Heidelberg prevede un’ulteriore crescita redditizia nell’anno finanziario 2022/23 nonostante le grandi incertezze

145

Le vendite aumenteranno arrivando a circa 2,3 miliardi di euro nell’esercizio 2022/23, con un solido portafoglio ordini di 900 milioni di euro grazie alla crescita del core business dell’azienda.
Margine EBITDA di almeno l’8% e ulteriore miglioramento del risultato netto dopo le imposte.
Elementi che hanno caratterizzato l’anno finanziario 2021/22: vendite in aumento del 14% per 2,183 miliardi di euro e margine EBITDA in aumento al 7,3%.
La resilienza del bilancio si è rafforzata e l’indebitamento finanziario netto si è ridotto

Heidelberg affronta con un cauto ottimismo l’anno finanziario 2022/23. Il portafoglio ordini del Gruppo di circa 900 milioni di euro al 31 marzo 2022 è il più alto degli ultimi dieci anni. Come tutte le società di produzione, tuttavia, Heidelberg sta affrontando alcuni forti aumenti dei costi relativi a materiali, energia, logistica e personale che potrebbero comportare adeguamenti dei prezzi. Grazie anche ai sostanziali miglioramenti dell’efficienza derivanti dal pacchetto di misure degli ultimi anni, Heidelberg è tuttavia fiduciosa di poter aumentare le vendite da 2,18 miliardi di euro a circa 2,3 miliardi di euro nell’esercizio 2022/23 e anche di aumentare il margine EBITDA almeno all’8%.

Il Gruppo trae vantaggi da iniziative per la crescita incentrate sui mercati della stampa di imballaggi, dei modelli di business digitali e della mobilità elettrica, che sta registrando una crescita dinamica.

Ludwin Monz, CEO di Heidelberg

“Nell’ultimo anno finanziario, Heidelberg ha ulteriormente rafforzato la propria resilienza migliorando significativamente le vendite e i risultati. Dal punto di vista finanziario, il Gruppo si trova in una posizione migliore rispetto a qualche tempo fa. Anche nell’anno finanziario 2022/23 stiamo cercando di trarre vantaggio dalle iniziative di crescita di successo incentrate sui mercati principali e sui nostri modelli di business digitali, e anche dai successi ottenuti nel settore della mobilità elettrica. Questo ci rende ottimisti sulla nostra capacità di contrastare una situazione molto difficile, compresi i forti aumenti dei prezzi. Terremo d’occhio i mercati in modo da poter prendere tutte le contromisure necessarie. Allo stato attuale delle cose, tuttavia, prevediamo un’ulteriore crescita delle vendite, che dovrebbero raggiungere circa 2,3 miliardi di euro e, principalmente a causa di miglioramenti operativi, un aumento del margine EBITDA di almeno l’8%”, afferma Ludwin Monz, CEO di Heidelberg.

Il riallineamento di Heidelberg porta i suoi frutti
Nell’esercizio finanziario 2021/22 (dal 1 aprile 2021 al 31 marzo 2022), Heidelberg ha beneficiato del successo del riallineamento del Gruppo avvenuto nei due anni precedenti. Le vendite sono aumentate del 14% arrivando a 2,183 miliardi di euro, raggiungendo l’obiettivo di almeno 2,1 miliardi di euro. Registrata una crescita significativa sia nella stampa commerciale che in quella di imballaggi, con una domanda crescente di praticamente tutti i prodotti e in tutte le regioni. Gli investimenti dei clienti in nuove attrezzature sono stati la principale forza trainante. Gli ordini in entrata sono aumentati di oltre 450 milioni di euro (2,454 miliardi di euro), esito che riflette il miglioramento degli investimenti. Il portafoglio ordini ha raggiunto un livello di circa 900 milioni di euro (anno precedente: 636 milioni di euro).

La qualità del bilancio e il free cash flow operativo sono migliorati di oltre 100 milioni di euro
Il free cash flow è aumentato da 40 milioni di euro dell’anno precedente a 88 milioni di euro, principalmente a causa della forte riduzione del capitale circolante netto e dei proventi derivanti dalla vendita di attività nel periodo in esame. Grazie all’avvenuto rimborso di crediti e prestiti e al rimborso di un’obbligazione convertibile, l’indebitamento finanziario netto è stato ancora notevolmente ridotto da 67 milioni di euro a –11 milioni di euro. Il rapporto debito/PIL è passato da 0,7 a -0,1. HEIDELBERG ha anche compiuto notevoli progressi con il suo equity ratio, che è aumentato all’11,1%, rispetto al 5,1% dei dodici mesi precedenti.

“Anche i nostri sforzi per migliorare il nostro flusso di cassa e la qualità del bilancio stanno dando i loro frutti. Anche per il futuro, l’attenzione si concentrerà sul raggiungimento di un free cash flow positivo e sull’ulteriore rafforzamento della nostra situazione finanziaria al fine di migliorare ulteriormente la resilienza di Heidelberg”, aggiunge Marcus A. Wassenberg, CFO dell’azienda.