IM GROUP: nuovo brand e nuove strategie per un mondo sempre più a colori

0
221
IM GROUP staff
Rebrand per Inkmaker Group: nasce IM GROUP

Nella giornata mondiale dedicata alla Terra, un grande evento ha visto protagonista un gruppo storico nel settore della stampa; pianificato da circa due anni, presso la sede Inkmaker Group di San Gillio in provincia di Torino, è stato ufficialmente presentato IM GROUP il nuovo brand attraverso il quale d’ora in avanti verranno commercializzate tutte le soluzioni per il mondo delle vernici, pitture, inchiostri, prodotti chimici speciali, adesivi e molto di piú per una presenza globale.

Il passaggio da Inkmaker Group a IM GROUP per una visione sempre più di filiera

Lo staff di IM GROUP durante l’ufficializzazione del nuovo marchio avvenuta lo scorso 22 aprile presso la sede di San Gillio (To)

Dall’ottobre 2019, Inkmaker ha investito pesantemente con le acquisizioni di Rexson e ValeTech nel Regno Unito, di Tecnopails in Italia e, più recentemente, di Swesa in Germania. La strategia alla base di queste acquisizioni è stata quella di creare una filiera di forniture completa e affidabile, al servizio principalmente, ma non solo, dell’industria degli inchiostri, delle vernici e dei rivestimenti. “Grazie alle acquisizioni, Inkmaker è cresciuta del 25% a livello globale. Tenendo conto delle sfide attuali causate dalla pandemia, stiamo ancora procedendo secondo i piani, in linea con la nostra visione. Adesso, con il marchio IM GROUP alla guida di tutti gli altri, prevediamo una crescita esponenziale di tutti i nostri marchi”, dice  Christophe Rizzo, CEO EMEA / Americas, IM GROUP.

Fornitore di soluzioni globale dove ogni brand continuerà a operare singolarmente
Attraverso le varie acquisizioni portate a compimenti in questi anni, la strategia del Gruppo era di creare delle “aree di eccellenza” dedicando a ognuna delle aree di specializzazione riunite poi in un unico nuovo e forte brand. Ogni marchio continuerà a lavorare individualmente, per assistere i clienti all’interno dei suoi mercati e quando necessario condividere le esperienze, offrendo soluzioni complete ad esempio in occasione di progetti grandi di ingegnerizzazione di impianti “chiavi in mano”.
Con la ristrutturazione dei singoli marchi, Inkmaker si dedicherà principalmente al dosaggio di inchiostri e allo sviluppo del software; Rexson si dedicherà principalmente alle dosaggio di vernici e agli inchiostri liquidi, Vale-Tech alla tecnologia per il dosaggio di narrow-web e agli inchiostri offset, sia UV che convenzionali; Swesa punterà al settore alimentare, farmaceutico, al packaging in cartone ondulato, alla cosmetica e ad altro; Teko rimarrà nel settore del POS e dell’R&D training; Tecnopails produrrà invece riempitrici.

Gianluca Incerti, Global Commercial Director, IM GROUP

“Visto dall’esterno, crediamo che questa decisione farà chiarezza, dal punto di vista dei nostri clienti, per differenziare i nostri marchi e le loro attività principali. Internamente, potremo convogliare le nostre energie sull’R&D e sviluppare sempre di più le varie aree di riferimento di ogni marchio”, ha detto Gianluca Incerti, Global Commercial Director, IM GROUP.
La divisione dei settori di mercato per ogni marchio era uno dei motivi principali dietro alla creazione di IM GROUP e offrirà un importante vantaggio per differenziare il Gruppo nel mercato globale. Un altro vantaggio, che ha giocato un ruolo da protagonista sin dalle prime acquisizioni, e il leggendario software Inkmaker.

Il Software Inkmaker il cervello di IM GROUP
“Il software Inkmaker – ora conosciuto come “IMAESTRO” – è stato progettato interamente in house dalla nostra squadra di softwaristi e ci ha sempre consentito di posizionarci come i leader di settore tra i nostri concorrenti; per questa ragione gioca oggi un ruolo fondamentale all’interno della strategia globale di IM GROUP. Abbiamo già ampliato la nostra offerta, con la creazione di un altro software chiamato IMPRIMO, recentemente lanciato sul mercato assieme al sistema di trasferimento inchiostri chiamato “Inktrasyst”. Altri tre software sono in fase di sviluppo e verranno presentati entro l’anno prossimo”,  commenta Francesco Nesti, Global Director of Software & Automation, IM GROUP.

L’espansione di IM GROUP in Asia
IM GROUP, si sta sviluppando su tutti i fronti e in tutte le sedi a livello globale. “Abbiamo ampliato la nostra sede in Malesia, per ospitare il nostro marchio Teko, specializzato in Tinting & Engineering assieme a Inkmaker. Stiamo aprendo un nuovo ufficio in Tailandia. Stiamo guadagnando quote di mercato nelle Filippine. Naturalmente importantissima è la Cina; è sufficiente menzionare che grazie al nostro nuovo e più grande stabilimento, abbiamo raddoppiato la capacità produttiva delle macchine standard, passando da una media di 5 o 6 unità a 10 unità su base mensile. La cosa più importante per noi, il vero

Roberto Guerra, CEO Asia Pacific IM GROUP

valore aggiunto, è la capacità di offrire e produrre soluzioni più complesse, dove il nucleo di Ricerca e Sviluppo di IM GROUP sta investendo molte risorse. I progetti di “Fabbrica Intelligente” e “Industria 4.0” stanno dando impulso alla nostra crescita e quando si costruiscono linee di produzione complete per l’industria degli inchiostri e delle vernici è importante avere spazio sufficiente per lavorare in totale sicurezza”, dice Roberto Guerra, CEO Asia Pacific, IM GROUP.

