COIM investe dieci milioni di euro per ampliare il Centro di Ricerca in Italia

109

COIM, leader mondiale nel settore chimico, investe 10 milioni di euro per ampliare il centro di ricerca presso lo stabilimento di Offanengo (CR), che già oggi è il riferimento di mercato per diverse tipologie di soluzioni COIM.

L’Ing. Giuseppe Librandi, Presidente e CEO di COIM

“Abbiamo voluto apporre alla nostra potenziata attività di ricerca la firma del “Made in Italy”, confermando la volontà del nostro Gruppo di mantenere, seppure in una strategia di globalizzazione, una forte presenza in Italia. L’Italia, infatti, oltre a essere la sede del nostro headquarter, da sempre ospita attività di ricerca e sviluppo di riferimento per il mercato e per le società del Gruppo”, spiega Giuseppe Librandi, Presidente e CEO di COIM.

Da sinistra: Giuseppe Librandi, Presidente e CEO di COIM, Giovanni Rossoni, Sindaco di Offanengo e Massimo Tonani, Site Manager dello stabilimento COIM di Offanengo

L’investimento di dieci milioni di euro sarà destinato alla costruzione di una nuova palazzina adibita totalmente ad ospitare laboratori di Ricerca e Sviluppo; dotata delle più evolute strumentazioni, nella quale verranno studiate nuove soluzioni per continuare il percorso di diversificazione dell’azienda.

L’investimento permetterà di sviluppare le nuove generazioni di adesivi per applicazione industriale: lavorazione del legno, produzione di materiali per pavimentazione, profili in PVC, e altri materiali da costruzione quali ceramiche e pannelli sandwich. La nuova struttura ospiterà anche il laboratorio dedicato allo sviluppo di polioli e sistemi per l’isolamento termico.

Cuore del progetto sarà un avanzato laboratorio per la sintesi di Prepolimeri a basso contenuto di monomero libero, che porterà alla nuova generazione dei prodotti Low Emission. Questo investimento va nella direzione intrapresa da Coim già da diversi anni che mira a reingegnerizzare tutti i prodotti del portafoglio in un chiave di maggiore sostenibilità e sicurezza.

Infine, per sostenere la forte crescita degli ultimi anni, verrà potenziato il laboratorio chimico ed applicativo per lo sviluppo e lo studio degli inchiostri poliuretanici parte della divisione flexible packaging.

Il piano di sviluppo prevede anche assunzioni in ambito R&D e tecnico-applicativo, contribuendo così all’espansione e innovazione dell’azienda.

“Il rafforzamento delle attività di ricerca rappresenta un vantaggio competitivo anche per i nostri clienti. Nei nostri laboratori, infatti, oltre a sviluppare nuove soluzioni, simuliamo i processi applicativi dei clienti COIM, al fine di consegnare loro soluzioni efficaci anche per l’applicazione specifica”, conclude Luca Gianzini, Marketing and M&A Manager di COIM.