Domino: quando il post-print con stampa inkjet è conveniente per i converter di cartone ondulato?

292

Se siete dei trasformatori di cartone ondulato e desiderate conoscere la risposta a questa domanda di attualità, scaricate l’ultimo white paper dal sito di Domino Digital Printing Solutions cliccando qui.

Scritto dal rinomato analista e consulente di stampa e packaging, il dottor Sean Smyth, questo white paper esamina le ultime tendenze del settore del cartone ondulato ed è pensato per istruire e informare i trasformatori di cartone ondulato sulle nuove capacità fornite dagli ultimi sviluppi tecnologici nella stampa e nella finitura.

“Dal momento che il consumo di imballaggi in cartone ondulato continua a crescere in tutto il mondo, l’efficienza della produzione di stampa non è mai stata così importante per far fronte alle crescenti richieste di marchi e rivenditori, in risposta alle ultime preferenze dei consumatori e alla continua crescita dell’e-commerce”, dice Sean Smyth.

Questo white paper esamina la struttura del settore del cartone ondulato analizzando le diverse tecnologie di stampa disponibili e spiega come i trasformatori possano selezionare la tecnologia di stampa più appropriata in base al loro mix di lavoro, visto che la flessografia, la rotocalco e litholam sono sempre più sfidati dalla tecnologia inkjet. Esamina i fattori trainanti e le tendenze che stanno influenzando gli imballaggi, comprese le crescenti preoccupazioni per la sostenibilità, con tutte le aziende che cercano modi per ridurre il proprio impatto ambientale.

La stampa digitale ha dimostrato di saper soddisfare in modo efficiente ed economico la crescente domanda di tirature piccole e medie, versioni multiple, tempi di consegna sempre più brevi e con costi ridotti di magazzino e inventario ridotto, aiutando a ridurre il rischio di obsolescenza e scorte ridondanti, tutto ciò fornisce vantaggi in termini di sostenibilità e aiuta ad attirare nuovi clienti.

Sean continua: “La tecnologia inkjet è la tecnologia in più rapida crescita utilizzata per stampare imballaggi in cartone ondulato. Integra la flessografia e la litografia in un’azienda che stampa cartone ondulato riducendo il numero di avviamenti che sono necessari nella stampa flessografica o litografica, consentendo a queste macchine di stampare le tirature più lunghe, aumentando così l’efficacia complessiva dell’azienda. E apre nuove opportunità di innovazione, creando nuovi flussi di business”.

Il documento esamina il costo totale di proprietà (TCO) utilizzando un modello di costo per confrontare il costo di produzione di scatole di cartone ondulato utilizzando la post-stampa inkjet, la piega-incolla flessografica e la lito-laminazione per determinare il punto di crossover economico.

L’economicità della produzione rimane il principale motore per i trasformatori affinchè scelgano di utilizzare una macchina da stampa inkjet. Investire in tecnologia consente loro di stampare lavori in modo redditizio in un mercato molto competitivo e offre valore ai loro clienti consentendo a entrambi di crescere.