettazione e la stampa”, spiega Pascal Thomas, Flexo Business Director di Esko. “CrystalCleanConnect garantisce operazioni più pulite ed equilibrate dal punto di vista ambientale, semplifica la produzione di lastre flessografiche, migliora la sicurezza e rende più uniforme la qualità di stampa”.

Esko ha collaborato con Asahi Photoproducts, pioniere nello sviluppo di lastre flessografiche in fotopolimero, per realizzare un’innovativa soluzione per la produzione di lastre flexo. CrystalCleanConnect automatizza integralmente la produzione di lastre, dall’incisione ed esposizione fino al prodotto finito, e riduce il numero di passaggi da 12 a uno solo. Ciò equivale a una riduzione dei tempi di lavorazione per la produzione e il taglio di lastre: per completare l’intero processo, si passa da 36 minuti a soli due minuti e mezzo.

“CrystalCleanConnect offre vantaggi tangibili alle aziende dal punto di vista sia operativo che ambientale”, sottolinea Pascal. “Una riduzione così cospicua dei passaggi di lavorazione fa subito risparmiare il 90% di tempo all’operatore. In questo modo, si elimina il potenziale di errore umano e si ottiene anche un miglioramento immediato in termini di efficienza. La qualità è assicurata dall’interazione armonica tra le tecnologie Asahi ed Esko, e ciò comporta un aumento medio del 25% nell’efficienza complessiva delle macchine da stampa”.

Un approccio olistico all’interconnessione tra le tecnologie
Dieter Niederstadt, Technical Marketing Manager di Asahi Photoproducts, spiega: “La flessografia deve semplificare i processi e, nel contempo, migliorare la qualità, l’uniformità e la redditività. In questo modo, si possono creare nuove opportunità di business e si trasforma la tecnologia di stampa in un processo ben armonizzato con l’ambiente”.

“Questa grande innovazione è, per molti aspetti, diversa da altre soluzioni sul mercato”, aggiunge Niederstadt. “Non è solo un insieme delle procedure attualmente disponibili per la produzione di lastre in linea, ma un approccio olistico all’interconnessione tra le tecnologie, a monte e a valle della catena di valore della prestampa, in cui un hub di automazione intelligente diventa il cuore pulsante della soluzione. CCC va ben oltre le comuni finalità della produzione automatizzata ed offre lastre pronte per il montaggio. È anche la prima soluzione di produzione automatizzata che non necessita di solventi a base di composti organici volatili per il lavaggio delle lastre prodotte”.

Pascal Thomas aggiunge: “Noi di Esko ci impegniamo da tempo per migliorare la produzione di lastre in termini di qualità, produttività e connettività. Insieme ad Asahi Photoproducts stiamo rivoluzionando la produzione di lastre flessografiche per consentire ai nostri clienti di essere ancora più competitivi e di rispondere alle esigenze odierne di flessibilità e sostenibilità”.

“Con CrystalCleanConnect ci siamo posti l’obiettivo finale di migliorare complessivamente il rendimento aziendale e la redditività dei clienti”, conclude Thomas.