Nu-Maber investe in soluzioni all’avanguardia di Esko per la produzione di lastre flessografiche

356

Il produttore di lastre flessografiche Nu-Maber ha introdotto la linea Esko Crystal nel suo stabilimento di Roncade, Treviso, nel nord Italia, aggiungendo l’innovativo hardware per l’incisione e l’esposizione delle lastre a un installato già di notevole spessore.

La sede Nu-Maber a Roncade (TV)

“Lavoriamo con Livio Simionato e il team di Nu-Maber da più di 20 anni e siamo entusiasti di continuare la nostra partnership con quest’ultima installazione”, ha dichiarato Davide Meroni, Sales Account Manager di Esko. “Lo studio grafico dell’azienda utilizza una serie di software Esko – dalla progettazione strutturale ArtiosCAD all’editing prestampa ArtPro, passando per Automation Engine e WebCenter – per digitalizzare, automatizzare e collegare l’intero flusso di lavoro di prestampa. Con l’acquisizione di CDI Crystal 5080 e XPS Crystal 5080, Nu-Maber dispone ora di tre imager Esko CDI, aumentando la capacità produttiva e garantendo al contempo risultati di qualità eccellente ai propri clienti.

“Nu-Maber è sempre stata all’avanguardia in termini di utilizzo della tecnologia più aggiornata disponibile sul mercato ed è in grado di garantire ai propri clienti la migliore qualità e il miglior servizio”, ha dichiarato Davide. “La nuova tecnologia Crystal di Esko offre una maggiore semplicità e una qualità ottimizzata, garantendo che il processo di produzione delle lastre, in termini di incisione ed esposizione, sia ora molto meno complesso e con un numero significativamente inferiore di passaggi.

“L’integrazione delle nostre soluzioni di flusso di lavoro e della tecnologia hardware porta il team Nu-Maber ad avere il controllo totale sulla qualità e sulle prestazioni delle lastre e della successiva affidabilità di stampa”.
Combinando l’esposizione UV principale e posteriore, l’unità di esposizione pluripremiato Esko XPS Crystal utilizza LED che non richiedono tempi di riscaldamento ed emettono una luce sempre stabile, producendo un’eccellente uniformità della qualità delle lastre. “Oltre alla più recente tecnologia di incisione, il team sta utilizzando Esko Automation Engine, Color Engine, Device Manager e WebCenter per automatizzare il flusso di lavoro e aumentare ulteriormente la produttività e l’efficienza”, afferma Davide. “Nu-Maber ha un ecosistema Esko completo in funzione, che produce lastre di qualità costante”.

Con oltre 40 anni di esperienza nella prestampa e nella stampa flessografica, Nu-Maber serve clienti del settore del packaging in tutto il mondo e in ogni campo, da quello alimentare e delle bevande a quello igienico, farmaceutico, del cartone ondulato e delle etichette. L’azienda è stata la prima in Italia a installare un CtP flexo per la produzione di lastre digitali nel 1998, diventando il punto di riferimento italiano per gli stampatori flexo, ed è stata anche tra le prime ad essere certificata nell’ambito del programma Esko HD Flexo.

“Progettiamo e produciamo lastre per una gamma diversificata di clienti, ognuno con le proprie esigenze specifiche”, ha detto Livio Simonato, CEO di Nu-Maber. “La qualità delle lastre gioca un ruolo fondamentale nel raggiungimento di risultati di stampa ottimali per i nostri clienti, ed è per questo che cerchiamo continuamente di investire nelle tecnologie più recenti.
“Gli ultimi 12 mesi sono stati impegnativi per molti nel settore dell’imballaggio”, ha continuato Simionato. “Questo investimento è un’ulteriore prova del fatto che noi, uno dei principali trasformatori di lastre in Italia, rimaniamo totalmente impegnati a soddisfare le esigenze dei nostri clienti, proponendo soluzioni innovative e producendo allo stesso tempo lastre di alta qualità che diano risultati costanti.”