DuPont celebra i 50 anni del marchio Cyrel®

175

Il 2024 segna il cinquantesimo anniversario dell’iconico marchio Cyrel® di DuPont™ che ha introdotto la sua prima lastra fotopolimerica nel settore della stampa flexo nel 1974. “Questo è un momento straordinario per DuPont e per tutta la squadra Cyrel®. Durante questo viaggio abbiamo introdotto innumerevoli innovazioni sul mercato e abbiamo sempre dato priorità agli sviluppi in collaborazione con i nostri clienti”, ha commentato Tucker Norton, Global Business Director di DuPont™ Cyrel ® Soluzioni flessografiche.

logo DuPont

Gli ultimi 50 anni sono stati segnati da risultati senza precedenti. Ad esempio, negli anni ’90 DuPont ha trasformato il flusso di lavoro della prestampa flexo con Cyrel®Digital Imager (CDI). L’introduzione del CDI ha rivoluzionato il settore, consentendo ai reparti di prestampa di tutto il mondo di migrare da un flusso di lavoro analogico a un flusso di lavoro moderno e digitale “Computer to Plate”. Questo nuovo flusso di lavoro digitale non solo ha eliminato la necessità di un ulteriore materiale di consumo, ma ha anche consentito notevoli progressi in termini di qualità di stampa, riproducibilità e produttività con l’avvento dell’innovativo sistema di maschere ablative laser (LAM). Questo progresso ha contribuito ad accelerare la crescita della stampa flexo, rendendola uno dei metodi di stampa preferiti per la stampa di imballaggi.

Nel 2000, DuPont è diventato il primo produttore di lastre flexo a introdurre un flusso di lavoro termico, il sistema Cyrel® FAST, che consentiva di sviluppare lastre flexo senza l’uso di solventi chimici. Questa innovazione ha ridotto i tempi di lavorazione delle lastre e ha comportato notevoli vantaggi ambientali, tra cui un risparmio del 53% nella produzione di gas serra e una riduzione del 63% nel consumo di energia non rinnovabile rispetto al solvente, come indicato dall’LCA. DuPont è da tempo considerato leader nei flussi di lavoro di trattamento termico e dispone di una base di installazione globale di apparecchiature termiche, portando questo flusso di lavoro più sostenibile al maggior numero possibile di officine e trasformatori.

L’ultimo decennio è stato caratterizzato da un periodo di intensa innovazione poiché DuPont ha introdotto sul mercato molte altre soluzioni tecnologiche rivoluzionarie. Ad esempio, la lastra Cyrel® EASY, introdotta nel 2015, è stata la prima lastra con un punto a testa piatta direttamente in lastra, che ha semplificato il processo di prestampa e ha consentito ai clienti di ottenere maggiore produttività e uniformità.

Successivamente, DuPont ha introdotto le lastre Cyrel® EASY-R, che rappresentavano una famiglia di fotopolimeri ancora più avanzata, basata sulla piattaforma Cyrel® EASY, migliorando ulteriormente le prestazioni in macchina da stampa e rendendo le lastre ancora più facili da gestire.

Alla ricerca di una soluzione per migliorare il trasferimento dell’inchiostro, DuPont ha introdotto i retini Cyrel® EASY Brite nel 2018, chiedendo al settore: “quanto è luminoso il tuo bianco?” I retini sono stati progettati per ottimizzare il deposito dell’inchiostro nelle applicazioni con trasferimento di elevati volumi di inchiostro, ad esempio quando si stampa un fondo bianco o fondi pieni con colori spot. Questi retini hanno portato a un risparmio di inchiostro in stampa, poiché gli stampatori hanno potuto utilizzare questa tecnologia di retinatura per ottenere un’opacità ancora maggiore utilizzando meno inchiostro.

Per applicazioni su cartone ondulato, le lastre Cyrel® DLC sono state lanciate nel 2019. Sviluppate appositamente per la stampa su top liner in cartone riciclato a bassa grammatura, questa lastra rispondeva all’esigenza di ottenere una stampa di qualità eccellente e ridurre lo schiacciamento del cartone. Più recentemente, DuPont ha lanciato la serie Cyrel® Lightning Plate sia per il flusso di lavoro di produzione di lastre termiche che a solvente, ottimizzata per un’esposizione UV-LED. Questa tecnologia ha ricevuto il prestigioso premio per l’innovazione della Flexographic Technical Association 2022 e ha fissato ancora una volta il livello di eccellenza tecnica nel settore.