BOBST obiettivo digitalizzazione: ecco le principali novità per cartone ondulato e pieghevole

567

Forte di risultati economico-finanziari di tutto rilievo e alla vigilia di un secondo semestre 2023 che vedrà il lancio di soluzioni tecnologiche per il mercato etichette a Labelexpo e per il cartone ondulato al Fefco Congress, BOBST ribadisce l’importanza della propria visione, lanciata ormai tre anni fa per una catena di fornitura degli imballaggi sempre più digitalizzata

BOBST MasterStar

L’uscita dalla borsa avvenuta recentemente non ha causato alcun tipo di problematica per il gruppo multinazionale svizzero leader nei settori della stampa e del converting di packaging, e oggi grazie alla JBF Holding, ben l’82% delle azioni del Gruppo è in carico alla famiglia BOBST. Anche nel 2022 i risultati finanziari sono stati straordinari: 1,8 miliardi di franchi svizzeri (CHF) di fatturato +17,8% con un risultato netto di 115 milioni CHF.

 “Il settore degli imballaggi è al centro di una rivoluzione digitale che sta obbligando ogni azienda a innovare, mettere in discussione il proprio approccio, pensare in ottica end-to-end e digitale e sfruttare reti e piattaforme per offrire ai clienti nuovi modelli di business”, sottolinea Jean-Pascal Bobst, CEO di Bobst Group.

“In BOBST, la nostra visione del settore, basata sui quattro pilastri chiave della connettività, digitalizzazione, automazione e sostenibilità, supporta con forza questa trasformazione. Le nuove soluzioni annunciate sono le ultime di una serie di innovazioni continue progettate per permettere ai clienti di continuare a sviluppare il proprio business in questa nuova situazione”.

Per quanto riguarda il settore etichette, BOBST, nonostante uno scenario macroeconomico che sta influenzando le attività, registra comunque un buon livello di ordinativi e di nuove opportunità. Per il 2024 è previsto un ulteriore consolidamento, con i volumi che torneranno a crescere. Nell’imballaggio flessibile il 2023 è stato l’anno del ritorno ai livelli pre-Covid seppur con qualche cautela, ma c’è incertezza per via delle nuove legislazioni che impatteranno nel 2024 sulle scadenze e sugli impegni sulla sostenibilità.

Connessione e digitalizzazione: le novità per il settore cartotecnico

Al centro di tale visione c’è BOBST Connect, la piattaforma digitale in continua evoluzione basata su cloud che potenzia e migliora la produttività degli imballaggi. Presentato il nuovo Tool Management, che offre un controllo senza precedenti delle fustelle dotate di TooLink, integrando produttori di utensili, controllo delle prestazioni degli utensili, feedback, manutenzione e ordini. Grazie a un’interfaccia intuitiva, fornisce agli utenti una moltitudine di informazioni basate su dati per migliorare la gestione degli utensili.

BOOBST toolingLa funzione Recipe Management per ACCUCHECK permette agli utenti di preparare e impostare da remoto una ricetta di ispezione basata sul file del disegno, salvare le ricette e recuperare i parametri – in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, offrendo tutti i presupposti di una soluzione a ciclo chiuso. Questa funzione viene già usata con successo dal cliente BOBST Prealpi per migliorare i tempi di impostazione e il controllo della qualità.

Dücker Robotics è l’ultima realtà acquisita al 70% da BOBST e ha rafforzato i flussi di automazione e connettività. Dücker Robotics, è infatti leader mondiale nell’uso di robot per il sollevamento e la pallettizzazione nel settore del cartone ondulato che offre anche soluzioni per il settore del cartone teso. L’azienda sviluppa sistemi robotici per le più sofisticate macchine di trasformazione.

Le novità tecnologiche per il settore del cartone teso e ondulato

BOBST NOVAFOIL 106Nel settore del cartone teso, nel 2022 la sostenibilità ha continuato ad avere un impatto positivo, così come sono cresciute ancora, dopo il Covid le cene casalinghe e i take-away, che hanno dato un notevole impulso allo sviluppo del packaging in cartoncino teso. Le opportunità di crescita aumenteranno anche per il 2023, soprattutto alla luce del processo di sostituzione o comunque riduzione degli imballaggi plastici con quelli cartacei. Si segnalano inoltre crescite importanti nei segmenti del packaging di lusso e premium, nei quali il valore aggiunto è indispensabile per fare la differenza.

