BFT Flexo sceglie Novasys come distributore per il mercato della stampa in Australasia

563

Il Gruppo Novasys è stato nominato da BFT Flexo (Italia) come distributore esclusivo in Australia, Nuova Zelanda, Malesia e Indonesia.
La situazione mondiale, dovuta al Covid-19, non ferma la crescita dell’azienda italiana BFT Flexo specializzata nella progettazione e realizzazione di sistemi automatici di inchiostrazione e lavaggio. A metà ottobre hanno aperto con il supporto del Gruppo Novasys nuovi mercati nelle regioni oceaniche, paesi che hanno una grande importanza strategica.

“I nostri clienti chiedono sempre più prodotti in grado di ridurre i costi di produzione e standardizzare il processo di stampa. Per questo abbiamo trovato in BFT Flexo un’ottima soluzione per il nostro mercato, infatti con i loro sistemi è possibile aumentare le prestazioni del processo di stampa, e allo stesso tempo, ridurre drasticamente i consumi di inchiostro e acqua”, commenta Ron Craigie, CEO di Novasys.

Novasys Group è una società privata australiana costituita nel gennaio 1993 per fornire assistenza e consulenza ai clienti in tutta l’Australasia per la gestione del colore, il controllo di processo e di qualità e soluzioni ambientali ottimali. L’azienda valuta costantemente la tecnologia proveniente da tutto il mondo che può garantire risparmi sui costi o miglioramenti dei processi.

Simone Bonaria

“Siamo orgogliosi di essere rappresentati dal Gruppo Novasys per il mercato oceanico e siamo lieti che la nostra azienda sia in grado di crescere e avviare una nuova collaborazione con distributori in località lontane nonostante la difficile situazione pandemica che il nostro pianeta deve affrontare. Ciò significa che i prodotti innovativi non hanno limiti. Qualcuno vede i paesi lontani come un freno per la propria attività a causa di problemi relativi all’installazione, ma con il nostro modulo di teleassistenza montato di serie su tutti i nostri prodotti, siamo in grado di installare e far funzionare i nostri sistemi in tutto il mondo senza spostarci“, conclude Simone Bonaria, COO di BFT Flexo.