 

 

Grande attenzione all’impatto ambientale dei prodotti
Assieme allo sviluppo tecnologico, un ambiente di lavoro sicuro è sicuramente una delle priorità nell’agenda di IM GROUP ma il Gruppo sta anche rivalutando l’impatto ambientale dei suoi prodotti.

Valentina Cigna, Direttore Globale Risorse Umane e Presidente di IM GROUP

“È esattamente questo il motivo per cui abbiamo scelto di effettuare il lancio ufficiale del Gruppo proprio oggi, in occasione del “World Earth day”! È nostra intenzione esplicitare in maniera inequivocabile il nostro impegno verso la società, con l’adozione di pratiche sostenibili per l’ambiente. Per mettere tutto ciò in movimento, IM GROUP, in partnership con Deloitte, sta disegnando una roadmap per ridurre il nostro impatto ambientale, le risorse utilizzate e i rifiuti prodotti al fine di poter fare la nostra parte nel ridurre l’inquinamento e allineare i nostri principi etici a quelli del Global Compact delle Nazioni Unite”, dice Valentina Cigna, Global Director of HR & President of IM GROUP.

Fondazione IM GROUP: perché la sostenibilità passa anche dalla solidarietà      
Il Gruppo ha anche un’altra notizia molto importante da annunciare in concomitanza con il lancio: la creazione della IM GROUP FOUNDATION, per portare attività a sfondo sociale nelle comunità locali dove IM GROUP opera e offrire opportunità di carriera e di crescita personale ai giovani delle comunità locali.
“A livello personale, siamo sempre stati molto attivi in questi campi, specialmente nel Sud-Est Asiatico, lavorando a stretto contatto con i bambini bisognosi di assistenza, attraverso workshops e attività varie. Adesso avremo la possibilità di veder crescere queste esperienze e di portarle all’interno di IM GROUP”, conclude  Valentina Cigna, Global Director of HR & President of IM GROUP.

A tu per tu con Christophe Rizzo, CEO EMEA/Americas 

Christophe Rizzo, CEO EMEA/Americas

Nel mercato della stampa e del converting come siete posizionati?
“Nel settore della stampa e del converting pensiamo di avere un market share pari al 50%. Ci aiuta essere presenti direttamente con nostre società e filiali in diversi paesi. Inoltre abbiamo piu del 90% dei nostri clienti che rimangono fedeli al nostro Gruppo”.

Quali sono le vostre proposte per la stampa di imballaggi flessibili, etichette e cartone ondulato?
“Per ognuno di questi tre tipi di mercato abbiamo dei sistemi di dosaggio dedicati. Poichè ogni settore ha delle esigenze diverse in termini di volume di produzione, precisione, tipologia chimica del prodotto, IM GROUP ha sviluppato delle macchine che rispondono appieno alle esigenze per ogni tipo di cliente. L’unica costante per tutti gli stampatori è il nostro software”.

Quindi il software è un po’ il cuore di tutta la vostra strategia?
“Si, il software è la parte principale di un sistema di dosaggio grazie alle varie funzioni che può offrire. Il software Inkmaker è sicuramente il più completo sul mercato ed è il valore aggiunto di un nostro impianto. Il nostro software “IMAESTRO” offre diverse opportunità, come per esempio la visualizzazione dello stock anche on-line, gestione della produzione in collegamento con il gestionale del cliente, correzione della formula su indicazione dallo spettrofotometro, 4 modi diversi di recuperare i ritorni di stampa , oltre 100 reports disponibili. Le novità in arrivo su “IMAESTRO” sono l IoT per la mantuenzione preventiva e il collegamento con il web ticketing per l’assistenza on line. Inoltre “IMAESTRO” risponde totalmente alle richieste dell’Industria 4.0, permettendo al cliente di poter beneficiare degli attuali agevolazioni governative. Infin, essendo “IMAESTRO” sviluppato totalmente all’interno di Inkmaker , è possibile rispondere anche alle richieste specifiche di personalizzazione dei nostri clienti”.

Che piani di sviluppo sono previsti per la sede italiana?
“La sede italiana conta due stabilimenti, uno a San Gillio – Torino e uno a Piacenza. In entrambi gli stabilimenti abbiamo introdotto da 1 anno il nuovo gestionale SAP. Siamo ancora in fase di perfezionamento dei processi ma l’obiettivo è poter ulteriormente crescere di qualità nei nostri prodotti e in efficienza dei nostri servizi.
Il numero di commesse in questi anni sta aumentando e pertanto pensiamo che a breve dovremo aumentare l’area produttiva. Infine abbiamo un team di colleghi dedicati alla digital innovation per permettere ai nostri clienti di poter avere maggiori soluzioni dai nostri prodotti”.