La Commerciale: l’importanza dell’automazione in prestampa nel workflow di etichette

1044

La Commerciale S.r.l di Alba (CN) è un’industria grafica con oltre settant’anni di esperienza nel campo delle etichette: per un processo di lavoro più agile e per aumentare la sicurezza, l’efficienza e ridurre gli errori, l’azienda, sulla base del suo gestionale CERM, utilizza l’editor PDF nativo Packz e il flusso di lavoro Cloudflow di Hybrid Software per tutta la fase di processo sia tradizionale che digitale.

La commerciale video
Clicca sul play per guardare la testimonianza di Federica Artuffo, La Commerciale

Fondata nel 1945 da Cesare Artuffo come piccola bottega tipografica nella centrale Via Vittorio Emanuele di Alba (CN), La Commerciale ha sempre investito in nuove tecnologie con l’obiettivo di garantire altissima qualità e rapidità di consegna al cliente finale. L’azienda è partita dai caratteri di piombo, ha sperimentato le tecniche di fotocomposizione, utilizzato i primi computer per la videoimpaginazione e la grafica digitale. Infine, con l’ingresso in azienda di Mauro e Paolo Artuffo, La Commerciale ha acquistato i più efficienti macchinari per la stampa offset a foglio, in bobina a tecnica mista e digitale, nonché i migliori software di grafica sul mercato. Il cliente è sempre al centro: con lui, in strettissima sinergia, viene instaurato un rapporto di professionalità, consulenza e disponibilità, dall’idea iniziale all’esecuzione.

Gli ultimi anni hanno visto l’inserimento in azienda di Federica, Stefano e Carolina Artuffo, quarta generazione di una storia iniziata settant’anni prima. “La Commerciale, una quarantina di dipendenti, lavora con un’estrema flessibilità operativa, in quanto grazie alla notevole esperienza accumulata negli anni è sempre in grado di intervenire sul lavoro, trovando soluzioni innovative e altamente qualitative, con tempi di risposta immediati”, afferma Federica.

Tecnologie e produzione

La commerciale interno macchineLa Commerciale è dotata di sistemi stampa offset UV per etichette autoadesive. Le tre macchine Gallus TCS 250 per etichette adesive sono a tecnica mista con varie possibilità di nobilitazione come lamina a caldo, rilievo a secco, verniciatura flexo e stampa serigrafica. Inoltre, è presente un reparto di stampa digitale dedicato alle piccole e medie tirature che permette la stampa di tinte piatte attraverso l’uso dell’esacromia e il bianco coprente in linea. Alle due macchine da stampa digitale HP Indigo 6K sono associate due macchine di finissaggio ABG Digicon Serie 3 anch’esse dotate di numerose sezioni per la nobilitazione. Nel 2023 è stata introdotta una nuova macchina, Mida LI220, in grado di produrre etichette a più strati, anche con materiali differenti, etichette multi-pagina ed etichette per l’anticontraffazione dotate di RFID e altri sistemi. Il fiore all’occhiello de La Commerciale è infatti la precisione e la qualità di stampa e finitura, monitorata attraverso sistemi di controllo finale al 100%. Inoltre, l’azienda è dotata di un reparto grafico e di prestampa all’avanguardia, in grado di consigliare e guidare sia dal punto di vista creativo che tecnico. Ad esso è stato associato un reparto di mock-up in grado di fornire al cliente un prototipo veritiero della propria etichetta per eventuali valutazioni sulle cromie, supporto selezionato e lavorazioni prima della produzione in serie. Sono infatti possibili nobilitazioni anche in fase di mock-up grazie ai recenti investimenti in ambito digitale.

I mercati di riferimento

Il portfolio clienti comprende per l’80% aziende in ambito enologico dislocate su territorio nazionale, a cui fa seguito il restante 20% che comprende aziende nel settore dei superalcolici, birra, dolciario e alimentare, tutte aziende che investono molto nella comunicazione e nel loro prodotto. La costante è sempre la ricerca di perfezionamento e di adeguamento agli alti standard richiesti dal cliente. Questo è possibile solo grazie ai continui investimenti in ambito tecnologico e informatico e alla formazione di personale altamente qualificato che permette di migliorare la produttività aziendale.

