Ecco il programma del FINAT forum 2022 (Baveno – 1-3 giugno)

519

Un evento importante per parlare dei problemi che la comunità europea delle etichette deve affrontare

FINAT, l’associazione europea dell’industria delle etichette, ha pubblicato il programma per il suo settimo European Label Forum e la sua 64a conferenza annuale. L’evento si terrà dal 1 al 3 giugno presso il Grand Hotel Dino di Baveno, sul Lago Maggiore (Italia).

L’edizione 2022 di ELF è il primo evento live di FINAT dal giugno 2019, quando Copenaghen ha ospitato il forum. L’edizione 2020 è stata annullata, mentre ELF 2021 ha dovuto svolgersi interamente online a causa della pandemia.

Jules Lejeune

“Da quando abbiamo lanciato il nuovo formato conferenza nel 2015, l’European Label Forum è diventato l’evento annuale più importante per la comunità europea delle etichette, dove i leader aziendali della catena del valore si riuniscono per fare rete, imparare e discutere di questioni di importanza strategica per l’industria”, commenta l’amministratore delegato di FINAT Jules Lejeune.

 

“A seguito della pandemia, molte cose sono cambiate nel modo in cui le organizzazioni si connettono, comunicano e collaborano e FINAT non fa eccezione. Ma una cosa non è cambiata, ed è la necessità di un contatto di persona per stabilire, mantenere e costruire relazioni. Senza networking, discussioni informali e comunicazione non verbale, il mondo rimarrà sempre un’esperienza passiva a due dimensioni. Dopo 3 anni di inattività forzata, i nostri membri desiderano incontrarsi di nuovo e rinnovare i contatti con i colleghi di tutta Europa, soprattutto ora che Labelexpo Europe è stata posticipata al 2023. Ci siamo assicurati di selezionare una sede che ha dimostrato di essere il luogo giusto per favorire dinamiche aziendali positive”.

Criticità e opportunità per l’industria delle etichette
ELF 2022 arriva in un momento in cui l’industria europea delle etichette deve affrontare sfide cruciali, sia a breve che a medio termine. Nei primi mesi della pandemia del 2020, l’industria delle etichette ha superato lo stress test dell’eccesso di domanda (per prodotti critici nel settore alimentare, dell’igiene personale e dei prodotti medici), combinato con interruzioni nella fornitura di materie prime e nella disponibilità della forza lavoro. Nel 2021 il settore ha raggiunto nuovamente il picco, questa volta a causa della rapida ripresa economica seguita all’attenuarsi della pandemia.

E ora, nel 2022, il settore sta affrontando una “tempesta perfetta” senza precedenti di carenza di componenti, materie prime e materiali di consumo, aggravata da scioperi locali; carenza di manodopera qualificata e talenti pronti per la trasformazione digitale; consolidamento accelerato combinato con un’abbondante disponibilità di capitale e sfide di successione; opportunità e sfide associate al cambiamento del comportamento dei consumatori e dell’e-commerce; le sfide dell’Industria 4.0 e dei Big Data; il Green Deal dell’UE e il relativo tsunami di leggi, regolamenti e linee guida del settore per far avanzare la transizione verso l’economia circolare; infine dalla fine di febbraio, l’incertezza politica ed economica globale associata alla guerra in Ucraina.

Rispetto alle edizioni precedenti, il programma di quest’anno riunisce non meno di sei panel di esperti e numerose presentazioni di esperti che affrontano gli argomenti di cui sopra e altro ancora. Naturalmente, queste modalità consentono la massima interazione e scambio per tutti i partecipanti.

“Il ruolo principale di FINAT è sempre stato quello di fornire una piattaforma di incontro per i soci e di supportarli affrontando questioni che non possono essere gestite individualmente. Siamo a un punto di svolta cruciale e il nostro settore deve restare unito e sfruttare il nostro know-how e le nostre competenze collettive e creare il futuro delle etichette. Se mai c’è stato un motivo per partecipare all’European Label Forum, è nel giugno 2022. Non vedo l’ora di vedere tutti a Baveno”, conclude il presidente di FINAT Philippe Voet.

Maggiori dettagli e link per la registrazione sono disponibili su: www.europeanlabelforum.com