Il Gruppo Sada sostiene e stimola i giovani designer di packaging

0
276

Il Gruppo Sada sostiene i giovani e il loro talento partecipando al concorso “Il design per la valorizzazione del territorio” organizzato da Spazio Campania lo scorso 26 e 27 novembre a Milano. Maestri del design e dell’architettura hanno guidato giovani architetti e designer per rispondere alla sfida lanciata dal Gruppo Sada: creare soluzioni di packaging design a scaffale e fuori scaffale che piacciano alla GDO per i settori food e no food in chiave di sostenibilità. “L’innovazione e la sostenibilità sono le nostre linee guida. Sono i driver che da sempre accompagnano il nostro lavoro, da 5 generazioni. Anche se il packaging che produciamo è già per sua natura circolare e sostenibile, non ci piace compiacerci dei risultati raggiunti, ma troviamo stimoli alzando sempre l’asticella. Per questo motivo partecipiamo con piacere a questo concorso e ci aspettiamo soluzioni vincenti da questi giovani pieni di talento e di entusiasmo, così come motiviamo quotidianamente i giovani che lavorano nelle nostre aziende, ottenendo da loro risultati sempre incoraggianti”, ha commentato Antonio Sada, Presidente del Gruppo Sada.

SUDesign è la sfida che porterà alla elaborazione di inedite soluzioni di shelf-ready packaging per il Gruppo SADA S.p.A.; una nuova linea di produzione ceramica delle Antiche Fornaci D’Agostino S.r.l. e la creazione di una innovativa linea di merchandising per Rete Destinazione Sud S.r.l.

Rete Destinazione Sud ha ideato, organizzato e sta realizzando la manifestazione
Destinazione Campania, presso Spazio Campania, a Milano in piazza Fontana, al
fine di promuovere, valorizzare e commercializzare aziende, territori, attrattori e
prodotti.
La manifestazione si articola in 14 giornate, durante l’arco di 4 mesi: da settembre
a dicembre 2019.
A settembre si è tenuta la conferenza stampa nazionale di presentazione della Rete
che si appresta a evolvere in SRL innovativa, per sviluppare un nuovo modello di
promo commercializzazione territoriale integrato con il turismo a servizio delle
filiere locali: strutture ricettive, attrattori, produzioni tipiche, grandi eventi e servizi.
La società assorbirà da subito i 4 portali di destinazione già messi in rete 3 per
Destinazione Campania e 1 per Destinazione Basilicata, insieme a circa 1.000
associati e 4.000 operatori coinvolti nel: Cilento; Salerno; Sele/ Tanagro/Vallo di
Diano e Matera. Sono inoltre in via di completamento altri 5 portali relativi alle
Destinazioni: Irpinia, Sannio, Ischia, Salento e Borghi dello Ionio che entro il 2020
porteranno a 5.000 gli associati alle destinazioni con circa 10.000 operatori
coinvolti.
I 9 portali di destinazione diventano Marketplace attraverso i quali si potrà non
solo conoscere l’offerta ricettiva, culturale e paesaggistica dei territori ma anche
effettuare prenotazioni, accedere on line a servizi di trasporto integrati, acquistare
i prodotti tipici dell’artigianato e dell’enogastronomia locale, dando impulso alle
economie locali sia off line che on line.
La forza del modello avviato sta in due fattori innovativi:
– La crescita dal basso, ovvero dal diretto coinvolgimento degli attori dell’intera
offerta territoriale costituita dagli operatori del: turismo, enologia,
agroalimentare, artigianato.
– L’integrazione tra promozione turistica territoriale e commercio elettronico,
dando vita alla prima soluzione di Marketplace integrati costruito intorno
all’identità dei territori.
Alla conferenza stampa hanno partecipato il Presidente di Rete Destinazione Sud
Michelangelo Lurgi, il Direttore Generale dell’ENIT – Agenzia Nazionale per il
Turismo Giovanni Bastianelli, il Chief Strategy Officer di Promos Italia – Agenzia
Italiana per l’Internazionalizzazione Federico Bega e il Presidente di Unioncamere
Campania Andrea Prete.

Nelle 4 giornate di ottobre, oltre 60 imprese campane hanno incontrato buyer
nazionali per la presentazione di prodotti e servizi di eccellenza legati al turismo di
destinazione. Attrattori paesaggistici e culturali, tour operator, strutture
alberghiere e protagonisti dell’enogastronomia di qualità sono stati coinvolti in
presentazioni, seminari tecnici e incontri business to business.
Tra loro anche il Parco Regionale del Matese, un territorio dalle grandi potenzialità
che si candida a diventare Parco Nazionale, protagonista di un incontro a cui hanno
partecipato il Presidente del Parco, Vincenzo Girfatti e l’Assessore al Lavoro e
Risorse Umane della Regione Campania Sonia Palmeri.
Poi è stata la volta delle start-up cui è stata dedicata la presentazione della XIII
edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione promosso da Confindustria
Salerno, presente con il suo Presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici
Edoardo Gisolfi. Il Premio, nato per promuovere un “ecosistema” dell’innovazione,
è divenuto un punto di riferimento nel sistema Confindustriale e ha finora visto la
partecipazione di circa 1.200 tra aziende, startup e spin-off.
Presente all’incontro anche il Presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici
di Assolombarda Massimo Dal Checco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here