La scomparsa di Franco Morisi: una vita dedicata al converting in cartone ondulato

361

Lo scorso 13 luglio, all’età di 75 è scomparso a Bologna Franco Morisi, nome storico nell’industria del converting di cartone ondulato, famoso per aver fondato nel 1970 l’omonima società “Morisi Franco”, specializzata nella produzione di semicilindri in faggio per fustelle rotative e nastri di acciaio, esportati in tutto il mondo, dal sud America alla Nuova Zelanda passando per tutta Europa, Russia, Cina e tutto il continente del sud est asiatico e australiano.

È stato il primo imprenditore del settore a pensare e mettere in atto un  processo di produzione dalla fase iniziale alla rifinitura.
Persona affabile, cordiale, sempre disponibile al dialogo, lo ricordiamo con grande piacere sempre presente agli appuntamenti fieristici internazionali, dove amava raccontare le proprie vicissitudini ai visitatori e clienti ai quali presentava con orgoglio e piacere i propri prodotti.
La sua serietà e professionalità rimarranno indelebili in tutte le persone che lo hanno conosciuto, e che in questo momento si stringono attorno alla famiglia in un caloroso abbraccio, al quale ci uniamo anche noi della redazione di “Converter & Cartotecnica”.
Negli ultimi anni si era ritirato dal settore anche se per una sua precisa volontà il marchio non è mai stato ceduto ne cancellato, a conferma della sua totale dedizione verso l’azienda che aveva creato e nella quale ha creduto per tutta la sua vita.

Rinnoviamo le più sentite condoglianze alla famiglia Morisi, in particolare alla figlia Bettina, e per chi volesse inviare un messaggio di cordoglio, lo può fare scrivendo a:

“Morisi Bettina, viale Antonio Aldini 118, 40136 Bologna” oppure via email a  bettina.mo@libero.it