Giornate FAI di Primavera: Fabriano Paper Pavilion nel Complesso storico delle Cartiere Miliani Fabriano

0
254

Un’esperienza unica alla scoperta dei tesori custoditi dalla Fondazione Fedrigoni Fabriano, 500 metri lineari di documenti e 10.000 pezzi tra strumenti e macchinari per la fabbricazione della carta: un patrimonio straordinario, testimonianza della cultura cartaria di Fabriano e dei suoi oltre 750 anni di tradizione.

Questo attende i fortunati visitatori che sabato 15 e domenica 16 maggio parteciperanno alle visite guidate al Fabriano Paper Pavilion, nel Complesso storico delle Cartiere Miliani Fabriano (viale Pietro Miliani 31/33, a Fabriano, Ancona), eccezionalmente riaperto al pubblico in occasione delle Giornate del FAI di Primavera, l’atteso evento del Fondo Ambiente Italiano grazie al quale si possono ammirare siti di grande valore storico, artistico e ambientale spesso non accessibili in altri periodi.

Lo scorso anno, infatti, la pandemia aveva costretto a cancellare tutte le iniziative che prevedessero l’apertura al pubblico del Fabriano Paper Pavilion. Oggi, finalmente, la Fondazione Fedrigoni può ridare accesso ai suoi tesori e lo fa insieme al FAI, contribuendo idealmente a rimettere in moto l’Italia dell’arte e della cultura in totale sicurezza.

Ad accompagnare i gruppi – sabato 15 maggio dalle 15.00 alle 18.00 e domenica 16 dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00, ingresso esclusivamente su prenotazione – saranno gli studenti delle scuole superiori che aderiscono al progetto. Il Fabriano Paper Pavilion rientra tra i “luoghi del FAI” grazie all’accordo tra la sezione FAI di Fabriano e la Fondazione Fedrigoni Fabriano, ben lieta di contribuire a tutelare e valorizzare il patrimonio culturale italiano.

“E’ un piacere e un onore aprire la nostra Fondazione agli ospiti del Fondo Ambiente Italiano – dichiara Chiara Medioli Fedrigoni, Presidente della Fondazione Fedrigoni Fabriano – Solo chi conosce e comprende il patrimonio che l’Italia conserva sotto tante forme può innamorarsene, può nutrirsi degli stimoli dati dalla conoscenza delle tradizioni, del paesaggio e dei beni culturali e farsene custode.  Il patrimonio è di tutti. Specialmente quello di una comunità operosa come i cartai marchigiani, di Fabriano e Pioraco, che nei secoli e ancora oggi servono clienti eccellenti in tutto il mondo”.

L’iniziativa fa parte del ricco programma di attività previsto per celebrare, quest’anno, il decennale della Fondazione Fedrigoni Fabriano (2011-2021), che già nelle prossime settimane vede interessanti appuntamenti. Dal 24 maggio al 6 giugno il Fabriano Paper Pavilion ospiterà il fumettista spagnolo Alberto Madrigal per un progetto artistico in residenza promosso dalla Cartiera di Fabriano.

Subito dopo, dal 7 all’11 giugno, la Fondazione parteciperà via web al 35th Biennial International Paper Historians Congress, dal titolo “Investigating American Collections on Paper”, organizzato dalla Library of Congress, dalla National Gallery of Art e dalla National Archives and Records Administration di Washington. Specialisti e storici della carta di tutto il mondo si confronteranno sui database relativi alle filigrane e sulle loro metodologie di studio e di identificazione.

In questo prestigioso contesto accademico, Fondazione Fedrigoni Fabriano presenterà il Corpus Chartarum Fabriano (CCF), imponente progetto di digitalizzazione di carte filigranate e non, di produzione fabrianese. Si tratta di una preziosa raccolta di oltre tremila filigrane, dal 1293 agli inizi del terzo millennio, costituita dalle carte prodotte dalle Cartiere Miliani Fabriano riunite nella Collezione di Carte Antiche fabrianesi dal 1267 al 1798” di Augusto Zonghi e, in parte, nella Raccolta di filigrane del Duca Luigi Tosti di Valminuta”.

A giugno, poi, è prevista la 2° edizione del corso-laboratorio dedicato agli operatori di archivi d’impresa, che si terrà a Verona a “Casa Fedrigoni”, il rinnovato archivio storico delle Cartiere.

Il Fabriano Paper Pavilion
La Fondazione Fedrigoni Fabriano, su incarico di Fedrigoni SpA, dal 2011 si dedica alla salvaguardia del patrimonio contenuto nell’Archivio delle Cartiere Miliani Fabriano (oltre 500 metri lineari tra beni archivistici e librari datati dal 1782), il primo “archivio d’impresa” in Italia dichiarato di “notevole interesse storico”, a cui si unisce la collezione delle 2.213 “carte antiche fabrianesi” raccolte dal filigranologo Augusto Zonghi datate dal 1267 al 1798, tanto ambita dagli studiosi della carta in tutto il mondo. Ad accrescere il valore del patrimonio archivistico e librario, oltre 2.000 metri quadrati di Beni Storici Cartari (BSC), 10.000 strumenti per la fabbricazione di carta a mano e a macchina datati dalla fine del 1700 ad oggi e dichiarati “d’interesse culturale” dal Ministero per i Beni Culturali. Si tratta dunque di un patrimonio cartario di inestimabile valore, per quantità unico al mondo, unito sotto il nome di Fabriano Paper Pavilion, un padiglione interamente dedicato alla carta nel Complesso Storico delle Cartiere Miliani di Fabriano, aperto per la prima volta alle visite in occasione della XIII UNESCO Creative Cities Annual Network Conference del giugno 2019. Un percorso poetico sulla carta – grazie ad allestimenti, luci, suggestioni e costruzioni iconografiche realizzati ad hoc – nel cuore del patrimonio storico delle cartiere.