L’ortofrutta? Essenziale per il Paese. E da oggi sempre più unita

534

“Oggi in tanti si chiedono come poter dare e mostrare il proprio contributo in questa emergenza straordinaria ormai di portata internazionale. Ognuno nel suo piccolo, per ciò che gli compete. La risposta della produzione agroalimentare, e ortofrutticola in particolare, è stata eccezionale, in grado di sostenere le impennate delle richieste dei consumi domestici. E tutto questo grazie alle persone, alla loro passione e dedizione per il lavoro e per il Paese. Con il Covid19, infatti, si è ricominciato a parlare di persone e di comunità, e meno di personalismi.

Allo stesso modo dalle persone e dalle idee comuni è nato il progetto Spettacoli alla Frutta, quasi un anno fa, durante l’edizione 2019 di Macfrut: un progetto che nel 2020, proprio in relazione alla sintonia tra le persone che lo hanno costruito, si è dato orizzonti e obiettivi molto più ambiziosi”. Con queste parole il team di Spettacoli alla Frutta – l’originale progetto di cui fanno parte 11 aziende ortofrutticole italiane con i loro brand leader del settore – testimonia la necessità di fare dell’unità il valore per immaginare e sviluppare insieme le nuove attività, in un contesto futuro che inevitabilmente sarà molto cambiato.

“Spettacoli alla Frutta è un progetto per provare a sviluppare in maniera innovativa la comunicazione di filiera, fatta di solidarietà e creatività e non di rincorsa all’ultima promozione, di collaborazione e non di aste sul prezzo, di unione e non di speculazione – continua il team del progetto -. Poi, si diceva, è arrivato il Covid19 che ha sovvertito priorità e sensibilità e scompaginato il calendario degli eventi dei prossimi mesi, riportando al centro le persone, la salute e la sicurezza sanitaria e alimentare. Distanti, per il distanziamento sociale, ma uniti, nell’affrontare l’emergenza. Lo dicono le più belle pubblicità, istituzionali e non, del momento”.

E questo era ed è oggi uno dei concetti che per cui è nato Spettacoli alla frutta. 11 aziende rappresentative dell’ortofrutta italiana, titolari dei più importanti e rinomati brand (la Dolce Clementina di Aop Armonia, le fragole Solarelli di Apofruit, gli imballaggi in cartone ondulato Attivo di Bestack, i kiwi di Jingold, le zuppe fresche DimmidiSì de La Linea Verde, le mele di Melinda, le susine Metis, l’arancia rossa di Oranfrizer, le pesche e nettarine Valfrutta Fresco, i carciofi Violì e l’Uva Viviana di Op Agritalia), distribuite su tutto il territorio nazionale, ognuna con i propri prodotti, distanti tra loro quasi 1.500 km, ora sono più che mai unite in questa emergenza.