Earth Day 2021 – Perché il cartone è il materiale del futuro

0
724
A tree growing from a white cardboard box
Tony Hitchin, Direttore Generale di Pro Carton

Oggi si celebra in tutto il mondo la Giornata della Terra, la più importante ricorrenza internazionale relativa ai temi della sostenibilità e della protezione dell’ambiente e del nostro pianeta. Pro Carton, l’associazione europea che riunisce i produttori di cartone e cartoncino, racconta quanto l’industria cartaria europea sia fondamentale per il funzionamento delle filiere collegate alla produzione di carta e cartone, a partire da quello dell’economia circolare e delle foreste, simbolo della lotta al cambiamento climatico.

Nonostante ciò, i miti legati alla carta sono duri a morire: uno dei più frequenti la dipinge quale causa della deforestazione. Di fatto, si tratta di uno dei materiali più sostenibili e riciclabili al mondo. La filiera cartaria e forestale contribuisce a mantenere in salute le foreste europee con l’acquisto di legname e cellulosa (certificate e provenienti da foreste gestite in modo sostenibile), tanto che tra il 2005 e il 2020, le foreste europee sono cresciute di 58.390 km2, un’area più grande dei Paesi Bassi ed equivalente a 1500 campi da calcio di crescita forestale al giorno.
Con una gestione forestale sostenibile si crea quindi un circolo virtuoso che concilia aspetti economici, ambientali e sociali, assicurando la vita alle foreste anche per le generazioni future. Dall’albero alla carta fino al riciclaggio, il ciclo di vita della carta è uno dei più ecologici tra tutti i materiali utilizzati al mondo. Il cartone – un materiale usato per il packaging in diversi settori, dall’alimentare al farmaceutico – deriva dalla fibra di legno quindi è un materiale sostenibile che rende gli imballaggi ecologici ed ecocompatibili.

La raccolta di carta proveniente da foreste a gestione sostenibile e certificata è strettamente controllata, grazie anche a una vasta gamma di certificazioni. Oltre a fornire una fonte rinnovabile di legno, le foreste sono alleate preziose per l’assorbimento di CO2, la produzione di ossigeno e la riduzione dell’erosione del suolo.
L’intero ciclo di produzione del cartone è circolare e sostenibile e lo stesso processo di produzione da parte dell’industria cartaria si basa sull’utilizzo di tecnologie pulite: l’Italia è leader ad esempio nella certificazione di prodotto tramite l’Ecolabel Europeo, un’etichetta che attesta l’eccellenza ecologica del prodotto.[1] Per quanto riguarda il riciclo, carta e cartone possono riciclati e riusati fino a 25 volte![2]

Sono molteplici quindi i motivi per preferire il cartone ad altri materiali. A seguito proprio della normativa europea sulle Single Use Plastics e al processo di conversione in atto da tempo di molte aziende verso materiali più sostenibili, nel 2021 dovremmo avere  4.1 megatonnellate in meno di plastica e il 68% in meno di CO2 nell’aria. Secondo un report pubblicato di Material Economics, il 25% del packaging in plastica attualmente in utilizzo potrebbe essere sostituito da carta e cartone.[3]

“I consumatori stanno diventando sempre più attenti al packaging dei prodotti e sempre più brand hanno compreso le potenzialità del cartone e si stanno orientando verso imballaggi di questo tipo, più sostenibili e ecocompatibili” dichiara Tony Hitchin, Direttore Generale di Pro Carton. “Pro Carton è da sempre in prima linea per sensibilizzare enti, aziende e cittadini sui benefici di cartone e cartoncino, un materiale biodegradabile, compostabile, riciclabile e rinnovabile. Queste quattro virtù fanno della carta e del cartone i protagonisti per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità.”

[1] https://www.comieco.org/carta-e-cartone/

[2] Technische Universität Darmstadt, https://www.thepackagingportal.com/industry-news/paper-and-cardboard-recycling-reaches-record-high-across-europe/

[3] Material Economics, https://materialeconomics.com/publications/sustainable-packaging