Personalizzazione nel flusso di lavoro di prestampa: la partnership con Hybrid Software

Da sempre l’azienda crede nell’automazione dei processi al fine di semplificare le operazioni e limitare gli errori degli operatori permettendo loro di concentrarsi sulle attività più importanti. “Dal momento che il processo di prestampa rappresenta una fase cruciale del nostro flusso di lavoro da cui dipende l’esito positivo dell’intero processo produttivo di un’etichetta, specialmente negli ultimi anni in cui stiamo puntando molto sulla stampa digitale, è nata l’esigenza di dotarsi di un editor che permettesse di lavorare sul file pdf fornito dal cliente o studio grafico senza alterarne le caratteristiche e permettere al cliente stesso di poter approvare esattamente il file pdf che sarebbe andato in stampa. Packz di Hybrid Software da questo punto di vista ha rappresentato per noi la svolta in quanto editor pdf nativo. Dopo aver sposato la filosofia alla base di questo editor non potevamo che spingerci verso il flusso di lavoro Cloudflow proposto da Hybrid Software, installato tre anni fa”, spiega Federica. Si tratta di flussi di lavoro incredibilmente personalizzabili in grado di adattarsi alle esigenze più particolari.

“Il rapporto con La Commerciale è iniziato 10 anni fa, quando hanno acquistato Packz, software poi aggiornato nel tempo, e hanno subito apprezzato il concetto alla base di questo prodotto, cioè poter lavorare il file senza convertirlo, ma non solo, dal momento che usano la stampa digitale è fondamentale capire bene il comportamento dei colori”, dice Luca Rossi, regional manager Italy di Hybrid Sofwtware. Con lo strumento Viewer di Proofscope, integrato con i flussi di lavoro di Cloudflow, è possibile visionare l’anteprima del file PDF e ispezionarlo visualizzandone le trasparenze e sovrastampe degli stessi colori che verranno stampati sulla macchina da stampa. “Questo è veramente importante nel settore delle etichette dove spesso ci sono sovrastampe, inchiostri opachi, che magari necessitano di avere sotto il fondo nero con la scritta oro e la possibilità di vedere il colore opaco è particolarmente utile perché oggi i file sono molto complessi e pesanti e quindi per farli vedere al cliente vengono manipolati e spezzettati, creando possibili problemi e discrepanze, con Proofscope è possibile condividere per l’approvazione proprio il file di stampa”, aggiunge Rossi.  “Così si crea un processo più fluido e anche gli operatori si sentono più sicuri, tanto da essere molto soddisfatti di utilizzare Packz, che tra l’altro consente anche la comparazione tra due file per capire se ci sono state delle modifiche. Questi strumenti hanno avuto significative ricadute sui clienti, grazie alla drastica riduzione degli errori”, conferma Federica.

Il flusso di lavoro Cloudflow è flessibile e integrabile e può creare delle interfacce personalizzate, con diverse modalità di accesso, permettendo all’operatore di visualizzare solo i dati necessari, ovviamente in collegamento continuo con il sistema gestionale.

Ad esempio, con l’approvazione online da parte del cliente si procede subito verso la produzione, attuando un’integrazione avanzata tra CloudFlow e il gestionale aziendale. “L’efficacia di questo sistema è legata soprattutto all’elevata personalizzazione possibile perché siamo riusciti a integrare interfacce diverse per operatori di prestampa e stampa, che hanno esigenze diverse, quindi ognuno ha i dati che gli servono per lavorare meglio; ovviamente gli operatori sono stati formati per questo nuovo modo di lavorare, il cambiamento spaventa ma noi vogliamo continuare con l’innovazione e quindi li accompagniamo nella formazione e nella crescita”, afferma Federica.

Il supporto di Hybrid Software va al di là di quello tecnico

“Hybrid Software punta molto non solo sulla formazione tecnica ma anche sull’affiancamento alla produzione, così mentre l’operatore lavora, un nostro tecnico suggerisce la soluzione migliore, per sfruttare al meglio la tecnologia installata e adattarla perfettamente alla dimensione aziendale del cliente”, aggiunge Luca e Federica in conclusione aggiunge che “il servizio ha rappresentato un altro elemento fondamentale della nostra scelta: ci siamo sentiti supportati in ogni fase, dall’installazione all’implementazione successiva anche dei flussi personalizzati; siamo molto soddisfatti e non vediamo l’ora di vedere gli sviluppi futuri, che prevedono un integrazione di sistemi dedicati alla gestione del colore della tedesca Color Logic, che fa parte di Hybrid Software dal 2021”.