Per quanto riguarda le tecnologie, si segnalano aggiornamenti sulla NOVAFOIL, la prima macchina per la stampa a caldo in linea di BOBST ad offrire un’opzione avanzata di cross-foiling. NOVAFOIL 106 con moduli HOLOGRAM risponde alla domanda di imballaggi di sicurezza e protezione del brand sull’imballaggio di pressoché qualsiasi prodotto. OACS (Optimal Advance Computing System) calcola l’avanzamento ottimale della banda metallizzata – funzione ora disponibile sia sulla macchina che da remoto.

Novità anche per quanto riguarda la preparazione digitale, con un nuovo eccezionale strumento per proiettare il layout digitale originale, agevolando la connessione tra pre-stampa e produzione. In ideale combinazione con la NOVAFOIL 106 e il tavolo di ispezione digitale FC 106, garantisce una qualità impeccabile del registro di stampa, riduce gli scarti e minimizza i tempi di inattività.

BOBST_EXPERT_VISION_NOVAFOLD_SPHEREInfine per quanto riguarda le piegaincolla, ecco le nuove EXPERTFOLD, VISIONFOLD e NOVAFOLD: all’inizio dell’anno, BOBST ha rinnovato il proprio portafoglio di piega-incollatrici per il cartone teso. Le nuove generazioni sono dotate di una ricca gamma di nuove funzioni che hanno l’obiettivo di migliorare le tre piega-incollatrici, potenziarne la produttività e avvicinarsi ancora di più alla visione BOBST di processi di trasformazione interamente digitalizzati e connessi con il massimo livello di automazione e sostenibilità.

Cartone ondulato

BOBST EXPERTFLEXPer quanto riguarda il cartone ondulato, il 2022 ha visto continuare a crescere la richiesta di imballaggi per e-commerce e consegne, ma anche soluzioni pronte per i retail, quali espositori, display, cartellonistica. Nel 2023 continuerà dunque la crescita di imballaggi base carta, soprattutto per l’e-commerce anche se a un ritmo meno elevato rispetto al periodo post-pandemia.

Per quanto riguarda le tecnologie dedicate al cartone ondulato segnaliamo la EXPERTFLEX, idealmente progettata per la produzione di soluzioni e scatole per e-commerce per beni di largo consumo. Combinando la potenza post-stampa alla precisione della fustellatura della macchina in piano EXPERTCUT 1.7 I 2.1, forma una linea di produzione di imballaggi EXPERTLINE unica e altamente automatizzatauna soluzione nuova e completa per cartone ondulato fustellato e stampato di alta qualità.

BOOBST SpeedpackA luglio sono stati introdotti aggiornamenti sullo SPEEDPACK, in particolare nuove soluzioni di reggiatura su questa inscatolatrice automatica a elevate performance che crea mazzette di scatole perfettamente contate, impilate, legate e pronte per la pallettizzazione. Le nuove soluzioni ne potenziano la versatilità, permettendo la legatura di scatole con regge in plastica da 5-15mm comunemente usate nel settore del cartone ondulato.

BOOBST MasterStarTutti gli sforzi messi in campo dal team di ingegneri progettisti del Gruppo è rivolto a una produzione zero scarti, come dimostrato nel corso della demo che ha visto la realizzazione di una scatola finita, partendo da un foglio steso stampato in offset, protagonista di un imballo neutro all’esterno e dall’effetto wow per una “unboxing experience”, come richiesto oggi dai clienti, grazie proprio alla stampa interna. Quindi dal file pdf, il foglio è stato stampato, e successivamente accoppiato nel Packaging Center di BOBST su una Masterstar dotata di assistenza video in remoto, fustellato sulla MasterCut 1.65 PER con l’impiego del TooLink, pallettizzato con il sistema Palletizer 2.1 e infine piegato e incollato sulla ExpertFold 165 e-commerce con Speedpack, anch’esso aggiornato recentemente, e che può essere configurato con unità di reggiatura oppure con un modulo di fasciatura singola, doppia o trasversale.