Planet, People, Profit: le 3P della sostenibilità secondo ALPLA

678

Si è svolta lo scorso 28 settembre presso lo stabilimento di ALPLA a Tortona (AL) la cerimonia di chiusura di Fabbrica Sostenibile 2023, l’iniziativa di Confindustria Alessandria che coinvolge le imprese locali accomunate da esperienze aziendali di rilievo in tema di sostenibilità.

Consegna del bonsai_fabbrica sostenibile 2023

Nel corso dell’incontro, Tiziano Andreini, AD Italia di ALPLA, azienda multinazionale leader nella produzione di imballaggi in plastica innovativi ed ecosostenibili, che lo scorso anno era stata nominata leader di Fabbrica Sostenibile 2023, ha simbolicamente consegnato il bonsai della leadership a Pier Ugo Bocchio, fondatore e AD di Metlac, azienda di Bosco Marengo (AL) che subentra ad ALPLA quale leader di Fabbrica Sostenibile 2024.

Tiziano Andreini - AD Alpla Italia“Operando in un settore come il packaging, la sostenibilità non può che essere parte integrante della strategia di ALPLA, una sostenibilità legata sicuramente alla salvaguardia dell’ambiente, ma anche allo sviluppo dell’occupazione e dell’innovazione industriale, che sia economicamente sostenibile. Planet, People e Profit sono le 3 P della sostenibilità, ha affermato Tiziano Andreini, nella sua relazione. Andreini ha quindi ricordato i numerosi progetti che, a livello sia locale che globale, ALPLA ha avviato in ottica di innovazione sostenibile.

Tra questi vi è lo studio dei nuovi imballaggi secondo i principi del “Design 4 recycling”, una metodologia che già in fase di progettazione considera il fattore riciclabilità come un elemento fondante insieme a tutte le altre specifiche funzionali a cui l’imballaggio deve rispondere. Vi è quindi l’impegno che ALPLA ha ultimamente assunto nel realizzare i suoi investimenti in ottica “In-house”, ovvero costruendo i nuovi stabilimenti o installando la propria tecnologia produttiva e di recycling il più vicino possibile ai siti dei clienti, al fine di accorciare la filiera dei trasporti e abbatterne l’impatto.

Non da ultimo, Andreini ha ricordato l’importante progetto di comunicazione “La plastica è cambiata. Cambia idea sulla plastica” che, rivolto ai consumatori, si pone l’obiettivo di sfatare i luoghi comuni sulla plastica e di portare a conoscenza di come la ricerca e sviluppo e l’applicazione delle best practices di economia circolare stiano sostanzialmente cambiando l’impatto che questo materiale ha sull’ambiente.

In Italia ALPLA è una realtà di rilievo che gestisce 6 impianti – di cui due in-house – e impiega oltre 450 dipendenti. A livello globale, il Gruppo aderisce al progetto Business Coalition for a Global Plastics Treaty, lanciato dalla Fondazione Ellen MacArthur e dal WWF, che mira a contenere la contaminazione di oceani e suolo dai rifiuti plastici e a incoraggiare le pratiche di economia circolare per ridurre l’impatto ambientale.