Le confezioni compostabili per ortaggi migliorano la conservazione dei prodotti

162

Una ricerca inter pares rileva che le confezioni compostabili micro-perforate possono avere prestazioni migliori rispetto alla plastica convenzionale in termini di durata di conservazione.

Un’adeguata confezione compostabile ha dimostrato di prolungare la durata di conservazione dei cetrioli di 5 giorni rispetto a quella in plastica convenzionalmente usata.
Un ulteriore vantaggio delle confezioni compostabili è rappresentato dalla prevenzione della condensa, che facilita il deterioramento delle verdure confezionate in plastica convenzionale.
I risultati mettono in dubbio il fatto che le confezioni in plastica convenzionale garantiscano l’unica soluzione possibile per migliorare la durata e la freschezza degli ortaggi.
Le confezioni compostabili testate negli studi sono state acquistate da TIPA® Corp, un produttore leader di imballaggi flessibili compostabili.

Le confezioni COMPOSTABILI non solo sono efficaci quanto la plastica convenzionale, possono addirittura avere prestazioni migliori per conservare più a lungo i prodotti freschi, secondo due studi inter pares di recente pubblicazioneI risultati mettono in dubbio il fatto che le confezioni in plastica convenzionale garantiscano l’unica soluzione possibile per migliorare la durata e la freschezza degli ortaggi, e rispondono al bisogno di offrire alternative ecosostenibili all’uso della plastica convenzionale. I ricercatori di Agricultural Research Organization (ARO), The Volcani Institute (Israele), hanno scoperto che la confezione compostabile consente una conservazione dei peperoni fino a 21 giorni e dei cetrioli fino a 15 giorni, risultati migliorativi rispetto alla plastica convenzionale.
I ricercatori hanno testato le differenze tra confezione compostabile e confezione in plastica convenzionale su cetrioli e peperoni. Entrambe le confezioni, conservate in frigorifero, hanno preservato i peperoni per quattro settimane e i cetrioli per due settimane. Inoltre, le confezioni  compostabili, unite a un’adeguata micro-perforazione laser, hanno prolungato la conservazione a temperatura ambiente dei cetrioli fino a 15 giorni, rispetto al massimo di 10 giorni mostrati dalle confezioni in plastica convenzionale. Un vantaggio aggiuntivo delle confezioni compostabili è rappresentato dalla prevenzione della condensa, che facilita il deterioramento degli ortaggi confezionati in plastica convenzionale. Gli imballaggi compostabili usati negli studi sono stati acquistati dal produttore di imballaggi flessibili TIPA® Corp.

Lo studio sui cetrioli è stato pubblicato in un numero speciale della rivista Foods in “Recent Advances in Reusable, Recyclable, or Compostable Food Packages” e lo studio sui peperoni è stato pubblicato nella rivista Food Science & Nutrition.
Per valutare le differenze tra le confezioni, parte dei prodotti è rimasta senza imballaggio come gruppo di controllo, mentre gli altri prodotti sono stati confezionati con film compostabili non perforati, micro-perforati e macro-perforati oppure in confezioni in polipropilene macro-perforati disponibili in commercio. Successivamente metà dei campioni è stata conservata in modo continuo a 22C per simulare le condizioni prolungate di conservazione mentre l’altra metà è stata conservata per due giorni a 15oc, altri due giorni a 22oc e fino a sei settimane in un frigorifero domestico a 4oc per simulare le condizioni della catena di fornitura “dall’orto in tavola”.

Tutti i prodotti sono stati controllati settimanalmente, per valutare la perdita di peso del prodotto, la disidratazione, l’ammorbidimento, la decomposizione, i danni alla buccia e il sapore. Entrambi gli studi hanno concluso che l’imballaggio compostabile micro-perforato di TIPA costituisce un’alternativa preferibile alla plastica tradizionale per la conservazione degli ortaggi.
Per decenni la plastica è stata vista come necessaria per prolungare i tempi di conservazione degli alimenti. Ma questi studi mostrano che la plastica convenzionale, non è più l’unica opzione disponibile.
La richiesta di confezioni compostabili sta crescendo anche tra i consumatori. Un sondaggio recente ha rilevato che più di 8 cittadini britannici su 10 preferirebbero che i prodotti alimentari fossero confezionati in materiale compostabile invece che nella plastica.
Sulla base dei risultati ottenuti, i ricercatori ritengono che il concetto secondo il quale la plastica convenzionale è il materiale d’elezione sia ormai superato,  e che nuovi materiali concepiti per avere un fine vita  breve possano fornire prestazioni migliori.

Eli Lancry Ph.D, VP Ricerca e Sviluppo di TIPA, ha dichiarato: “In TIPA siamo convinti da tempo che gli imballaggi compostabili non siano solo funzionali ma rappresentino il futuro delle confezioni per alimenti. La plastica domina le nostre vite da decenni ma questo non vuol dire che le cose non possano cambiare. Dove le confezioni sono necessarie, i materiali compostabili sono ormai una soluzione matura per risparmiare al pianeta tonnellate di rifiuti in plastica “.

Dott. Ron Porat, Direttore dell’Institute of Postharvest and Food Sciences, ARO, The Volcani Institute e co-autore degli studi di ricerca insieme al Dott. Victor Rodov e al dottorando Abiola Owoyemi, ha dichiarato: “I risultati ottenuti sono straordinari – dimostrano che le confezioni compostabili sono molto efficaci nel conservare la qualità post-raccolto e limitano il deperimento dei prodotti. Per molto tempo la plastica è sembrata essere l’unica soluzione per conservare gli ortaggi più a lungo, ma questo ha avuto come conseguenza un importante danno per l’ambiente. Gli imballaggi compostabili offrono un’alternativa efficace ed ecosostenibile alla plastica tradizionale”.