Mecarozzi, Presidente di Associazione Italiana Scatolifici:”abbiamo salvato il riciclo, le istituzioni ci hanno ascoltato”

388

“L’Italia è uno dei paesi più virtuosi per ciò che riguarda il riciclo della carta e l’Europa ha capito che questa è la direzione giusta da tenere” commenta Andrea Mecarozzi, Presidente dell’Associazione Italiana Scatolifici, realtà che rappresenta i principali produttori di imballaggi in cartone ondulato a livello nazionale.

regolamento mecarozzi
Andrea Mecarozzi, Presidente Associazione Italiana Scatolifici

“Le modifiche approvate ieri a Strasburgo, con un ampio consenso, rappresentano un passo significativo verso la ricerca di un equilibrio tra riciclo e riuso, un tema cruciale per il settore degli imballaggi in cartone. È rassicurante notare che il divieto dei contenitori monouso per i prodotti alimentari sia stato scongiurato, prendendo in considerazione la sostenibilità di tali imballaggi e la loro sicurezza alimentare, tutelata da severe normative. Esprimiamo grande apprezzamento per il lavoro fatto dalle Istituzioni italiane su questo tema e per la loro capacità di ascolto di tutti gli attori della filiera della carta e cartone, che come noi si sono attivati in questi mesi per portare un contributo fattivo a una bozza di Regolamento che avrebbe fortemente impattato su un comparto che opera da sempre ad alti livelli di sostenibilità e circolarità. Continueremo a collaborare attivamente per promuovere pratiche sostenibili nel settore degli imballaggi, contribuendo così al benessere dell’ambiente e della nostra comunità”, ha concluso Mecarozzi.

L’Associazione Italiana Scatolifici ha intrapreso negli scorsi mesi una serie di iniziative per sensibilizzare le istituzioni sul Regolamento Europeo sugli Imballaggi e i Rifiuti da Imballaggio, a partire dalla memoria depositata a giugno su richiesta delle Commissioni riunite VIII Commissione Ambiente, Territorio e lavori pubblici e X Commissione Attività produttive, commercio e turismo della Camera dei Deputati e da una serie di incontri con i rappresentanti della politica e dei Ministeri.