Drupa 2021 accorciata di 2 giorni. Nuove date dal 20 al 28 aprile 2021

0
431

Per l’edizione 2021 drupa ha deciso di ridurre la durata della fiera da undici a nove giorni. In questo modo risponde alla volontà dell’associazione partner VDMA (Printing and Paper Technology Trade Association) e di molti espositori di rendere la fiera più efficiente e di concentrare il volume dei visitatori in modo mirato. Ciò risponde anche alle persistenti restrizioni alle attività di viaggio e alle limitazioni in generale.

Claus Bolza-Schünemann, Presidente di Drupa

“Dato che al momento presumiamo che a drupa 2021 potranno arrivare meno visitatori provenienti dall’estero, consideriamo ovvia una riduzione da undici a nove giorni per indirizzare i flussi di visitatori in modo più efficace. Allo stesso tempo, la durata di nove giorni garantisce che le macchine in funzione possano essere esposte, e questo rappresenta un punto di forza esclusivo di drupa”, spiega il presidente Claus Bolza-Schünemann.

Nonostante alcune disdette, lo stato attuale delle presenze rimane di alto livello con 1500 espositori e una superficie netta di 140.000 mq. Ciò sottolinea ancora una volta la fiducia del settore in questa fiera internazionale e la necessità di incontri reali tra gli operatori, unitamente alla possibilità di acquisire nuovi clienti e della presentazione dal vivo delle macchine.
“Molti dei nostri clienti considerano una loro responsabilità l’impegno per rafforzare il settore e fornire personalmente importanti stimoli”, afferma Sabine Geldermann, direttore di drupa.
Al fine di garantire una fiera sicura come sempre, drupa si affida non solo all’adeguamento delle condizioni di base, ma anche a uno standard di protezione relativo a igiene e infezioni che viene continuamente adattato alle più recenti normative di protezione dal coronavirus e alle richieste ufficiali. Sabine Geldermann sottolinea: “drupa 2021, a causa delle normative sulla pandemia e sull’igiene, sarà sicuramente una fiera diversa da quella a cui siamo abituati, ma continuerà a dare un contributo molto importante alla ripresa economica”.