Bcm transtech: nuove soluzioni automatizzate per l’archiviazione delle fustelle

715

Bcm transtech è una società danese attiva sul mercato dal 1976, anno in cui il suo fondatore, attuale general manager Torben Christiansen iniziò a progettare sistemi di archiviazione per diversi comparti industriali.

Nel 1997 la svolta, con il primo impianto di stoccaggio per fustelle realizzato per un trasformatore di cartone ondulato danese e il successivo riconoscimento ottenuto da Fefco, la federazione europea dei produttori e trasformatori di cartone ondulato, che premiò la soluzione di bcm come altamente innovativa e tecnologica. Da quel momento l’azienda danese si è focalizzata sulla progettazione e costruzione di impianti manuali, semi-automatici e automatici per l’archiviazione di fustelle e impianti stampa flexo, diventando un punto di riferimento per stampatori e trasformatori di tutta Europa e non solo.
Oggi questo specialista danese dei sistemi di archiviazione per l’industria del printing e converting è universalmente riconosciuto leader mondiale nel settore, per essere stata la prima azienda a progettare questi sistemi, continuamente perfezionati e operativi ormai in oltre 40 paesi nel mondo.

Automazione totale
Dal 2015 bcm transtech ha venduto oltre 20 sistemi di archiviazione completamente automatici e quasi tutti per l’industria del cartone ondulato, che oggi rappresenta il core-business dell’azienda danese. La tendenza verso l’automazione spinta è un trend in continua crescita, che ha ovviamente coinvolto non solo le macchine da stampa e converting, ma anche tutti i sistemi ausiliari. Per l’industria del cartone ondulato bcm è in grado di fornire sistemi di archiviazione completamente automatici per tutte le applicazioni, dalle fustelle piane e rotative agli impianti stampa in qualsiasi combinazione di design, dimensione e funzionalità. La gamma molto ampia di soluzioni, la flessibilità della gamma di prodotti e la capacità di bcm di personalizzarli, danno a bcm transtech la possibilità di offrire la perfetta soluzione di archiviazione per ogni esigenza.

Quali sono i vantaggi di queste soluzioni?
Chi li usa sicuramente li apprezza, ma saranno molte le aziende che staranno valutando se e perché dover investire in un impianto di archiviazione. Proviamo ad analizzarne le ragioni più importanti.
In primis troviamo la sicurezza, dal momento che nessuna persona entra fisicamente in contatto con l’archivio, si eliminano i rischi di infortuni o di sollevamento pesi potenzialmente nocivi.
La creazione di un archivio strutturato, nel quale tutte le fustelle o gli impianti stampa hanno un loro posto assegnato nel magazzino bcm da dove saranno prelevati o riposizionati a fine lavoro dal robot di stoccaggio in totale autonomia.
Il prelievo delle fustelle e degli impianti stampa può essere programmato in pochi secondi e l’unico intervento richiesto all’operatore è quello di prelevare o riporre la fustella, con un grande risparmio di tempo rispetto a un sistema manuale.
Automazione oggi fa rima con Industria 4.0 e grazie all’Intelligenza con le soluzioni di archiviazione completamente automatiche, bcm può offrire molti dati da scambiare coi propri clienti, a tutto vantaggio di produzione, pianificazione e statistiche.
Oltre al Risparmio di tempo nella programmazione riguardo alla raccolta di fustelle, sono da tenere in considerazione anche i risparmi legati alla riparazione delle fustelle, molto spesso danneggiate proprio da un errato trasporto o stoccaggio. Inoltre anche il tempo per la localizzazione delle fustelle e degli impianti potrà essere azzerato grazie all’automazione.
Infine questi impianti, grazie alle Capacità di costruzione della bcm, non hanno limiti in lunghezza e possono arrivare fino a 10 metri in altezza. Grazie all’efficacia della soluzione robotica di stoccaggio i clienti bcm possono usufruire di un sistema facile da usare che è in grado di consegnare e restituire un numero molto elevato di impianti all’ora, risultati impossibili da raggiungere con un sistema di stoccaggio manuale.

SmartStorage, nuova famiglia di sistemi di stoccaggio bcm
bcm SmartStorage è il nome della nuova famiglia di concept semiautomatici nonché la più recente soluzione di stoccaggio del costruttore danese. Si tratta di una gru semiautomatica che può essere utilizzata per diverse soluzioni di stoccaggio e tipi di scaffale. I primi bcm SmartStorages sono stati installati nel corso del 2019 in Europa e da allora altri bcm SmartStorages sono stati venduti e installati con successo. All’inizio del 2021 è stato anche installato il primo bcm SmartStorage negli USA.
“Alla bcm abbiamo deciso di rinominare le nostre soluzioni di stoccaggio. Quella manuale si chiama ora ‘bcm PrimeStorage’ quella semi-automatica è ora ‘bcm SmartStorage’ mentre ‘bcm AutoStorage’ è la soluzione completamente automatica”, dice Torben Christiansen.
Il concept SmartStorage rappresenta per bcm la via di mezzo fra la soluzione manuale e quella totalmente automatizzata, avendo a disposizione una gru manuale, movimentata nel magazzino da un operatore, alla quale però si aggiungono molte opzioni automatiche e intelligenti, come il software, sensori e scanner che lo rendono un impianto comunque intelligente. La gru SmartStorage è in grado di gestire cassette, fustelle rotative e impianti stampa ed è disponibile in 15 differenti combinazioni, per una movimentazione e un trasporto fustelle e impianti stampa da e verso la produzione con i carrelli bcm, a tutto vantaggio di sicurezza e produttività.