“I viaggi della carta”, a Fabriano tornano a riunirsi esperti di fama internazionale

142

Il workshop “I viaggi della carta”, venerdì 21 aprile alle 17, sarà aperto al pubblico su prenotazione.

La Fondazione Fedrigoni Fabriano e il network di ricerca internazionale COST Action PIMo hanno scelto nuovamente Fabriano per organizzare il workshop “Paper travels – I viaggi della carta”, un’iniziativa che venerdì 21 aprile alle 17 accoglierà nei suggestivi locali del Deposito dei Beni Storici Cartari (Complesso della Cartiere Miliani Fabriano) esperti internazionali di storia della carta provenienti da tutta Europa.

La Fondazione Fedrigoni Fabriano consolida quindi la sua relazione con la COST Action PIMo, “People in Motion”, diretta dal Professor Giovanni Tarantino dell’Università degli Studi di Firenze e finanziata dalla COST Association (European Cooperation in Science and Technology), il network di ricerca internazionale che studia il movimento di idee, persone, carte e merci tra le sponde del Mediterraneo dal tardo Medioevo all’epoca moderna. In particolare, la collaborazione è con uno dei quattro gruppi di lavoro, “Paper in Motion”, coordinato dal Professor José María Pérez Fernández dell’Università di Granada (Spagna).

Fabriano, la “città della carta”, con questa iniziativa torna dunque protagonista della scena internazionale nell’ambito degli studi e della ricerca sulla carta, forte di una tradizione plurisecolare e dell’incessante capacità d’innovazione dei suoi mastri cartai. Dopo il convegno “Paper production and trade: the onset of the paper revolution in the Mediterranean”, che nel 2021 aveva esplorato la diffusione delle tecnologie di produzione della carta attraverso il Mediterraneo, ora l’analisi affronta le condizioni materiali in cui questa produzione è iniziata, le implicazioni sociali, culturali, politiche ed economiche dei suoi impieghi.

Il workshop – che si svolgerà nella Sala Forme del Deposito dei Beni Storici Cartari, dove sono raccolte oltre 2.300 forme per la produzione della carta a mano – sarà aperto al pubblico su prenotazione.

Dopo l’introduzione di Livia Faggioni (Coordinatrice della Fondazione) e Giovanni Tarantino (Direttore della COST Action PIMo) e dopo i saluti istituzionali di rito, Mauro Mussolin (Kunsthistorisches Institut in Florenz) darà il via alla prima parte del workshop introducendo la prolusione del Professor Neil Harris (Università di Udine) “Fabriano e poi gli altri: identificare la provenienza dei fogli di carta”. Seguirà la presentazione del volumeLa carta e il Mediterraneo: produzione, commercio, comunicazione” (2022) affidata al Professor Renzo Sabbatini (Università di Siena) in dialogo con i curatori (L. Faggioni e M. Mussolin). Quindicesimo nella collana di “Storia della Carta” della Fondazione Fedrigoni Fabriano, il volume è stato realizzato in collaborazione con la COST Action PIMo e grazie al contributo concesso dalla Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura.

Seguirà poi la tavola rotonda “Paper travels”, coordinata dal José María Pérez Fernández, con la partecipazione di Benito Rial Costas (Universidad Complutense de Madrid), Letizia Montalbano (Opificio delle Pietre Dure, Firenze), Alessandra Chessa (Royal College of Art, London), Marianna Astore (Paris School of Economics), Orietta Da Rold (University of Cambridge), Luca Andreoni (Università Politecnica delle Marche), Emanuela Di Stefano (Università di Camerino) e Giovanni Luzi (Fondazione Fedrigoni Fabriano). Chiuderà il workshop la Professoressa Maria Giuseppina Muzzarelli (Università di Bologna) con una riflessione su “Carte e democrazia”.